Chi paga? L’82% di tasse da pensionati e dipendenti. Le Regioni alzano il fisco

regionidi BRUNO DETASSIS

Non avevamo dubbi. Anche se non lo dice la Cisl, sappiamo chi paga e chi no. Soprattutto, da chi è più comodo per lo Stato pescare. “Più di 100 miliardi di evasione fiscale e l`82% delle tasse le pagano pensionati e dipendenti. Per un fisco più giusto #firmalacrescita”. Lo scrive in un tweet il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, rilanciando la campagna “Per un fisco più equo e giusto”, a sostegno di un progetto di legge di iniziativa popolare.

Gli aumenti dell’addizionale Irpef 2015 regionali colpiranno 5,1 milioni i contribuenti, oltre all’aumento che già era stato assestato nel 2014, con  7,2 milioni di contribuenti interessati. L’osservatorio della Uil sulle politiche territoriali avvisa che saranno 6 le Regioni a rimodularel’addizionale. Piemonte, Liguria, Lazio e Abruzzo l’hanno aumentata per alcuni scaglioni di reddito; l’Emilia Romagna ha rivisto il prelievo con riduzioni per chi sta sotto ai 40 mila euro e incrementi per quelli superiori; la Lombardia ha invece deciso di far pagare di più chi vanta redditi sopra 75 mila euro, visto che l’aliquota è passata dall’1,73% all’1,74%. Piccole percentuali che però diventano grandi incassi.

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment