M5S: espulso il consigliere regionale del Piemonte Fabrizio Biolè

di REDAZIONE

Con una lettera raccomandata, Beppe Grillo ha espulso dal suo movimento il consigliere regionale piemontese Fabrizio Biolè, che nelle scorse settimane si era schierato contro il comico genovese, leader del Movimento 5 Stelle, nella querelle sull’apparizione in tv della consigliera bolognese Federica Salsi. Nella lettera recapitata sabato scorso non compare formalmente la parola espulsione, ma uno dei legali di Grillo Michelangelo Montefusco comunica ”la decisione del sig. Grillo di revocare l’autorizzazione all’utilizzo da parte Sua del nome e del marchio del MoVimento 5 Stelle di cui egli e’ esclusivo titolare, invitandola a volersi astenere, per il futuro, dal qualificare la sua azione politica come riferibile al MoVimento stesso o, piu’ in generale, come ispirata dalla persona del mio cliente”.
All’origine del provvedimento il fatto che Biole’ abbia ricoperto per due volte l’incarico di consigliere comunale (a Gianola in provincia di Cuneo). ”La sua partecipazione alle consultazioni elettorali regionali nella lista del Movimento – si legge nella lettera – sono state viziate dalla ricorrenza di un elemento ostativo alla sua candidatura, rappresentato dall’aver gia’ rivestito cariche elettive in due precedenti occasioni, in violazione alle regole condivise nell’ambito del Movimento”.

Intanto si è aperto e chiuso un caso Roma all’interno del Movimento 5 Stelle. Prima la smentita sintetica di Beppe Grillo, poi una piu’ articolata nota, sempre sul blog del comico, per chiarire che “e’ destituita di qualsiasi fondamento la voce che il M5S e Beppe Grillo vorrebbero candidare, a sindaco di Roma, Oliviero Beha”. “La notizia, che e’ stata prima riportata dal blog del popolare giornalista e poi rilanciata dalle pagine romane del sito di Repubblica, e’ del tutto infondata – proseguono i grillini romani – perche’ il M5S fa le sue scelte sui candidati in maniera trasparente e democratica. Non esistono ne’ candidature imposte dall’alto, ne’ autocandidature”. “Il percorso per l’individuazione del candidato sindaco della Capitale si sta svolgendo con passione e determinazione e un dato – chiarisce M5S di Roma – possiamo affermare con certezza: non si chiamera’ Oliviero Beha ma sara’ un cittadino attivo del MoVimento 5 Stelle di Roma”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Alberto Pento says:

    Fato ben, la Taja la xe piena de caregari.

  2. Flit says:

    Cacchio !
    Da qualche mese, per avere una buona visibilità, bisogna farsi espellere da un partito !

Leave a Comment