La Svizzera degli anni ’70 come l’Italia di oggi nel libro “Cacciateli”

Schermata 2019-07-08 alle 12.07.05
rassegna stampa di RINO SCARCELLI – È in libreria da poco più di un mese un libro intitolato ‘Cacciateli! – Quando i migranti eravamo noi’. L’autore, il giornalista e saggista Concetto Vecchio, è nato in Svizzera tedesca da immigrati siciliani nel 1970: è l’anno in cui gli svizzeri furono chiamati a votare su un’iniziativa popolare che chiedeva l’allontanamento...

VareseNews: “Lo facciamo picchiare al comizio”. Rabbia ndranghetisti contro Verderio

verderio2
rassegna stampa «Andare contro la ‘Ndrangheta non è che porti voti, qui. Anzi». Lo confessava, con realismo ma comunque pronto alla battaglia, Modesto Verderio. Erano i giorni ancora freddi di fine inverno 2018 e aveva appena annunciato di volersi candidare sindaco. Qualche anno prima era il “leghista contro la ndrangheta”, quell’anno si candidò invece con Grande Nord contro il centrodestra...

Minniti, il caso Sea Watch si poteva risolvere in 5 minuti. Ma la politica cerca solo consensi

minniti
rassegna stampa di Alberto Ferrigolo (Agi)- Mentre nella notte la Sea Watch è arrivata in porto, la capitana Carola Raketet è stata arrestata e i 42 migranti a bordo sono stati fatti scendere, sui giornali si continua a parlare di emergenza, flussi, corridoi umanitari e quote. E a questo proposito, in un’intervista a Il Fatto Quotidiano l’ex ministro dell’Interno dei governi di centrosinistra...

Accordo frontalieri, gli elvetici: non ci fidiamo di questo governo

  rassega stampa   RAPPORTI ITALO-SVIZZERIA accordo frontalieri, “dubitiamo della volontà italiana” “Dubitiamo che ci sia la volontà da parte italiana di fare un passo verso la Svizzera” riguardo all’accordo fiscale sui frontalieri, ha detto il presidente della deputazione ticinese alle camere federali Marco Chiesa durante il tradizionale...

Decreto Dignità, più contratti di lavoro? Insomma…

20080812 -  GENOVA - FERROVIE: FANNO TIMBRARE CARTELLINI DA COLLEGA, 8 LICENZIATI    Un impiegato tibra il cartellino di presenza al lavoro in una immagine d'archivio.  Otto dipendenti Trenitalia, in servizio presso il deposito di piazza Giusti nel quartiere genovese di San Fruttuoso, sono stati licenziati dopo essere stati scoperti mentre si facevano timbrare il tesserino da un collega.  ANSA - ARCHIVIO /PIETRO CROCCHIONI/   KLD
di ANGELO VALENTINO – Iniziamo a dare i numeri dall’inizio della settimana. Voi, di lavoro, ne vedete in giro? Avete la percezione che sia tornata la tranquillità economica? Che il benessere sia diffuso dopo che il governo ha abolito la povertà? Senza dimenticare che sono sparite le accise sui carburanti come promesso in sole due settimane dall’insediamento dell’esecutivo,...

Autonomia, storia di uno stallo. Il nulla in un anno di governo

manoscritto
RASSEGNA STAMPA Solo in inverno il governo Conte ha riaperto il dossier della più larga autonomia per Emilia, Lombardia e Veneto. Restano ancora aperti tutti i problemi legati al finanziamento delle funzioni trasferite. E sono da definire almeno due aspetti politici. La situazione di partenza di PAOLO BALDUZZI – Al momento del giuramento del governo Conte, lo stato dell’arte del federalismo...

Il fact checking di Agi su Borghi: non è vero che tutti sforano il 3%. E il Portogallo ci bagna il naso

portogallo
rassegna stampa Pagella politica di Agi Intervistato dall’Huffington Post il 27 maggio Claudio Borghi, il presidente della commissione Bilancio della Camera in quota Lega, ha dichiarato: “Nessuno rispetta questo parametro [del deficit/Pil sotto il 3%], la Francia quest’anno farà il 3,5 per cento, il Portogallo, che tanti economisti celebrano come modello virtuoso, ha fatto il doppio del...

La partita delle nomine in Europa, il vero domino politico…

europarlamento 1
rassegna stampa di mMASSIMO MAUGERI – La lunga veglia dell’Europa durerà tre giorni, quasi senza soluzione di continuità. Le grandi manovre per il futuro dell’Unione infatti, cominceranno esattamente 48 ore dopo la chiusura delle urne: martedì prossimo alle sei del pomeriggio, i capi di Stato e di governo della Ue siederanno al tavolo del Consiglio europeo straordinario convocato...

La fine di Theresa May? È una lezione da imparare a memoria, per chi combatte i populisti

Schermata 2019-05-23 alle 22.52.21
  rassegna stampa de linkiesta – Non giratevi dall’altra parte, adesso. Guardatela, Londra. Guardatela soprattutto voi, europeisti, anti-populisti, o come vi volete chiamare. Voi che alzavate il sopracciglio, serafici, nel dire che la Brexit sarebbe stata il più grande spot a favore dell’Unione Europea. Voi che dicevate, parafrasando Montanelli, che mettere i populisti di fronte...

E UNA MONTAGNA DI TASSE CI SEPPELLIRA’

tasse 6
      rassegna stampa Al netto del “bonus Renzi”, il 12,28% dei dichiaranti versa il 57,88% dell’Irpef: la fotografia da parte di itinerari previdenziali di un Paese cui servirebbero più equità e strumenti come il “contrasto di interessi” per combattere efficacemente l’evasione fiscale.  Di Alberto Brambilla e Paolo Novati   Politica e...