Catalogna: Puigdemont è a Copenhagen, procura spagnola chiede l’arresto. Intanto è candidato a presidenza del Parlamento indipendentista

cata

Il leader indipendentista catalano Carles Puigdemont è arrivato Copenhagen. L’ex presidente, secondo i media, è stato avvistato allo scalo di Charleroi prima delle 8 per prendere il volo verso la capitale danese, nonostante la minaccia della Spagna di far scattare un nuovo mandato d’arresto europeo.

La procura spagnola ha chiesto al giudice del Tribunale Supremo Pablo Llarena di riattivare il mandato d’arresto europeo contro Puigdemont. L’euro-ordine era stato ritirato in dicembre per il rischio che il Belgio negasse l’estradizione di Puigdemont. Llarena ha però respinto la richiesta.

Il presidente del parlamento catalano Roger Torrent ha annunciato intanto che presenterà il nome di Carles Puigdemont come candidato presidente della Catalogna che sarà sottoposto all’investitura della plenaria a fine mese. Quello di Puigdemont, appoggiato dal fronte indipendentista che ha la maggioranza assoluta, è il solo nome emerso dal giro di consultazioni con i gruppi politici degli ultimi giorni, ha precisato. La sessione di investitura del nuovo presidente catalano è prevista entro il 31 gennaio. Torrent non ha precisato la data esatta della sessione di investitura né le condizioni nelle quali la candidatura di Puigdemont sarà sottoposta al voto della plenaria.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. caterina says:

    nessuno degli Stati che si arrogano il diritto di rappresentare anche nelle sedi internazionali i popoli che si pronunci contro l’arroganza di Madrid?… che sia per ignavia, per indifferenza, per incultura o per disinteresse, beh, non è un bello spettacolo del mondo cosiddetto civile…
    Siamo tutti sotto una cappa di mezze tacche che hanno la presunzione di essere nell’olimpo!
    Che tristezza!

Leave a Comment