“L’EUROPA DEI POPOLI”, NEL SOGNO DI CATTANEO,    TORNA A ISPIRARE IL NORD SFRUTTATO E VILIPESO

cattaneo2
di ROMANO BRACALINI –  Fu dopo il ’48,nel volontario esilio del Ticino,sulla base dei suoi studi e delle sue meditazioni,che Carlo Cattaneo cominciò a concepire l’ideale federalista che avrebbe dovuto ispirare l’Europa dei popoli. Negli avvenimenti del moto popolare milanese aveva visto la continuazione di tutta la storia dell’Italia comunale. Essa dimostrava che la forza della nazione...

La Ue ricicla il trombato polacco

Polonia-elezioni-2015
di MARIO DI MAIO –  La prova del nove che l’ U.E. e’ diventata un pasticciaccio assurdo che produce effetti perfino comici e’ la fresca elezione del Presidente del consiglio dei ministri : e’ stato riconfermato, con un solo voto contrario, il predecessore. Ma il fatto che si tratti di un polacco e che sia stato bocciato proprio dalla Polonia dovrebbe far riflettere i...

Immigrazione, Consiglio d’Europa a Italia: corruzione in sistema accoglienza. Stato non previene la tratta di esseri umani

MIGRANTI, ONU: 880 MORTI IN NAUFRAGI DELLA SCORSA SETTIMANA
“L’Italia deve migliorare la capacità di accoglienza del proprio sistema di asilo e le politiche di integrazione”. Inoltre, deve “prevenire la tratta di esseri umani e combattere la corruzione nel campo dei servizi collegati all’immigrazione”: sono queste le principali raccomandazioni contenute in un rapporto pubblicato dal Rappresentante speciale del Segretario...

L’ordine da Mosca era: uccidere il Papa per invadere l’Europa. Ecco le cartine del piano militare

cartina
di PIERO LA PORTA* – Questo articolo è dedicato alle famiglie delle vittime del terro-rismo, ai politici, come ai fun-zionari, ai giudici, agli operai, ai carabinieri, ai poliziotti, ai semplici cittadini, centinaia di persone, centinaia di famiglie straziate, ingannate, alle quali nessuno potrà restituire i loro cari, non di meno hanno diritto alla verità. Anni fa venimmo in possesso di...

E’ finito anche l’impero romano. Figuriamoci se l’Europa è eterna

CESARE
di SERGIO BIANCHINI – I regni e le città stato si sono contesi per secoli un ruolo preponderante. Già 3000 anni fa i regni più forti tendevano all’impero, egitti, assiria, babilonia. Il regno sovrastava la città e l’impero entrambi. L’antica Grecia vide un proliferare invece di potentissime città stato che costruivano alleanze ed arrivavano ad esercitare l’egemonia...

La bugia umanitaria, un altro fake

frontex
di SERGIO BIANCHINI – La bugia umanitaria sembra essere la linea del governo italiano che probabilmente l’ha imparata da alcuni settori del nostro cattolicesimo militante che “per amore dell’amore” è disposto anche a fare carte false. Personalmente ho avuto diverse esperienze dirette di questo stile “amorevole”. Il prelievo in Libia dei migranti accompagnati...

Non ci resta che la Madonna di Fatima…

tassa chiesa
di MARIO DI MAIO – Condivido solo una parola di quanto finora esternato da papa Bergoglio, e precisamente “buonasera”. E mi preoccupa il suo “dialoghismo inclusivo” anche della chiesa di Stato cinese. Tuttavia non sono pessimista: qualche anno fa, ho conosciuto e ascoltato padre Gruner, l’Apostolo di Fatima, di passaggio da Milano poco tempo prima di venire a mancare....

All’ingresso nell’euro, ci guadagnava già solo chi ne stava fuori. Antonio Martino docet

talebani euro
Ve lo ricordate l’ex ministro della Difesa, l’economista liberista Antonio Martino? Ai primi conti con i costi-benefici eventuali sull’entrata nell’euro, l’Italia già pagava il conto. Lo spiega bene lo stesso Martino nel documento che vi riproponiamo in esclusiva. La Gran Bretagna stava invece molto meglio, saldamente ancorata alla sua sterlina. Alla vigilia del voto...

Sul tramonto dello stato-nazione ruggisce il leone di San Marco

san marco
 di ROMANO BRACALINI Ogni territorio ha una carica di simboli riconoscibili che ne spiegano la scelta e l’elezione. Gli stati preunitari erano governati da dinastie straniere, sia pure italianizzate. I Savoia chi erano se non gli antichi vassalli del re di Francia, calati in Italia dalla giogaie svizzere. A Torino la lingua di stato era il francese, mentre la nobiltà subalpina si esprimeva in piemontese...

Subito a casa!

immigrazione-sbarchi-22-aprile-2014
di MARIO DI MAIO – La storia insegna che gli arabi sono tuttora schiavisti di mestiere e che se a suo tempo non avessero fatto “affari” con gli americani non ci sarebbe stato nel nuovo continente un problema razziale cosi’ grave da coinvolgerli tutti non si sa ancora per quante generazioni. I coloni britannici non si sono dimostrati da meno e si possono chiedere informazioni...