Confcommercio: misure urgenti per evitare nuova stagione di gesti estremi

di REDAZIONE

Servono misure urgenti per evitare una nuova stagione di gesti estremi. A sollecitare l’assoluta urgenza «di misure per sostenere l’economia reale e mettere le imprese, soprattutto quelle che vivono di domanda interna come quelle dei servizi e del terziario di mercato, in condizione di poter lavorare in maniera più semplice, più competitiva e meno onerosa», è il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli che commenta così la disperata protesta del direttore della Confcommercio dell’Aquila e il suicidio di un commerciante milanese che l’altra sera si è impiccato nel suo colorificio. «Avevamo previsto che la crisi avrebbe continuato a produrre i suoi effetti fortemente negativi su famiglie e imprese anche per larga parte del 2014. Quello a cui, invece, non avremmo mai voluto assistere – sottolinea – è il riproporsi di episodi disperati ed estremi da parte di tanti imprenditori che, schiacciati tra la crisi e la riduzione del credito, sotto il peso di una pressione fiscale insostenibile, e dei ritardi dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, non riescono continuare l’attività». «Purtroppo, il Governo e la politica tutta oltre a non aver ancora risolto i problemi strutturali dell’economia, stanno facendo troppo poco per restituire fiducia a famiglie e imprese vista l’assenza di un progetto credibile di ripresa economica e sociale», conclude Sangalli.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

Leave a Comment