Chi ci salverà dagli antirazzisti in servizio permanente effettivo?

di TONTOLO

Questa è l’immagine del depliant della campagna per la prevenzione dei tumori femminili della Regione Piemonte. Opera meritoria che si rivolge a tutte le donne residenti in Piemonte, di ogni provenienza ed etnia, come è giusto che sia. L’immagine vuole dare il senso di questa universalità e lo fa nel modo più facile e politicamente corretto (oltre che cromaticamente comodo) ritraendo due donne bianche e una negretta di bell’aspetto con i capelli scrupolosamente ordinati in treccioline. La cosa  “fa fine”, piace ai progressisti e fisicizza l’accoglienza multiculturale proprio in una Regione governata da una maggioranza in cui c’è la Lega razzista e xenofoba.

“Gliela facciamo vedere noi!” avranno pensato  confezionando l’immagine i grafici, sicuramente gente aperta e “cittadina del mondo”. Per farlo però sono incorsi in una banalità razzista. Le donne straniere in Piemonte sono circa 200mila fra regolari e clandestine, su una popolazione femminile di 2.300.000; sono cioè meno del 10% e non almeno un terzo come vorrebbe far credere la foto.

La stragrande maggioranza di loro sono “caucasiche” (chissà, forse rappresentate da un’altra delle ragazze) e, fra quelle “distinguibili” per tratti somatici,  le arabe sono molto più numerose delle more (femminile di moro) che sono superate in classifica anche dalle sudamericane e dalle orientali. Forse mettere un’araba discinta avrebbe scatenato l’inferno, ma perché far passare avanti il marrone sull’olivastro e sul giallo se non per becero conformismo?

Qui c’è qualcuno che vuole combattere il razzismo (ma siamo sicuri che lo voglia?) convinto di essere in Alabama negli anni Trenta. Chi ci salverà dagli antirazzisti in servizio permanente effettivo?

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Juan says:

    Sono antirazzista, straniero e sono arrabbiato anch’io per questa deriva dei presunti antirazzisti . Se uno non è ricco ,drogato , bianco o nero , sono i primi che non ti aiutano . Nessuno fa qualcosa per gli indiani d’America , i popoli indigeni , gli aborigeni australiani , i sardi , gli slavi , i rom e le altre vittime di razzismo . Anzi ci sono un sacco di presunti antirazzisti che diffondono razzismo verso i sardi o gli indiani , antiazzisti che sostengono il neonazista e antisemita Farrakhn solo perchè nero , che sostngono il negazionismo dell’Olocausto e Hamas , solo perchè sono arabi , ce ne sono un sacco che odiano gli ebrei e si rifanno a una teoria antisemita basata sull’ esistenza del ” privilegio bianco ” negli USA e della supremazia bianca , e dietro ciò però dicono in questa idea che gli ebrei sono i bianchi potenti e dominano tutto il mondo …. insomma sono i Savi di Sion riaddattati e nei centri sociali si diffonde questa spazzatura antisemita e di odio e negazione dell’Olocausto ! …. Io non ci sto più a queste cose , l’antirazzismo vero con capitalismo , fascismo e nazionalismo , sia bianco , nero o arabo che viene diffuso dai falsi antirazzistinon ha nulla a che vedere ! Così come non ha nukla a che vedere con il mescolamento coatto che vogliono questi antirazzisti e che nn è altro che l’attualizzazione della politica colonisliata e genocida contro i neri : se uno vuole unirsi sessualmente solo a gente della sua etnia , come del suo sesso non deve avere problemi , e il mescolamento coatto è razzismo ! A me piacciono più le donne sudamericane , cioè del mio paese e non le bianche , e voglio essere rispettato !

    I cosiddetti antirazzisti vogliono solo drogarsi , fare accordi con la criminalità e la malavita , e fare casino , ma sono i primi ad essere nemici di noi stranieri , infatti sono tutti bianchi viziati borghesi figli di papà che non fanno nulla dalla mattina alla sera e per farsi vedere dicono di impegnarsi per la libertà , ma in concreto aizzano razzismo verso gli stranieri per poi dire di essere i nostri liberatori e schiavizzarci nelle loro inutili cooperative di merda !

    Gli stranieri si autogestino da loro , non hanno bisogno di questi deficenti che anzi sono , insieme ai dementi razzisti e nazi loro compari e ai loro amici imprenditori sfruttatori , i primi nemici degli stranieri , che vogliono solamente vivere in pace e andare d’accordo tra loro e con gli italiani seri e normali , e non hanno nulla a che vedere con certa gentaglia italiana che sfrutta gli stranieri per soldi e farsi vedere !

    • nomenade says:

      Ero antirazzista fino a prima di leggere il tuo commento…torna a baita tua…cosí nelle cooperative possiamo tornare a lavorare noi bianchi viziati a 120€ al giorno come prima della vostra invasione…
      E Italiano vai a scriverlo da un´altra parte…
      🙂

  2. pippogigi says:

    Manderei quelli che fanno queste pubblicità o che le approvano a fare un giro in Brasile, gli Stati Uniti o in certi quartieri di Londra, Parigi o Berlino.
    Il multiculturismo è un fallimento ovunque ma visto che la madre degli imb*****i è sempre incinta qualcuno pensa che invece da noi (chissà perché) possa funzionare.
    Non basta dire ai bambini bianchi di non essere razzisti (consapevoli direi io) se poi sono gli altri ad essere i peggiori razzisti al mondo.

  3. luigi bandiera says:

    Caro el me Tontolo,

    nel tentativo di fare i buoni i komunisti rischiano di fare i kattivi. Anzi. Sono i cattivi.

    Lo fanno contro di noi liberi nella mente e contro anche i loro stessi compatrioti, supposto ce ne siano di patrioti al trikolore.

    Senti questa.
    Un di’ io volevo alzare la bandiera della mia Nazione (Lion de S. Marko) in una festa tra amici. Ebbene, mi fu impedito da un cojonixa’ al trikolore.

    Per non rovinare la festa (io passavo per il rompi e l’altro no) la feci su e la misi via. Eravamo anche in terra straniera (sud Tirol detto dai non razzisti TAA).
    Tra l’altro, agli autoctoni, i paroni de kaxa, chiesi se per loro era un atto offensivo se esponevo la mia bandiera.
    Sorridendo mi dissero che per loro andava bene.

    Quindi il vero nemico nostro sono (lo si ripete da tanto purtroppo) proprio i non razzisti trikoloriti e fortemente COJONIZZATI.

    Questi non li tieni… perche’ sono come dei cresimati: soldati del komunismo.

    Ricordo pure che dalla mamma komunista (l’itaglia) sono nati tutti gli altri, quindi di sx e di dx e di cnt.

    Adolfo ha usato la propaganda (lavaggio psicologico del cervello, arma letale e potentissima) per far dei tedeschi dei nazi. L’itaglia oltre al genoetnocidio, la propaganda, la KST ha usato i moltissimi KAPO’. PER TUTTI GLI APPUNTI, I COJONIZZATI. Non ha usato i forni… per farcitaliani. Beh, se no chi li manteneva..?

    Ed ancora, sono ormai convinti che loro sono il BENE e tutti gli altri il MALE. Solita medaglia no..?

    Ci porteranno, se vanno avanti cosi’, a una guerra civile.

    Tranquilli, non manca tanto.

    E noi soccomberemo, visto gli andazzi.

    …continua…

  4. nomenade says:

    e chi ci salverá dai razzisti in servizio permanente effettivo?
    “Pa´ e gnoransa…la distansa pö lontana sa pöl vedér…tra chi gha ria mja e chi ´nvece l´é peghér…le bestemmie le rimbalsa cutra j mür dei capanú…l´é inütíl che po dopo ta sa la ciapét con dej neghér”…
    dai per piazér Tontolo…ciapomesela mja per negota neh…

    • Pierin says:

      completamente d’accordo….questo politically correct del multietnico anche nelle pubblicità si è diffuso soprattutto in contrapposizione agli xenofoni nostrani…Da noi ci sono talmente poche persone di colore che altrimenti difficlmente comparirebbero nelle locandine pubblicitarie..

Leave a Comment