Legge elettorale e volontà popolare: convegno con “L’Indipendenza”

di REDAZIONE

Il giornale on line L’Indipendenza e l’associazione La Libera Compagnia Padana organizzano il Convegno “Legge elettorale,fra volontà popolare e imbroglio dei partiti”

Viviamo una frenetica stagione stipata di primarie, secondarie, elezioni, election day, referendum e lunghissime e fumose discussioni su sistemi e leggi elettorali. Tutto questo ambaradan, contrabbandato come grande manifestazione di democrazia, rischia di essere il paravento per nascondere la sottrazione al popolo della libertà di decidere, affidando il destino delle comunità a meccanismi complicati e poco trasparenti, e il potere a figuri che nessuno ha eletto. Tutto quello che si allontana dalla democrazia diretta e dal diritto di autodeterminazione toglie libertà.

15,00 Inizio lavori. Introduce Gianluca Marchi (Direttore de L’Indipendenza)

15,15 Presentazione del libro La tela di Penelope delle riforme elettorali per le elezioni Politiche del  2013, con la partecipazione degli autori:

Giorgio Galli (Politologo e saggista)

Daniele V. Comero (Analista politico-elettorale e giornalista)

Autori del libro Ricostruire la Democrazia, Edizioni Solfanelli, 2012

15,45 Interventi sul tema: “L’espressione della volontà popolare e dell’autodeterminazione delle comunità”

Gianluca Marchi (Direttore de L’Indipendenza):  Elezioni e autodeterminazione in Catalogna

Giuliano Zulin (Capo Redattore di Libero): Il referendum per l’indipendenza del Veneto

Romano Bracalini  (Giornalista e scrittore): I voti per le libertà delle Nazioni senza Stato in Europa

17,00 Tavola rotonda “La legge per dare la parola al popolo nelle prossime elezioni

Partecipano:

Giulio Arrighini (Unione Padana)

Giuseppe Civati (Pd)

Matteo Salvini (Lega Nord)

Alessandro Sorte (Pdl)

Modera Daniele V. Comero

Conclusioni di Gilberto Oneto (La Libera Compagnia Padana)

18,30 Chiusura dei lavori

Riepilogando: Il convegno si terrà Sabato 15 dicembre 2012, ore 15,00, Hotel dei Cavalieri – piazza Missori 1, Milano (MM1 Duomo, MM3 Missori) – Nell’occasione saranno presenti  i banchetti de La Libera Compagnia, Terra Insubre e dell’Editore Il Cerchio. Si potrà acquistare il libro di Galli e Comero, e rinnovare l’iscrizione a La Libera Compagnia Padana.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. druides says:

    Sicuramente il migliore di tutti è Romano Bracalini.
    Ovviamente escludendo il grande Gilberto.
    Che speriamo di vedere presto operare in territorio nemico in qualità di guastatore e portatore delle verità storiche contro le falsità terroniche.

  2. fabio ghidotti says:

    che Salvini sia meglio di Iezzi non c’è alcun dubbio. Ma io ho una domanda ben più importante.
    Benissimo parlare di Catalogna, Veneto e altre “nazioni senza Stato”. Ma che interesse ha per noi indipendentisti una legge elettorale che riguarda il parlamento di Roma?

  3. Cantone Nordovest says:

    Il sistema elettorale non può che essere uninominale se vuole davvero rappresentare il Territorio : a Londra, quando un deputato si alza a parlare in Parlamento , si presenta formalmente a nome della Contea che lo ha eletto e non dice “il mio partito vota contro o a favore” – ma “la mia Contea è favorevole o contraria” (Federalismo Elettorale)

    Inoltre l’UNINOMINALE ha questo bel pregio : consente un più agevole controllo da parte della Comunità di riferimento sull’unico eletto che la rappresenta (specialmente quando sarà reso obbligatorio pubblicare sul web il resoconto della attività svolta come parlamentare – alla stregua di quanto già avviene in Nord-Europa)

    facebook > Cantone Nordovest

  4. giov padan vercelli says:

    Salvini fra i relatori..perchè non Bosatra o Iezzi?

Leave a Comment