Svolta anti-populista in Slovacchia

slovacchia
rassegna stampa di CARLA ATTIANESE – Una sferzata anti establishment, ma lontana, lontanissima dal populismo, è possibile. È questo il titolo della notizia, a suo modo clamorosa, che arriva dalla Slovacchia, paese ultra tradizionalista e nella sfera di influenza di quel blocco di Visegràd che si è fatto profeta dell’ultranazionalismo di destra, dove a vincere le presidenziali è stata...

L’EUROPA PUO’ ANDARE OLTRE DESTRA E SINISTRA?

grillo_europa
di MARIO DI MAIO – Indipendentemente dall’epilogo che avrà, la  Brexit è il primo eclatante esempio di sovranismo da “delusione” nonostante i privilegi invidiabili che avevano accompagnato l’ingresso e la partecipazione a Cee ed Ue della Gran Bretagna.  E finora l’esperienza ha dimostrato che per superare la sostanziale dittatura che caratterizza l’attuale...

La Scozia insegna: chi vuole la libertà vuole l’Europa dei popoli, non la Brexit

brexit2
di ROBERTO PISANI – Ai più può sembrare una contraddizione parlare di identità dei popoli in un contesto, come quello attuale, di europeismo e globalizzazione, dove si stringono accordi commerciali e politici con stati così distanti da noi e non solo geograficamente. Invece no! L’identità dei popoli è sempre più importante e deve essere rafforzata proprio perché minata dalla corsa...

Regioni d’Europa? Lombardia battuta dall’Est. Senza idee crescono divario e populismo

di STEFANIA PIAZZO – Europa, vogliamo andare in Europa. Anzi, vogliamo restare in Europa, argomentano giustamente coloro che intendono contrastare l’urto sovranista. Ma conosciamo lo sviluppo delle regioni d’Europa? Perché qualsiasi dibattito sulla macroegione, sull’autonomia, non può non tenere conto dei numeri. Anche l’Europa per cominciare, ha i suoi ricchi e i suoi...

Lugano o Reggio Calabria? Dalla Lega di Maroni a quella di Salvini scopri le differenze

L'inserzione che fa discutere
di MONICA RIZZI – Non è di oggi la conversione del neoleghismo al Sud. Quando cinque lontani anni fa, mentre nessuno avrebbe mai scommesso sulla rotazione odierna del carroccio da territoriale a nazional-unitario, un personaggio allora di spicco nella politica leghista lombarda, un maroniano tutto d’un pezzo, un uomo delle scope, Fabio Rizzi, ex senatore e al tempo presidente della Commissione...

Rizzi: Veneto, Friuli e Carinizia per l’Euroregione. Ma il modello è la Svizzera

Logo_laengs
di MONICA RIZZI – I governatori di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia (Austria), Renzo Tondo, Luca Zaia e Gerhard Doerfler  firmarono a Trieste l’atto costitutivo dell’Euroregione ‘Senza confinì. Il soggetto giuridico per la cooperazione tra le tre regioni nasceva come Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (Gect) con sede a Trieste. Nel corso della trilaterale...

Tre macroregioni, altrimenti salta tutto

Puzzle map: Rom and Italy macro
di SERGIO BIANCHINI – L’amore universale per De Andrè, amante dei delinquenti e degli assassini, è una prova della patologia italiana. Devo dire che ormai sono pienamente convinto che le Italie siano 3, tre macroegioni non rocciose anzi magmatiche, e che la nazione si regge proprio per la presenza della chiesa cattolica che a modo suo tiene unito il paese. Ma la chiesa cattolica è...

Euro, solo Italia ha perso 75mila euro procapite. Con la macroregione saremmo stati forti come i tedeschi

euro
di MONICA RIZZI – L’euro non è il male assoluto. Dipende da chi ti governa. L’Italia giocava sulla svalutazione per essere competitiva. Con la moneta unica tutti sono partiti dallo stesso start, stessa linea di partenza. E qui sono iniziati i guai 20 anni fa, perché c’era un pezzo di paese pronto a reggere la concorrenza, la macroregione del Nord, con un Pil che rincorreva...

Bianchini: caro direttore de lindipendenza, la sola via d’uscita è la macroregione, non la secessione

Puzzle map: Rom and Italy macro
di SERGIO BIANCHINI – Cara Stefania, ha fatto bene ad evidenziare il mio discorso e aggiungere la sua autorevole risposta. Le nostre due tesi non sono affatto in contraddizione, anzi sono le due facce del rapporto del Nord con l’italia e contemporaneamente della sua lotta contro l’ingiusta rapina fatta dallo stato contro il nord (http://www.lindipendenzanuova.com/bianchini-viva-la-nazione-lindipendenza-senza-il-nord-viene-giu-tutto-parola-di-ambulante/). Io...

Governo sovranista con gilet gialli. Francia ritira ambasciatore. Non accadeva da 2° guerra mondiale

Protestors wearing yellow jackets face riot police officers on the Champs-Elysees avenue in Paris, Saturday, Nov.24, 2018. France is deploying thousands of police to try to contain nationwide protests and road blockades by drivers angry over rising fuel taxes and Emmanuel Macron's presidency. (ANSA/AP Photo/Kamil Zihnioglu) [CopyrightNotice: Jean-Francois BADIAS]
di STEFANIA PIAZZO – Il governo italiano, attraverso un suo vicepremier e altri membri parlamentari, ha di fatto consumato un atto ostile contro il governo francese dichiarando la propria alleanza con i gilet gialli che hanno messo a ferro e fuoco Parigi, dando vita ad una guerriglia urbana di dimensioni che ricorda una guerra civile. Il richiamo dell’ambasciatore è stato annunciato...