Amici-nemici di lotta e di governo

Beppe-Grillo-ITA
Formalmente il no di Nicola Zingaretti ad un Conte bis resta, ma non si tratterebbe più di una posizione granitica. Quel no potrebbe trasformarsi in un sì se arrivassero dei segnali di discontinuità dal Movimento 5 stelle sulla composizione del governo. Ovvero se M5s cambiasse alcuni ‘interpreti’ che hanno governato con la Lega cadrebbe il veto. La trattativa tra Pd e M5s va avanti....

Lega in saldo

saldi
di CASSANDRA – Recita la canzoncina della bella lavanderina: fai un salto, fanne un atro, fai una giravolta, falla un’altra volta, guarda in su, guarda in giù, dai un bacio a chi vuoi tu. Sembra o non sembra il valzer del Capitano di sventura? Ieri al giro di consultazioni al Viminale ha riferito che lui con i 5Stelle ci tornerebbe. Il cattivo è Conte. A Salvini dovrebbero fare due regali:...

Nodo commissioni, riflettori su quella del Bilancio

euro senza stato
Se dovesse vedere la luce un governo sostenuto da Pd e M5s e, ipotesi non futuribile, anche da Leu e alcuni esponenti dei gruppi Misti e di altre forze minori, i numeri in Parlamento blinderebbero la nuova maggioranza, forte di almeno 350 deputati alla Camera e circa 170 senatori a palazzo Madama. Semmai, i riflettori si sposterebbero sulle commissioni, vero snodo dei provvedimenti e dell’azione...

Nelle mani del Quirinale

epa07255797 A handout photo made available by the Italian Presidential Press Office showing Italian President, Sergio Mattarella, during the year-end speech to Italians at Quirinale Palace in Rome, Italy, 31 December 2018.  EPA/FRANCESCO AMMENDOLA / QUIRINALE PRESS OFFICE HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES
Ora il presidente del Consiglio attende l’evolversi della situazione. Ha fatto intendere di non essere affatto favorevole alle urne. “La chiusura anticipata delle Camere comporterebbe il blocco dell’iter delle riforme”, ha spiegato. Nella sede del governo l’auspicio e’ che le forze politiche possano continuare a lavorare nell’interesse del Paese. E Conte –...

Conte si dimette e sale al Quirinale. “Salvini incosciente, ha seguito interessi personali e di partito. Da lui gravi carenze di cultura costituzionale”

Schermata 2019-08-20 alle 16.30.20
https://youtu.be/RrvX8yxO4k8   Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte entra nell’Aula del Senato tra gli applausi dei senatori M5S ma non di quelli della Lega. Stringe la mano calorosamente a Matteo Salvini, con cui si scambia due parole all’orecchio: quindi stringe la mano, uno ad uno, a tutti i ministri della Lega in piedi alle sue spalle. Quando si siede, Salvini si accomoda...

Cosa disse detto Conte un anno fa quando nacque il governo del “cambiamento”

Giuramento_Governo_ministri_Adn7
Signora Presidente, Onorevoli Deputate e Onorevoli Deputati, desidero innanzi tutto rivolgere un saluto al Presidente della Repubblica, che rappresenta l’unità nazionale e che ha accompagnato le prime – non facili – fasi di formazione di questo Governo. Entrando per la prima volta in quest’aula e nel parlarVi oggi, avverto pesante la responsabilità per ciò che questo luogo rappresenta....

Un anno di montagne russe

lega no euro
Il governo Conte, primo della XVIII legislatura e sessantacinquesimo della Repubblica, ha visto la luce il 1 giugno del 2018, dopo una faticosissima gestazione di 88 giorni. Oltre un anno di vita sempre sull’altalena di litigi e riappacificazioni, fino al redde rationem finale. A tenere uniti M5s e Lega, che si erano presentati in contrapposizione alle politiche del 4 marzo, doveva essere il...

E oggi Conte “decide” il futuro della crisi

Schermata 2019-04-12 alle 20.40.49
Dopo giorni di polemiche e schermaglie tra i partiti, questa settimana la crisi di governo entra nel vivo. Si inizia martedì con le comunicazioni di Giuseppe Conte al Senato. Il presidente del Consiglio sta definendo gli ultimi dettagli del suo discorso. L’intervento e’ fissato alle 15 ma mezz’ora prima si riunira’ la conferenza dei capigruppo per decidere i tempi dell’Aula....

Avanti così, a parlare di sicurezza e barche, di Europa e tunnel, dove ci ha portato la Lega?

somaro-nord
di Riccardo Pozzi – Quando nel 2010 uscì “Il sacco del Nord- Saggio sulla giustizia territoriale” molti leghisti arricciarono il naso e accennarono a spallucce di indifferenza. Fra i pochi a indicare quel libro come la Bibbia dei federalisti c’era proprio Matteo Salvini. Le fredde e ciniche analisi del Professor Ricolfi, che infatti insegna “Analisi dei dati” a Torino, mettevano molto...

“A forza di girare spiagge, Salvini rischia di restare spiaggiato”

grasso
rassegna stampa “Cambiamo la legge elettorale, il Rosatellum è sbagliato, e togliamo il boccino dalle mani di Salvini”: lo afferma in una intervista a La Repubblica l’ex presidente del Senato Pietro Grasso, oggi esponente di Leu. Sta facendo “decisamente” passi avanti il ‘lodo Grasso’ per far cadere Conte senza passare da una sfiducia, “anche se senza...