Chiesa,lo scisma strisciante che arriva dall’America Latina. E che ha un leader piuttosto importante…!

Stereotype map, the world according to Americans
di DAVIDE LOVAT –  I grandi scismi avvenuti nella Chiesa fondata da Gesù Cristo in capo a Pietro e agli apostoli, sotto il presidio di Maria con la discesa dello Spirito Santo a Pentecoste, hanno avuto tutti una base storico-politica contingente che potremmo definire causa accidentale e una base antropologico-culturale che ne rappresenta la vera causa prima: essa riguarda l’essenza profonda...

Da Cicerone ai salotti poltici in tv. L’arte di imbesuire il telespettatore con l’aria fritta

cicerone
di GIANLUIGI LOMBARDI CERRI – Discutere significa cercare di far prevalere, attraverso un dibattito, la propria tesi nei confronti di quella avversaria. Questo dibattito avviene, generalmente a voce, in una riunione in cui due o più oratori, in presenza di pubblico più o meno numeroso, espongono a turno alterno I propri argomenti, con una delle seguenti modalità.   -Discussione libera...

Tra dittatura fiscale e doppia morale all’italiana

fisco_tasse
di ROMANO BRACALINI L’Italia è ancora uno stato di diritto? Non ho mai pensato che lo fosse. Da un secolo e mezzo la parte terrona tiene in ostaggio la parte progredita e civile; da sempre l’avvilisce e la sfrutta con l’oppressione di una burocrazia occhiuta e poliziesca che senza criterio di equità e di rispetto dell’individuo compie ogni sorta di abuso e assesta “strappi forti allo stato...

Il Corriere profetizza il declino dell’Italia: “Lo stato inefficiente è l’imbuto dove tutto si ferma”. Se ne sono accorti adesso?

fallitalia1
di SERGIO BIANCHINI – Sabino Cassese nato nel 1935  in provincia di Avellino, è un giurista e accademico e giudice emerito della Corte Costituzionale. È stato ministro per la funzione pubblica del Governo Ciampi dal 28 aprile 1993 al 10 maggio 1994 e sempre da Ciampi nominato giudice costituzionale nel 1995. Ha fama di grande uomo di alta cultura e di grande sapienza giuridica e istituzionale....

Migranti, anzi profughi, anzi clandestini. Con la carta d’identità per un anno liberi di fare e disfare. Cosa fanno le eccellenti prefetture e i governi non eletti? Un beato piffero

La protesta di alcuni abitanti di Gorino e Goro, sul Delta del Po ferrarese, che hanno eretto delle barricate per impedire il passaggio dei pullman che avrebbero dovuto portare alcuni profughi all'Ostello di Gorino, requisito dal Prefetto di Ferrara, Michele Tortora, per affrontare l'emergenza nel piano di accoglienza nazionale, 25 ottobre 2016.
ANSA/ FILIPPO RUBIN
di GIUSEPPE LONGHIN – Visti gli ultimi accadimenti (morte di una donna e proteste nei centri accoglienza) e prese di posizione (sindaci e amministratori “in rivolta”) ora lo stesso Governo inasprisce le espulsioni e i controlli verso quelli che tutti oggi chiamano “migranti” e che fino a pochi giorni fa tutti chiamavano “profughi” e che a breve tutti chiameranno “clandestini”...

Obama, il Nobel bombarolo che ha disfatto il mondo. Putin, il gigante che salverà l’Europa

putin
di MARCELLO RICCI – Durante gli otto anni di presidenza di Barack Obama Premio Nobel per la Pace, gli Stati Uniti hanno bombardato: Afghanistan, Libia, Somalia, Pakistan, Yemen, Iraq e Siria determinando il rafforzamento dell’islamico e  causando conflitti militari in diversi paesi.Senza dichiarazioni di guerra, ha  attaccato e invaso altri paesi. Nel dicembre 2009, subito dopo aver ricevuto...

Popolo senza sovranità, ma diventa populista se si ribella

Popolo pelizza
di ROMANO BRACALINI Il popolo che si ribella, o solo mostra insofferenza alle direttive della tecnocrazia europea, ha una sua aggettivazione spregiativa in “populista”. Parola di cui si è fatto un uso intimidatorio in questi ultimi giorni. Il potere vessatorio, con tratti di autoritarismo come non si ricordava da tempo, riunisce sotto la specie populista, che ha il suo equivalente in qualunquista,...

Se è un imam a denunciare che la maggioranza degli imam di Francia e Belgio vietano gli auguri di Natale e Capodanno. L’Europa merita di soccombere

parigi
di STEFANIA PIAZZO – Cos’hanno insegnato i Bataclan, i camion sul lungo mare di Nizza, o sui mercatini di Berlino? Nulla. E cosa, ancora, gli attentati a Bruxelles? Niente di niente. L’islam è una religione di pace, che si ostina a predicare il papa? E nonostante i morti, la Francia, l’Europa dei diritti, non ha ancora preparato gli anticorpi contro il male e la dabbenaggine...

Ma basta con questi discorsi democristiani sulla civiltà! Avete estirpato le radici cristiane, non ci resta che pregare!

suore2
di MARIO DI MAIO – I nostri “capi”( tutti rigorosamente democristiani a partire da Mattarella) e anche quelli europei, (a partire dalla democristiana Merkel) continuano a riempirsi la bocca con la civilta’ europea basata sui nostri valori atavici da contrapporre “con fermezza” al radicalismo islamico. La verita’ e’ che una volta estirpate le radici cristiane...

Perché l’Italia è praticamente l’unico paese europeo a non aver subito ancora attentati a firma ISIS?

killer-berlino
di GIUSEPPE LONGHIN – Dobbiamo solo allarmarci per l’uccisione a Sesto San Giovanni del terrorista che ha compiuto l’attentato a Berlino o è un semplice caso? Perché l’Italia è praticamente l’unico paese europeo a non aver subito ancora attentati a firma ISIS? È giusto che la Prefettura “imponga”, con l’accordo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati),...