Ci prendono per il culo: non tagliano le spese e aumentano le tasse

di GIANMARCO LUCCHI

I conti si risanano non con maggiori imposte ma con la riduzione della spesa. E’ questa, secondo Mario Draghi, la strada maestra da percorrere per imboccare la via della crescita. ”Il consolidamento fiscale ideale”, afferma il presidente della Bce all’inaugurazione dell’anno accademico della Bocconi, ”deve essere centrato su riduzioni di spesa corrente e non su aumenti di tasse”.
Ma non basta. ”Anche chi non condivide questa impostazione -sottolinea il numero uno dell’Eurotower davanti al premier, Mario Monti – e’ pero’ d’accordo sul fatto che e’ essenziale che il processo sia percepito come credibile, irreversibile e strutturale perche’ abbia effetto sugli spread sovrani e che le condizioni di stabilita’ dei prezzi e dei mercati finanziari siano tali da non ostacolare il consolidamento fiscale”.

Ohibò, ammettiamo che questa esortazione di Draghi è come un’illuminazione: nessuno di noi, critici con Monti e la sua banda di tecnici, aveva mai pensato che la strada giusta fosse quella della riduzione della spesa corrente!!! Il caso vuole, però, che il premier finora abbia applicato proprio la politica opposta, quella di subissarci di tasse (oltre alle già tante che c’erano e delle quali anche il Cavalier Patacca porta la sua responsabilità) e di far finta di tagliare la spesa pubblica.

Ma l’altro Super-Mario, il Draggi, va oltre. Bisogna  proseguire il completamento dell’Unione economica e monetaria. E lui, in questo, mostra un cauto ottimismo. Mentre in passato ”la soluzione era stata nella moneta unica”, ”oggi” questa strada ”e’ incompleta”. Anche perche’ ”la crisi ha messo in luce la necessita’ di portare a compimento” proprio ”l’Unione economica e monetaria”. In tal senso, aggiunge, ”stiamo compiendo progressi”. Ovviamente ”non e’ semplice attuare un progetto cosi’ ambizioso. Ma confido che l’Europa, ancora una volta, emergera’ rinvigorita dalle difficolta’ del momento”. Ecco, ci vogliono impacchettare del tutto e definitivamente in questa Europa che non ci piace, uno Stato unico che mette insieme i vizi peggiori, a cominciare dalla burocrazia devastante, degli Stati nazionali ormai in via di fallimento.

Draghi pone anche l’accento sul fatto che ”la Bce, pero’, non puo’ sostituirsi all’azione dei governi nazionali” per raggiungere ”l’obiettivo finale” di una ”unione politica” e di ”un’Europa stabile e integrata con un destino comune”. Per fare questo il banchiere centrale e’ cosciente che ”ci vorra’ molto tempo, lungo un percorso incerto. Ma nel frattempo – e’ l’ammonimento – sarebbe un errore non agire”. In questo percorso, in cui ”nessun Paese e’ autorizzato a fare politiche che possano danneggiare gli altri”, non si deve dimenticare la centralita’ della ”stabilita’ finanziaria”, che ”e’ nell’interesse di tutti ma in primis – sottolinea – dei paesi creditori che hanno le esposizioni maggiori”. Ma sì, costituiamo un bel Direttorio europeo eletto da nessuno e deleghiamogli i nostri destini. Amen.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

15 Comments

  1. Frank says:

    UCCIDERE BERLUSCONI PUNTO UNO !!…E POI TUTTI L’ALTRI POLITICI UNO A UNO …POI VEDRETTE IL BEL RISULTATO, E ABBIAMO FATO UN BENE ALLA ISTORIA DE LA REPUBBLICA .

  2. Lucky says:

    ci prendono per il culo ed hanno ragione perchè sanno che a noi piace

  3. scusate ma non capisco come si possa ridurre la spesa, se dopo aver aumentato le tasse a tutti, si mantengono i privilegi per i parlamentari e i consiglieri regionali. Se un comune dipendente deve portare le pezze giustificative delle proprie spese, al datore di lavoro, perché quelli che sono anche i miei dipendenti non fanno altrettanto? Tutti i lavoratori debbono andare in pensione a 67 anni con 43 di servizio e loro? dopo due anni e mezzo maturano il diritto alla pensione. Non venitemi a dire che sono briciole. Mettiamo insieme tutte le briciole e vedrete che salta fuori almeno un panino! Ha ragione chi critica i dipendenti postali. Per fortuna non sono tutti così, però…

  4. Andrea Dal Cin says:

    Quei due nordici rappresentati nella foto sono la fotografia del nord stesso: largo alla mia pancia e che mio fratello crepi pure che io sono anche contento

  5. Barbara says:

    “Ci prendono per il culo e aumentano le tasse” dove sta la notizia? È anni che continuano a prenderci per il culo, il sig. Porcu’ conosce la LIFE che gia’ dal 1996 diceva di tagliare i costi dei parassiti statali e delle auto blu, tasse …e…altro ancora…in Italia più ci lamentiamo più ci aumentano qualcos’altro…se tagliano qualcosa sono semmai le detrazioni fiscali “sul modello unico “… Che tristezza!

  6. Roberto Porcù says:

    I tecnici messi per fare quello che i politici non potevano fare hanno solo aumentato le tasse e fatto tanti disastri ché uguali non se ne erano mai visti (esodati, ….)
    Unica cosa che avrebbero dovuto fare era di tagliare i costi dello stato e non lo hanno fatto, in primis i costi della politica.
    Il balletto delle province si e province no, o se anziché province chiamarle città metropolitane, è tale da far girare la testa a chiunque.
    I tecnici hanno assunto altri due tenici per fare il lavoro che avrebbero dovuto fare loro.
    Dei due, uno è sparito dalla circolazione, ed ha fatto bene perché qualunque Tar avrebbe potuto annullare il suo lavoro.
    Dell’altro, di sperimentata bravura tant’è che mise le mani nei conti correnti degli italiani e nessuno gliele tagliò, si sa che sta preparando una patrimoniale con la quale il secondo governo Monti ringrazierà i Cittadini che voteranno per lui o per i partiti che gli reggono il sacco.
    Al tale ladro, io non riesco a perdonargli che al tempo le banche usavano il sistema del doppio conto e lui a me pescò dal conto attivo. “Non avere” ed essere comunque tassato non è che sia particolarmente piacevole.

  7. Unione Cisalpina says:

    RIPRESENTO….

    – detassare lavoratori ed imprese del 30%… kosì si aumentano konsumi, vendite e produzione …

    – licenziare almeno 30 % dei parassiti pubblici garantendo loro uno stipendio di € 1200 al mese x 3 anni…

    nel frattempo le imprese kresceranno ed i parassiti pubblici ke vorranno finalmente lavorare, troveranno okkupazione ..

    kuest’immondizia pubblika, parassitaria e klientelare, è la principale kausa del debito e voce di spesa korrente ke aumenta anzikè diminuire…

    altro ke evasione fiskale dei lavoratori, dipendenti ed imprenditori… e spending review ke, importante sì, non ha i numeri necessari x far dekrescere il debito ke AUMENTA ! …

    e kosa ti kombina kuel viscido? vuol vendere i beni x kontinuare a mantenere i parassiti pubblici ke non vuol licenziare… o non sà… o forse non può !… ma allora se ne vada ke ha già kausato abbastanza danni a tutti noi cisalpini.

    kuello ke fa lo skifoso di varese è aumentare le tasse anzikè tagliare la spesa korrente vera,
    inkastrandoci tutti kon i tagli ai komuni e facendo ricadere su di noi la mala amministrazione pubblika romana (ed in genere levantin_italika) amministrativo_finanziaria e politika.

    x di + è anke centralista ed accentratore inverekondo ed anke immorale…
    è un “Amante della Tassazione”, uno specialista perfido… è talmente perverso ke vorrebbe kontrollare ed invadere la sfera privata di ciaskuno … kol pretesto della lotta all’evasione fiskale ke, giunta l’imposizione a livelli di servitù medioevaloe e skiavitù, è GIUSTIFIKATA & NECESSARIA x la sopravvivenza stessa del cittadino….

    l’uso del kontante limitato a 50 € è un’ignominia, al di là delle stesse giustifikazioni logike di apparenti konvenienze … un grande favore fatto alle banke, ke kosì muoverebbero solo i numeri sui konti togliendoci il bene e diritto di possesso materiale e libero utilizzo privato e diskrezionale dl “contante”… (un atto kanagliesko proprio d’una mente malata)

    l’altro favore fatto alla finanza immorale e parassitaria, è stato ed è kuello di rifinanziare le banke, irresponsabili e spesso banditeske, a skapito del kredito ai PRIVATI (cittadini ed imprese) ke non sono state obbligate ad attivare mekkanismi ke le obbligassero a dirottare il kredito direttamente alle imprese ed alle famiglie, invece ke rifinanziarsi, lukrando kon la BCE

    Monti ! basta tasse, + investimenti e meno spese korrenti x il mantenimento del parassitismo impiegatizio pubbliko…

    AGGIUNTA

    in una famigliakuando c’è uno solo ke fa entrare risorse e ki le amministra, estraneo a lui produttore, kontinua a spendere x foraggiare altri komponenti famigliari ke konsumano senza prokurare utili, beh… bisogna far saltare tutto il mekkanismo…

    il fatto è, xò, ke kuell’estraneo ke amministra le entrate dell’uniko produttore di beni vero, anzikè tagliare i sussidi ai debosciati ke mantiene parassitariamente, nell’intento di kontinuare lo stesso trattamento ed immorale spreko, ke fà !?… si accinge a svendere i beni di famiglia impoverendola viep+ ….

    kuesto fa il viscido Monti, nemiko dei cisalpini e dei lavoratori onesti ke produkono senza finzioni nè favoritismi e/o korruzione…

    il 1.000.000 di licenziamEnti nel settore pubbliko (ke da almeno 10 anni sempre ho sostenuto di pratikare), non sono di lavoratori e servizi produttivi, ma semplicemente parassitari e nocivi al bene pubbliko …

    se non si mette mano al pubbliko impiego levantin_merdionale, noi cisalpini kontinueremo ad essrere vessati e kuesti parassiti, a KIAGNERE & FOTTERCI … BASTA … SVEGLIATEVI !?

    siamo giunti al punto ke in kuesta “pretesa famiglia nazziunale” (simil kongrega arrangiaticcia di individui estranei nei kostumi, morale e karattere), non ci sono + possibilità di aumentare le entrate ed il perverso kontabile ke ci ritroviamo a kapo del governo strozza ki poroduce e kontinua a foraggiare ki sperpera e vive parassitariamente alle sue spalle…

    • Dan says:

      Guarda che i parassiti pubblici NON VOGLIONO lavorare.
      Prendi quelli delle poste ad esempio. Quanti sono i casi di portalettere che si riempiono la casa di corrispondenza invece di portarla a destinazione ?
      Quanti sono i casi di impiegate agli sportelli che si leggono tranquillamente la rivista con la gente in coda da tre ore ?
      Prendi camera cafè ed applicalo al pubblico e capisci che i parassiti non vogliono lavorare neanche se il loro lavoro fosse semplicemente stare a prendere aria sul balcone.

    • Stefano Nobile says:

      mi hai sfracellato i koglioni kon ‘sta kazzo di “K”.
      Spiacente ma devo mandarti affanqulo.

  8. Un alpino genuino says:

    Non tagliano gli sprechi enormi e pretendono soldi gante già alla frutta.
    Ma sig. MONTI che cavolo stà facendo professore di stà facendo gestire dai 4 porcellini. Si vegli studi un poco di storia:
    -Rivolta di Masaniello a NAPOLI.
    -RIvoluzione Francese.
    -Rivolte attuali in vari paesi.
    Io sono un non violento e la avviso solo di svegliarsi perchè o prende drastici provvedimenti per tappare il tappo della botte delle opere pubbliche e del CIPE, e riduce gli sprechi e le elargizioni a politicucoli o sarete “ghigliottinati” entro pochi mesi. Le cito Ghandi ” la sopportazione ha i suoi limiti e quando raggiunge il limite andare oltre sarebbe il massimo della follia” e “l’ unico modo in cui dio possa presentarsi ad un popolo affanmmato e senza lavoro è sotto fiorma di lavoro e di lavoro e di pane come salario” Lei non è nemmeno una divinità dell’ olimpo, si svegli. Dia un calcio in culo a cazzatore l’ agreste e i la minchia e soci e si faccia consigliare la economisti seri .
    Tante buone cose e auguri di salvare la testa.

Leave a Comment