Due idee per Congresso Grande Nord / Prof. Cerea: reddito cittadinanza e pensioni minime non possono essere uguali per Nord e Sud

nord_strangolato
di STEFANIA PIAZZO – Mano a mano che si cerca di capire a fondo l’invenzione del welfare del terzo millennio, prendono maggiore forma i contorni del reddito di cittadinanza. Non sono impressioni né pregiudizi, ma la sensazione che si tratti di un provvedimento che non porterà sviluppo e più posti di lavoro lo dice anche un illustre economista come Gianfranco Cerea. Che scrive: “Il...

Due idee per il Congresso Grande Nord / Scuola e pensioni, due Paesi

scuola-4
di STEFANIA PIAZZO – Il vuoto della rappresentanza del nord è una questione aperta. Degna di rispetto. Tanto che, allora, in prima pagina sul Corriere, il suicidio della rappresentanza politica del Nord   in un editoriale dell’allora direttore del quotidiano La Padania, fu ripresa da Dario di Vico, e crediamo sia stato l’unico articolo di fondo della Padania citato dal Corriere. Era...

Due idee per il Congresso Grande Nord / La scuola la potete già cambiare

banchi_scuola
di STEFANIA PIAZZO –  A COSTITUZIONE VIGENTE, sarebbe possibile alle regioni fare moltissimo, se non addirittura bloccare l’intero sistema, basterebbe chiedere – e le regioni lo possono fare: Attuazione titolo V della Costituzione (art.117) con passaggio alla Regione di tutto il potere organizzativo (1) sulla scuola. strategico Uguaglianza dei finanziamenti sia al settore pubblico...

Due idee per il Congresso Grande Nord / Tasse, forma di dominio

svizzera
di STEFANIA PIAZZO –  La tassazione “è una forma di dominio, una nuova forma di schiavitù moderna. Nel 1814 la rivolta antitasse decretò la fine del Regno Italico.  Si viveva come scriveva il Porta: “Libertè, egalitè, fraternitè,  fransè in carozza, i milanes a pè”. Diceva lo storico Giorgio Rumi al quotidiano la Padania: “Ma lo si vuol capire o no che l’Italia...

Turati, Ferri e la questione meridionale. Quando la storia la fanno gli “sconfitti”

Teatro_Scala_Milano
  di ROMANO BRACALINI – Fatta l’unità, il sentimento nazionale restava fragile, e anzi con tempo si era indebolito,proprio perché il Nord Cisalpino e il Mezzogiorno d’Italia restavano due entità opposte e incompatibili.Moderati,socialisti e repubblicani settentrionali,benché divisi su molte cose, erano unanimi sul fatto che il Sud anziché avvicinarsi a un modello di vita civile,...

Due idee per il Congresso Grande Nord / Come ha visto la stampa la corsa verso l’autonomia?

Milano, 6 set. (askanews) - "La Lombardia è la regione che versa più tasse allo Stato ricevendo, in cambio, meno trasferimenti in termini di spesa pubblica. In questi anni, infatti, il residuo fiscale della Lombardia ha raggiunto la cifra record di 54 miliardi (fonte: Eupolis Lombardia). Si tratta del valore in assoluto più alto tra tutte le regioni italiane. Un'immensita'
anche a livello europeo se si pensa che due regioni tra le piu'
industrializzate d'Europa come la Catalogna e la Baviera hanno rispettivamente un residuo fiscale di 8 miliardi e 1,5 miliardi". Lo scrive una Nota pubblicata oggi dal sito www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it


RESIDUO FISCALE - "Con il termine residuo fiscale - spiega la Nota - s'intende la differenza tra quanto un territorio verso allo Stato sotto forma di imposte e quanto riceve sotto forma di spesa pubblica. Se il residuo fiscale abbia segno positivo, il territorio versa piu' di quanto riceve; se c'e' un residuo negativo il territorio riceve piu' di quanto versa. Secondo James McGill Buchanan Jr, premio Nobel per l'Economia nel 1986, cui si attribuisce la paternita' della definizione, il trattamento che lo Stato riserva ai cittadini puo' considerarsi equo se determina residui fiscali minimi in capo a individui, a prescindere dal territorio nel quale risiedono. Differenze marcate denotano una violazione dei principi di equita' basilari". 


I DATI PER REGIONE - "Dopo la Lombardia - appunta il teso - si colloca l'Emilia Romagna, con un residuo fiscale di 18.861 milioni di euro. Seguono Veneto (15.458 mln), Piemonte (8.606 mln), Toscana (5.422 mln), Lazio (3.775 mln), Marche (2.027 mln), Bolzano (1.100 mln), Liguria (610 mln), Friuli Venezia Giulia (526 mln), Valle d'Aosta (65 mln). 
In coda alla classifica: Umbria (-82 mln), Molise (-614 mln), Trento (-249 mln), Basilicata (-1.261 mln), Abruzzo (-1.301 mln), Sardegna (-5.262 mln), Campania (-5.705 mln), Calabria
(-5.871 mln), Puglia (-6.419 mln) e Sicilia (-10.617 mln)".

IL DATO PRO CAPITE - Anche per quanto riguarda il residuo fiscale pro capite, la Lombardia presenta i valori piu' alti d'Italia, con 5.217 euro. Seguono Emilia Romagna (4.239), Veneto (3.141), Provincia Autonoma di Bolzano (2.117), Piemonte (1.950), Toscana (1.447), Marche (1.310), Lazio (641), Valle d'Aosta (508), Friuli Venezia Giulia (430), Liguria (386), Umbria (-92), Provincia Autonoma di Trento (-464), Campania (-974), Abruzzo (-979), Puglia (-1.572), Molise (-1.963), Sicilia (-2.089), Basilicata (-2.192), Calabria (-2.975) e Sardegna (-3.169)", spiega la Nota pubblicata
di STEFANIA PIAZZO – Come ha visto la stampa la corsa verso l’autonomia? Non parliamo di quella che ancora non c’è, e che mai evidentemente verrà, ma di quella che si stava per chiedere due anni fa alla vigilia del referendum. Sembra un’era geologica fa… Marco De Marco sul Corriere del 5 ottobre 2017: la Catalogna è la nostra Padania, commentando De Magistris che espone...

Due idee per il Congresso Grande Nord – Solo l’Europa salva il Nord macroregione dal governo gialloverde

eu puzzle
di STEFANIA PIAZZO  – Nonostante una Lega data al 36%, al Nord c’è un vuoto di potere. Che non significa assenza di poltrone. Quelle ci sono e ci saranno sempre.  E’ un vuoto politico, di significato e di progetto, il vuoto che affligge il Nord.   Ciò che è stato non torna più, è affidato al giudizio della storia.   Cosa resta? I cittadini reagiscono con l’abbandono del voto....

Due idee per Congresso Grande Nord / Leggete Jemolo: “Pensare, studiare, avere idee chiare” per poter disobbedire

miglio poltrona
di STEFANIA PIAZZO –  Carto Arturo Jemolo, alla vigilia del ’46, prima della Costituente, pubblicava il librettino “Che  cos’è la Costituzione”. L’ultimo paragrafo s’intitola ”Pensare, studiare, avere idee chiare’”. Leggiamo: «Aver fiducia negli uomini che saranno eletti…  è bene; ma non sarebbe saggio rimettersi completamente al loro valore, senza aver prima...

Due idee per il Congresso Grande Nord / Leggete il prof. Hanau, dice che “i poveri del Nord sono più poveri”

poveri_e_vecchi_N
di STEFANIA PIAZZO –  Carlo Hanau, studioso con dottorato Economie de la santé nel 1981 a Aix-Marseille, col Prof.J.Brunet Jailly e Prof.A.Quadrio Curzio, docente presso molte scuole di specializzazione, fra le quali: igiene (direzione sanitaria) dell’UNIBO e dell’UNIAN, biostatistica dell’UNIMI, La Sapienza, UNIVAQ e UNIPD e chi più ne ha più ne metta, ha affermato una sacrosanta...

CARO GRANDE NORD 1/ Visto perché Quota 100 è razzista e vendicativa?

giornali
  Quale occasione più propensa di un imminente congresso di un partito per suggerire qualche spunto di dibattito? Questo quotidiano spesso ospita  interventi di esponenti di Grande Nord, che il 17 febbraio celebra il suo primo congresso a Milano. Senza volerci sostituire a nessuno,  ci permettiamo nel nostro piccolo di dare qualche modesto suggerimento dall’ultima fila in cui siamo seduti....