Color 44, facciamo il punto della situazione

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Cari amici di CoLoR44, vi scriviamo per mettervi al corrente dei positivi sviluppi che sta conoscendo la nostra iniziativa, che intende far riconoscere il diritto dei lombardi a scegliere se restare in Italia o dar vita a una Lombardia indipendente. A Vizzola Ticino, in provincia di Varese, il consiglio comunale ha approvato a larga maggioranza una mozione a sostegno della petizione di CoLoR44. Per la prima volta, un’istituzione direttamente investita dal voto di cittadini ha accettato di rivolgersi direttamente alla Regione Lombardia affinché faccia tutto il possibile perché la nostra popolazione possa autodeterminarsi. Vizzola Ticino ha aperto la strada: altri comuni seguiranno presto il suo esempio.

Per giunta, non molti giorni dopo, il Consiglio provinciale di Brescia ha egualmente approvato una mozione che riprende l’iniziativa di CoLoR44.
L’esito è stato ampiamente favorevole alle nostre tesi, dato che si sono registrati 20 voti a favore (Lega Nord, Indipendenza Lombarda, Pdl, Fratelli d’Italia), 8 contrari (Pd e Udc) e un astenuto (Idv). Nel corso del dibattito e soprattutto all’indomani del voto si è manifestato un interesse davvero ampio verso le nostre tesi: perfino oltre le sigle che hanno proposto e votato la mozione. C’è un terzo e ultimo elemento che induce ad essere ottimisti. In effetti sta decisamente decollando l’iniziativa volta a raccogliere firme con banchetti e incontri pubblici. Vi sono ormai iniziative in varie parti della Lombardia e, se in qualche provincia fatichiamo a essere presenti, c’è comunque un crescente entusiasmo che si va traducendo in firme e adesioni.

Questi risultati non sarebbero stati possibili senza l’impegno disinteressato di tanti di noi: militanti di una formazione o di nessuna, collocati entro uno schieramento o in un altro, ma tutti convinti che i lombardi debbano essere chiamati a scegliere, e debbano riprendere in mano il loro futuro.
Questi successi che CoLoR44 sta ottenendo hanno tante madri e tanti padri, perché nulla sarebbe stato possibile senza il consenso trasversale che l’iniziativa sta riscuotendo. Ovviamente, il più resta da fare e il voto referendario è ancora molto lontano.
È però interessante notare che anche in aree politiche tradizionalmente lontane dall’obiettivo indipendentista qualcuno inizia a prendere in considerazione quanto proponiamo. Il nostro scopo consiste proprio nel fare emergere convergenze che smuovano tutti i partiti, da destra a sinistra, e nel favorire la nascita di un arco sempre più ampio di forze disposte ad ascoltare la nostra richiesta. Proprio per questo motivo, non intendiamo replicare a mezzi di stampa o uomini politici che hanno in vario modo commentato il voto bresciano.

Varie testate e numerosi politici sono intervenuti, in qualche caso anche contestando il nostro operato e perfino un po’ distorcendo l’iniziativa. Avendo scelto di essere fuori dai partiti e aperti al dialogo con chiunque, non possiamo e non dobbiamo polemizzare: neppure con i giornalisti di questa o quell’area politica.
Ora come in futuro, a noi spetta solo il compito di ribadire con chiarezza le linee portanti del nostro progetto, mirante a individuare un percorso legale, pacifico e democratico verso l’indipendenza. Come si è detto, siamo solo all’inizio, ma abbiamo ragione di essere ottimisti. Un caro saluto a tutti.

Comitato Lombardo Risoluzione 44

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. GeertWilders4president says:

    Da 3000 a 4000 firme in poco più di 10 giorni.
    Non siamo ancora a 4000 ma manca poco.

  2. Longobard says:

    Il link per poter firmare anche online si trova su: http://www.color44.org

    Longobardia Libera ed Indipendente!!…

Leave a Comment