Cologno, una storia italiana verace. I padani sono in estinzione

di TONTOLO

Stamattina si è presentato trionfante al bar del paese il Michele, quello che ha la pizzeria in piazza. «I padani sono proprio come tutti gli altri, non sono meglio dei meridionali. Guardate cosa è successo a Cologno!» Tutti si sono gettati sul giornale a leggere la notizia che il vicesindaco (prima foto) e l’assessore all’Edilizia privata di Cologno Monzese sono stati incarcerati con l’accusa di avere preso mazzette per un appalto.

Al primo momento di disorientamento ha posto fine il Giovanni che ha fatto notare che – tanto per cominciare – è una bella giunta di sinistra, alla faccia della “differenza morale”.

Poi il Luigi, che smanetta su Internet, ha scoperto che il vicesindaco è nato a Salerno, l’assessore a Crotone e il funzionario coinvolto è campano. Che fosse una bella storia di “italiani veraci” lo ha poi definitivamente mostrato il Nani che passa le sue giornate “navigando” in rete. Ecco cosa ha trovato. A Cologno il sindaco è di Vibo Valentia, nella giunta ci sono  tre nati in Campania, uno in Sicilia e uno in Calabria. Restano uno nato a Milano e uno a Monza ma entrambi con cognome siciliano.  Non basta: su 30 consiglieri comunali 2 sono nati in Campania (uno è il Presidente), 6 in Puglia, 2 in Sicilia, 4 in Calabria, 1 in Basilicata, 1 in Abruzzo, 1 a Livorno (ma ha un cognome ciociaro),  1 all’estero (con cognome campano), 1 in Emilia (con cognome pugliese) e 11 in Lombardia. Di questi 6 hanno cognomi meridionali, 2 di origine incerta e solo 3 sono autoctoni.

Insomma su 38 “politici”, solo tre sono sicuramente lombardi, meno dell’8%: gente in estinzione.

Tutti ci siamo chiesti come voteranno il giorno del referendum sull’indipendenza:  Cologno resterà una enclave italiana, un piezz’e Sudde nella nebbia?


Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

21 Comments

  1. Babbini says:

    Dopo guerra si chiamava Cologno Monzese, dal 58 in poi Cologno Pugliese. Cosa pretendi!

  2. luigi bandiera says:

    Beh, questa sera visto che per TiVi non facevano granche’ mi sono tirato su guardando un film.

    Ve lo consiglio dato che quella sarebbe la strada, ma mi sa che c’e’ solo tanta voglia, ma di poltrone itagliane perche’ seduti lì si ha una buona paga.

    Il film e’ HUNGER.

    Ma ci sono anche esempi piu’ da favola o da poesia (dipende dai sensi personali) come la separazione della Cecoslovacchia.

    Si evince che il tutto dipende dalle teste che ci sono in gioco.

    At salüt

  3. CARLO BUTTI says:

    Sapete come si chiamano tutte queste belle idee? Razzismo. Avranno qualcosa che fare con l’ideologia indipendentista; con i principi libertari, no. Ecco perché continuo a esser convinto che il connubio libertari-indipendentisti va a tutto disdoro dei primi. E adesso lapidatemi pure!

  4. Marcaurelio says:

    I padani sono in estinzione e questo è un grosso problema per Roma.
    So’ rimasti Unione Cisalpina e Colono Padano (ex leghista) me raccamanno fate la fila boni boni, state calmi e nun spignete.
    Ahahahahahahaha!!!!

  5. Ferdinando Spada says:

    Chi detiene il potere economico e politico , dal 1861, in Italia ? I POLENTONI ! Chi sono stati i capi del governo che , dal 1861, hanno governato più a lungo in Italia ? 1 BERLUSCONI, lombardo, pregiudicato per evasione fiscale ed indagato per l’organizzazione di un sistema prostitutivo. 2 MUSSOLINI, romagnolo, criminale di guerra, responsabile della morte di oltre 400.000 Italiani. Razzista, alleato col peggiore criminale della storia ..ovviamente l’austro-tedesco Hitler (in gara con Stalin per gli enormi genocidi commessi). 3 GIOLITTI, piemontese, “ministro della mala vita”.Chi sono i POLENTONI AL POTERE che si sono distinti recentemente per la loro “onestà ” ? TANZI, emiliano, secondo truffatore mondiale dopo lo statunitense Madoff. RIVA, lombardo, evasore fiscale (52 mil. di euro), truffatore e responsabile della morte di tanti innocenti cittadini pugliesi. BOSSI, lombardo, tangentista-pregiudicato (300 milioni di Lire; tangente Enimont) e truffatore (42 milioni di euro di ” rimborsi spariti). BONI, lombardo, tangentista (1 milione di euro). PINI, emiliano, evasore fiscale (2 milioni di euro). ROBUSTI, lombardo, truffatore-pregiudicato per associazione a delinquere ed evasione fiscale . CITARISTI, lombardo, defunto, recordman delle tangenti in Italia. CHIESA Mario, lombardo, primo dei ladri-tangentisti acciuffato dai giudici di Mani Pulite. Ecc. , ecc, ecc, ecc, . E i Meridionali ? Nessuno di loro può raggiungere i vertici del potere economico. I più coraggiosi devono continuare ad emigrare, come hanno iniziato a fare, dal 1861, dopo l’invasione dei “fratelli POLENTONI”. Re Edoardo III d’Inghilterra espulse i “polentoni” dal suo Paese e disse : “sono come le cavallette! “. Re Francesco II di Borbone : ” Cari Napoletani, ( i polentoni) vi lasceranno solo gli occhi per piangere ! “.

    • Nibbio says:

      Porca miseria, pur di sparare pirlate ti sei aggrappato anche a Franceschiello !!!

      Stasera, quando torneranno a rinchiuderti nella stanza imbottita, al calduccio della camicia di forza prova a pensare alla Mafia, alla Drangheta, alla Camorra ed alla Sacra Corona Unita !!!

      Chi di Spada ferisce….se la prende nel fodero !!!

      • Ferdinando Spada says:

        Mafia , n’drangheta, sacra corona ,ecc. sono nate con l’arrivo dei ” POLENTONI LIBERATORI ” ; sono alleate e protette dai politici polentoni (Berlusconi and &) che riciclano i capitali del crimine(che taglieggia il Sud) e costruiscono, per es. , MILANO DUE (capitali depositati nella Banca Rasini, in cui era direttore il padre del lombardo Silvio ; o depositati in finanziarie site nella cassaforte del crimine mondiale, la disonestissima Svizzera!). Nibbio, salutami i lombardissimi Don Rodrigo e Innominato. Lavori ancora per loro ? Se ti trasferisci più a Nord, in Svizzera, troverai un ambiente criminale più agguerrito e più asettico. Pensaci..in Elvezia SI RICICLA E SI RICETTA..SOLDI A PALATE ! Buona fortuna Nibbio.

    • AUVERNO says:

      Giusto! Chiedete la secessione e mandateci fuori dalle palle.
      🙂

  6. indipendentista says:

    La “Lega” di Bossi era in mano a una pugliese, quella di Maroni a una campana. Se poi andiamo a vedere a livello locale i cognomi dei nuovi dirigenti “leghisti” abbiamo un quadro della situazione non diverso da quello descritto nell’articolo (anche in zone storicamente a bassa immigrazione meridionale). Avete mai sentito un dirigente dell’Union Valdotaine o della Südtiroler Volkspartei o del Partito sardo d’azione con cognomi foresti? No. Ma loro non sono al soldo di roma e a libro paga del Nano.

  7. luigi bandiera says:

    E, dimenticavo che a tal proposito avevo scritto un volantino, recitava circa…:

    se il prefetto e’ inglese
    se il professore e’ inglese
    se insomma, per farla bravissima, chi occupa tutti i posti di comando e controllo e’ un inglese cosa mai vorrà dire?

    Che siamo sotto dominio inglese.

    Bene, si sostituisca la parola inglese con terrone e il risultato e’ come quello di Cologno…

    Amen

  8. cristiano says:

    dal ’70 li hanno mandati qui in residenza coatta e si sono infilati nei gangli vitali delle nostre amministrazioni pubbliche….i fessi siamo stati noi.Ma mi sa che è finita per tutti ,grasso che cola non ce nè più e cosi siamo rimasti nel fango più nero. Grazie italia maledetta e sanguisuga.!!!

  9. som mb says:

    Tontolo, ma che dici? Non lo sai che i veri nemici del “nord” (sì, quella che una volta era la Padania per intenderci) non sono i cammarati calabro-salentini, nostri valorosi alleati nella lotta contro l’euro, i gay, i masòni, gli ufo! Insomma aggiornati, leggi la Pravdania, organo ufficiale dei (nazi)Comunisti Padani.

  10. Luca says:

    Sugli altri giornali online è pieno di napoletani che commentano dicendo cose tipo “Cologno Monzese provincia di Napoli eh?”, oppure “eccoli quelli che vorrebbero insegnarci come si fa la differenziata”.
    Insomma, oltre al danno la beffa. Roba da matti. Siamo il popolo più sfigato del pianeta.

  11. nik says:

    Da quando siamo tornati mio marito mi sta facendo notare che quando andiamo al supermercato metà clienti sono extracomunitari, metà parlano con tante doppie e ogni tanto, c’è qualche sparuto autoctono.

  12. Luigi Bandiera says:

    E, DOPO DI QUELLI STANNO ARRIVANDO I LORO PARENTI ABITANTI DEI PAESE PIÙ SOTTO DI MALTA.
    E I NORDICI STANNO A PENSA’ CHE MESTIERE FA’.

    CARO TONTOLO STIAMO SOCCOMBENDO IN MODO PATRIOTTICO.

    CI FARANNO UN MONUMENTO O UNA FOSSA COMUNE?

    …continua…

  13. paolo says:

    siamo una colonia.
    Lo dico da tempo.
    fate girare quest’articolo.

    • salvo says:

      una colonia più ricca del colonizzatore si vede solo in Padania.

      In catalunya il 70% non sono catalani o al massimo hanno un solo genitore autoctono, e queste fesserie non si sentono( se ne sentono altre…)

  14. ugo says:

    nulla da aggiungere all’ articolo .

Leave a Comment