CONTRAFFAZIONE: “FEDERLEGNO” DENUNCIA IL GOVERNO MONTI

di ALBERTO ABETI

Contraffazione nel mirino dei costruttori del settore legno.

FederlegnoArredo e Indicam affermano di essere pronti a denunciare lo Stato italiano alla Comunità Europea per l’istruzione di una procedura di infrazione, non appena il dl Milleproroghe verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

È quanto annunciano la federazione della filiera italiana dell’arredo e l’istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione.

Spiega Carlo Guglielmi, presidente Indicam: “È stato approvato ieri dalle Commissioni I e V del Senato, fra gli altri, l’art. 22 bis del Decreto Proroga Termini che porta la moratoria in materia di contraffazione del design da 5 a 13 anni, contrariamente a quanto previsto dall’art. 239 del Codice di Proprietà Industriale. Non pensavamo si potesse arrivare a tanto, tutto ciò è contro la legalità, la morale, l’etica, la trasparenza fiscale, l’innovazione, gli investimenti”.

Per queste ragioni Guglielmi annuncia che, “il giorno stesso in cui verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del provvedimento, denunceremo lo Stato Italiano alla Comunità Europea per l’istruzione di una procedura di infrazione. Segnaliamo come questa denuncia non è la prima su questo argomento ma sarà la prima a coinvolgere l’attuale Governo in carica”.

Il rischio, affermano da FederlegnoArredo e Indicam, è che “le aziende impegnate nell’innovazione, nella ricerca e negli investimenti di processo e di prodotto perdano di competitività a vantaggio dei copiatori”.

La denuncia sarà sottoscritta anche da Federlegno che, con il suo presidente Roberto Snaidero: “Non si può accettare che in un delicato momento – afferma Snaidero – economico mondiale come questo, in cui il nostro Governo sta chiedendo sforzi a tutti i cittadini per risollevare le sorti del Paese e avviare uno sviluppo rapido dell’economia reale, dall’altra parte il Parlamento favorisca pratiche illegali che rallentano questo processo a discapito delle aziende”.

La crisi sta facendo sentire tutti suoi effetti e anche in un settore importante come questo, che nel Nord est conta su aziende importanti.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment