Scuola, perché conveniente copiare la Svizzera e uscire dai pasticci di (ex) ministri e sindacati

Scuola
di Sergio Bianchini – A Zurigo la scuola elementare comincia a 7 anni e dura 6 anni. Dopo tre anni le classi, mediamente di 20 alunni, vengono rimischiate e rifatte e quindi gli alunni cambiano maestri. Le ore di lezione sono 25,5 alla settimana con distribuzione variabile da giorno a giorno e sabato libero. Ci sono cinque periodi di vacanza, così dislocati: vacanza autunnale, 2 settimane in...

Bianchini: vi spiego perché nessuno vuole eliminare la “supplentite” e il precariato

banchi_scuola
di Sergio Bianchini  – Tutta la stampa annuncia con grande evidenza l’ennesimo inizio disastroso dell’anno scolastico. E dopo decenni di “riforme epocali” quest’anno l’inizio sarà più disastroso che mai. Dilaga una malattia storica, la “supplentite”, cioè l’incapacità di assicurare tempestivamente la copertura in ruolo dei posti di docenza vuoti e quindi il necessario...

Scuola, non è cambiato nulla

libri_scuola1
di Angelo Valentino – La scuola leghista non ha lasciato il segno. Ininfluente e sindacale, ha gestito lo status quo e ha perso l’occasione per seminare il cambiamento. La prova del nove arriva a settembre… “Anche quest’anno le scuole italiane riapriranno le porte a meta’ settembre, una data che mette in grande difficolta’ i genitori, specie quelli che lavorano...

Boni, residuo fiscale e salari differenziati. Pensiero nordista? Sì, di Grande Nord

Scuola, Esami di Maturità
di Davide Boni – Leggo con interesse questo fondo di Fabio Rubini e lo condivido, pur non essendo d’accordo su tutto. Mi piace la presa di posizione di Fontana, forse tardiva ora cambierà il governo e il precedente non si è mosso. Sono un tantinello, se mi permette, critico sulla questione del costo 0, visto che la matematica non è un opinione, un contratto integrativo versato dalle Regioni...

Avevano in mano la scuola, non hanno fatto nulla. Anzi, peggio. Torna la supplentite

Studenti_corteo_scuola--400x300
di Angelo Valentino – Il ministero della pubblica istruzione è un posto chiave per i politici. Non solo perché gestisce un esercito di persone, ma anche perché determina e non poco la vita quotidiana di milioni di famiglie oltre che costruire la classe dirigente e manifatturiera del Paese. Ma cosa sta accadendo? Italpress ci offre una carrellata incredibile di fatti e misfatti alla vigilia...

Lo psicologo militante in classe, e i danni che ci becchiamo

Scuola
di SERGIO BIANCHINI – Scuola :La colonna è ferma e tutte le parti litigano. La figura dello psicologo “militante” che nella scuola abbiamo conosciuto per decenni viene finalmente delegittimata da un alto livello intellettuale. Della Loggia parla dei bambini arbitrariamente sottratti ai genitori in Emilia e descrive quella che secondo lui è la causa di questa dolorosissima e gravissima...

La scuola deve restare nazionale. Ministro Bussetti che fa, non si dimette?

Scuola, Esami di Maturità
di CASSANDRA – La Lega oggi esprime i massimi vertici della scuola e dell’università. L’istruzione è in mano al Carroccio. Tuttavia, nel dibattito sull’autonomia uno dei principali incagli è stata proprio la scuola. Gli alleati di governo hanno chiaramente detto che l’istruzione deve essere garantita a livello centrale, deve essere uniforme, uguale per tutti. Salta...

Corsera: lucidamente disperato e disperante il discorso di Galli della Loggia sulla scuola

scuola-sicura
di SERGIO BIANCHINI – La cosa strana, ma ormai abituale, è che gli acuti analisti del disastro scolastico italiano, non nominino mai il ministero e l’enorme struttura organizzativa del sistema scolastico italiano. Lo stesso errore fece Don Milani quando scrisse la sua “Lettera a una professoressa” nella quale lanciava anatemi alle insegnanti accusate di non realizzare la scuola della...

Scuola e identità, l’ostracismo del governo

scuola veneto
di GIANCARLO RODEGHER – Non sono così competente da poter approvare o bocciare le proposte del professor Bianchini (http://www.lindipendenzanuova.com/bianchini-il-programma-per-la-scuola-se-fossi-ministro/). L’importante è discuterne perché la scuola ha estremo bisogno di essere riformata dalla base e riorganizzata nella sua interezza, specie a livello locale. Voler continuare a gestire...

Addio a latino, 6 politico e largo a Invalsi: Scuola vicina a punto di non ritorno. Ignorantizzazione di massa

Scuola, Esami di Maturità
rassegna stampa   di ALVARO BELARDINELLI – È proprio vero che responsabili e tifosi dell’invalsizzazione coatta della Scuola italiana non ne comprendano le implicazioni, le ricadute, le conseguenze? È vero probabilmente per i “tecnici” dell’Invalsi, il cui stipendio dipende proprio dal loro non comprenderle. Un po’ meno vero, probabilmente, è per i mandanti del progetto che...