Del Zotto: Mestre non è Venezia, finalmente il referendum per tornare città autonoma

Schermata 2019-09-19 alle 20.10.32
di Pierangelo DEL ZOTTO – Venezia non è Mestre. Mestre non è Venezia. Il centralismo può unire forzatamente ma la storia chiede sempre il conto, anche se quasi un secolo dopo e con innumerevoli battaglie, scontri politici. Ne più ne meno come come altri Comuni, Mestre nel 1926 subì la fusione fascista a freddo unendosi a Venezia. Ma Venezia non è Mestre. Mestre non è Venezia. Se avesse...

Ma come può fidarsi il Nord di Salvini?

Schermata 2019-09-12 alle 15.18.59
di Riccardo Pozzi – Intendeva superare le argomentazioni storiche del leghismo, nazionalizzando il problema del regionalismo, invece ha finito per banalizzare la questione settentrionale riducendola ad una accozzaglia di rivendicazioni naif e fuori dal tempo, ha dato al movimento una snaturata connotazione di destra muscolare e decisionista, mentre la Lega aveva come postulato il non sporgersi...

Jörg Klotz, il 22 settembre il ricordo con la famiglia e gli Schützen in Val Passiria

Schermata 2019-09-20 alle 15.25.32
La famiglia Klotz e il Battaglione Schützen della Val Passiria vi invitano a un evento Domenica 22 settembre 29019 Ore 10 – Santa Messa con la partecipazione del coro dei Cacciatori di Passiria nella chiesa parrocchiale di San Leonardo (senza corteo e senza abbigliamento particolare). Successivamente un momento di raccoglimento presso la tomba. Ore 11,30 – Accoglienza degli ospiti nella...

Caro Matteo, dovevi brindare col prosecco veneto, non col mojto

Schermata 2019-08-22 alle 14.49.30
di Stefania Piazzo e Luigi Negri – Aveva solennemente promesso che avrebbe tolto le sanzioni economiche alla Russia. Aveva solennemente preso l’impegno di far saltare l’Europa. Le sanzioni, con lui al governo, non sono state cancellate. In Europa abbiamo visto come è andata. I populisti sono arrivati almeno quinti e non hanno fatto numero per il ribaltone di Bruxelles. Aveva infatti...

Callegari: io in piazza a Venezia con Grande Nord. Roma la lascio alla Lega dei pieni poteri…

IMG-20190425-WA0026
di Corrado Callegari –  Ci sono luoghi simbolo che non possono essere espropriati del loro significato. Prendete ad esempio Venezia e quella folla che occupò le rive del Po dal Piemonte fino all’Emilia, alla Lombardia e al Veneto. Ci sono parole che hanno un valore e una efficacia senza tempo. Eppure dopo 23 anni, quel settembre 1996 è rimasto nelle pagine della politica, ha significato...

700 giorni senza autonomia

di Valter Roverato – Bepi e Nane, Veneziani qualsiasi, si trovano al bar e, fra un’”ombra” di vino ed un “cicheto” chiaccherano di politica e di autonomia del Veneto…. B: “Hai sentito, Nane? Ormai sono praticamente 700 giorni……..” N: “700 giorni? Quasi 2 anni, ma di che cosa? Hai fatto un bambino 700 giorni fa e non me l’hai detto?” B: “Ma va, stupido! Sono quasi 700...

Quella classe politica che ha sperperato i voti da Est a Ovest. Quanto ci costerà questa cambiale?

cambiale
di Corrado Callegari – La libertà si impoverisce se si abbandonano i cittadini a un destino senza capacità e senza scelta. Se decliniamo questi concetti in termini di Federalismo ritroviamo la tesi di Miglio, del Federalismo competitivo che mette in concorrenza i governi locali, massimizzando le opzioni di scelta dei cittadini, attraverso la meritocrazia. Ci ricordava Antonio Martino...

La questione catalana, convegno 28 settembre a Milano con Centro Studi Dialogo

Schermata 2019-08-29 alle 14.57.27
Il Centro Studi Dialogo organizza il 28 settembre 2019 alle ore 15.00 a Milano, presso la Sala Auditorium SanVittore49 (in Via San Vittore 49), un convegno per analizzare la “questione catalana”. Il titolo del convegno è “#HoTornaremAFer, la via catalana verso la Libertà”, un titolo che riprende la frase pronunciata da Jordi Cuixart, presidente di Omnium Cultural, durante la sua ultima deposizione...

Italo-statisti, si governa e si traffica un po’ per uno…

eurotitanic
di Valter Roverato – Dopo poco più di un anno dall’insediamento, questo governo, ennesimo non votato né voluto dagli elettori, toglie il disturbo. Il multi-felpato Salvini ha scelto l’estate, dopo un breve soggiorno in spiaggia ed un giro in giostra con la moto d’acqua per suo figlio, col benestare della Polizia di Stato, per togliere la corrente al governo. Tutto ciò dimostra la statura...

Elsa Morante su Mussolini, capo del governo

duce2
di Elsa Morante – “Il capo del governo si macchiò ripetutamente durante la sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto, gli avrebbero meritato la condanna, la vergogna e la privazione di ogni autorità di governo. Perché il popolo tollerò e addirittura applaudì questi crimini? Una parte per insensibilità morale, una parte per astuzia, una parte per interesse e tornaconto...