Il sindaco di Chiavari: Imu al minimo e nessuna addizionale Irpef

di REDAZIONE

Il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi, ha annunciato la decisione di tenere al minimo l’Imu: sia la tassazione sulla prima casa sia quella sulla seconda con contratto di affitto registrato a residenti nell’unita’ immobiliare, ma anche per le case concesse in uso gratuito a familiari e parenti di primo grado. La conferma del primo cittadino arriva dopo il deposito di oggi del Bilancio previsionale 2012. “Nonostante il difficile periodo economico che stiamo vivendo e la situazione finanziaria in cui la precedente amministrazione ha lasciato il comune di Chiavari – sostiene Levaggi – mi sono impegnato personalmente in campagna elettorale a non alzare l’Imu e così abbiamo fatto”.

E spiega: “Come gesto di responsabilità sociale, teniamo l’Imu al minimo che per la prima casa è allo 0,4% e sulla seconda con contratto registrato ai residenti e parenti è allo 0,76”. La decisione, aggiunge, “arriva per aiutare i chiavaresi in un periodo di profonda crisi economica e non possiamo aggravare la situazione delle famiglie aumentando l’Imu. La prima casa non si può toccare perchè è una sicurezza troppo importante per chiunque e mantenendo l’Imu al minimo si compie un vero e proprio aiuto diretto alle famiglie”.

Il sindaco ha inoltre deciso di non applicare l’addizionale Irpef comunale: “La manterremo a zero perche’ il livello medio degli stipendi in Italia e’ ormai molto basso rispetto all’incremento del costo della vita. Forte, invece, sara’ l’impatto per l’Imu sulle seconde case sfitte: all’1,06%”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. gigi ragagnin says:

    non pare un sindaco della lega …

Leave a Comment