Confindustria a Renzi: ma che dici!? siamo troppo cari per competere con la Germania e il mondo

confindustriaL’altro giorno Renzi ha detto in tv: “smettiamola di dire che il nostro futuro dipende dalle condizioni esterne al paese”, ovvio riferimento al calo del petrolio e al Q.E. di Draghi.

Quello che lui però non sa….è che ha ragione!

E glielo conferma anche il Centro Studi Confindustria con un’apposita nota:

laumento del CLUP (costo del lavoro per unità di prodotto): +3,0 punti percentuali all’anno, rispetto al -0,1 tedesco (per la Germania i dati sono fermi al 2013)”.

In pratica, non solo i tedeschi barano sulle performances dei loro prodotti, continuano a tenere fermo il costo del lavoro mentre in Italia esso continua a crescere. E si sa che, in questo caso, agli imprenditori resta solo di abbassare i prezzi a fronte di costi che salgono. Da qui l’esigenza dell’outsourcing dei servizi a basso valore aggiunto e dell’offshoring di prodotti interi quando dall’India o dal Vietnam oramai si riesce ad importare di tutto.

Ed eccola la perdita di competitività rispetto ai tedeschi:confindustria2

 

 

 

Causata da un costo del lavoro sempre più crescente di fronte alla calma piatta dei tedeschi:

confindustria3

Fonte: postato da Maurizio Gustinicchi su scenarieconomici.it

Print Friendly

Articoli Collegati

Lascia un Commento