Concorso presidi lombardi promossi con “conoscienza ed efficenza”: gli esclusi domani al Tar

di STEFANIA PIAZZO ED ENZO MICHELANGELIconoscienza

Erano stati promossi. Poi sono stati bocciati alla ricorrezione degli stessi elaborati e al loro posto, ahimé, sono passati anche nuovi presidi dal profilo grammaticale diciamo così bizzarro e innovativo per la spregiudicatezza verbale! A far testo, ci sono temi che non avrebbero potuto varcare la soglia della terza media ma, si sa… si giudica in contesto, l’emozione fa brutti scherzi.

In ogni caso, ora gli esclusi hanno il 14 maggio l’udienza presso la terza sezione del Tar di Milano, per discutere i loro ricorsi (il 549/2014 e altri).

Il silenzio bypartisan di chi governa la Lombardia e il Nord

Sul concorso, vale la pena ricordarlo, indaga la procura di Milano. Il nostro giornale non ha mai smesso di tenere monitorata questa vicenda, emblematica per come si svolgono i concorsi in Italia e soprattutto per quelli che riguardano la parte più sensibile del paese: l’educazione, l’istruzione, la formazione delle future generazioni. In mano a quali presidi? E’ particolarmente interessante che l’aggrovigliato concorso dei presidi lombardi dalla grammatica singolare si sia svolto in Lombardia e che nessun partito politico abbia alzato la voce per chiedere cosa mai stesse capitando laddove si chiede che a rappresentare un  territorio vi siano donne e uomini all’altezza del ruolo. Silenzio. A parte le solite note sul reclutamento della classe docente. E sul resto? Niente da dire? Peccato.

Ma ecco alcuni link per rinfrescare la memoria…

http://www.lindipendenzanuova.com/speriamo-che-me-la-cavo-sucessivi-somersa-necesita-conoscienza-efficenza-i-temi-indecenti-dei-presidi-promossi-in-lombardia/

http://www.lindipendenzanuova.com/come-si-promuovono-gli-errori-di-ortografia-dei-presidi-chiediamolo-agli-esperti/

http://www.lindipendenzanuova.com/presidi-corretti-ricorretti-promossi-concorso-presidi-ricorretto-la-premura-ambrosiana-dellufficio-scolastico-lombardo/

http://www.lindipendenzanuova.com/esposto-lo-sgrammaticato-concorso-presidi-lombardi-finisce-in-procura-e-adesso/

I ricorsi, lo ricordiamo, erano stati presentati l’indomani della pubblicazione dei risultati della seconda correzione delle prove di concorso per dirigenti scolastici (ddg del 13 luglio 2011).
La nuova commissione insediatasi dopo la sentenza del Consiglio di Stato (sezione VI n. 03747/2013), riformulando peraltro i criteri di correzione in maniera molto generica e, venendo meno a quanto disposto dai giudici di 2° grado (“L’attuazione della sentenza che dichiara l’illegittimità di una fase della procedura concorsuale deve avvenire, in ossequio al principio di economicità dell’azione amministrativa, in modo da preservare, ove possibile, le fasi della procedura stessa immuni dai vizi denunciati.”) determinò il totale ribaltamento degli esiti della prima fase concorsuale.
In altre parole, contestando una presunta trasparenza delle buste, i temi vennero ricorretti ma con criteri nuovi di valutazione e con diverse commissioni, con l’esito che 96 candidati già vincitori e/o idonei inseriti nella prima graduatoria di merito vennero estromessi dalla stessa e circa 230 candidati già bocciati divennero idonei. Tra costoro gli autori delle prove che vi riproponiamo.

Print Friendly

Articoli Collegati

Lascia un Commento