Ciambetti, pericolo reale. Turco arrestato a Venezia: una mannaia nel tascapane mentre pregava verso la Mecca

ciambetti

“Quanto è accaduto a Venezia, con un cittadino turco arrestato con una mannaia e pietre nel tascapane, sorpreso mentre pregava in direzione della Mecca, con in tasca documenti irregolari, dimostra quanto grave sia la situazione e il pericolo che si corre”. Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, non ha dubbi: “l’episodio di Venezia ha fatto evaporare in pochi istanti l’atmosfera di speranza che la domenica aveva portato con sé, con la partecipazione di fedeli mussulmani alla Messa cattolica. L’arresto del quarantanovenne turco ci riporta con i piedi per terra e bisogna ringraziare la guardia privata che s’è insospettita alla preghiera del gruppo di islamici come non si può trascurare il tempestivo intervento della Polizia e della Digos, che per altro già da sabato scorso, da quanto si è appreso, aveva tenuto sotto controllo l’uomo poi arrestato”. “Non si gira per una città armati con un machete senza uno scopo ben preciso e quale sia questo scopo lo possiamo bene immaginare. C’è un altro aspetto che allarma: la sequenza di documenti irregolari in possesso dell’arrestato – continua Ciambetti – .Oggi ci sono troppi irregolari in giro per l’Europa, ci sono troppe persone prive di qualsivoglia documento, o con documento fasulli in tasca, troppa gente della quale non sappiamo nulla. Siamo in guerra, una guerra anomala, senza eserciti e con troppi esaltati o psicolabili, ma anche con infiltrati addestrati in Siria o in Libia dall’Isis: non bisogna abbassare la guardia e occorre potenziare l’azione di intelligence, sostenere la prevenzione e il controllo”. Tutti i cittadini, rileva, “devono essere consci dei rischi e dei pericoli che stiamo tutti vivendo. Chiediamoci cosa sarebbe potuto accadere domenica a Venezia – conclude il Presidente del Consiglio regionale del Veneto – se nella ressa di alcune calli o in piazza San Marco il turco arrestato avesse iniziato a menar fendenti all’impazzata con la sua mannaia. Scena raccapricciante anche solo a immaginarla”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment