Catalogna, presidente Torra rinvia cerimonia dopo blocco Madrid

New Catalan President Quim Torra, right, talks during a swearing in ceremony next to Catalan Parliament President Roger Torrent at the Catalonia's Parliament in Barcelona, Thursday, May 17, 2018. Torra formally took office at a ceremony in the Catalan capital Barcelona on Thursday. He was elected by the Catalan parliaments secessionist lawmakers on Monday. (Alberto Estevez, Pool via AP)

Il nuovo presidente catalano l’indipendentista Quim Torra ha deciso il rinvio della cerimonia di entrata in funzione del nuovo Govern davanti al blocco del premier spagnolo Mariano Rajoy ed ha annunciato azioni legali contro Madrid. Il governo spagnolo, che da fine ottobre ha preso il controllo della regione ribelle, ha rifiutato di pubblicare la composizione del nuovo Govern sulla Gazzetta ufficiale catalana per la presenza di 4 ex-ministri di Carles Puigdemont, due in carcere provvisorio a Madrid e due in esilio in Belgio.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. giancarlo says:

    Le costituzioni sono intoccabili come fossero Vangeli o Bibbie.
    Gli stati nazionali sono roccaforti indivisibili.
    I Popoli non esistono più figuriamoci il loro potere.
    I partiti sono diventate vere e proprie fabbriche di narcisi e poteri inconfessabili.
    Le burocrazie la fanno da padrone in ogni dove, specie in italia ed in europa.
    ………………………ma in che mondo viviamo. Ce lo siamo mai chiesto?
    Sarebbe ora di riflettere sul come e quando finirà questo stillicidio immondo delle povera gente.
    WSM

  2. luigi bandiera says:

    Gli stati odierni si possono paragonare a dei FARAONI.
    Essi hanno bisogno dei loro popoli schiavi per sopravvivere per cui con le buone il faraone non lasciera’ libero nessuno.
    Quindi per proseguire con la metafora ci vuole un Mose’ che sappia usare bene le piaghe (oggi ovviamente diverse) che fecero liberare il popolo ebraico.
    Useranno e usano la cattiveria ovviamente per far desistere chiunque, serenissimi docet, intenda seccedere o non servire piu’ il faraone perche’ si vuole l’autonomia.
    Solo con le piaghe si piegheranno sti kax di FARAONI.
    Vedremo se mi sbaglio o se invece ho fatto centro con ad esempio l’autonomia dei VENETI.
    Ovviamente sono tutti d’accordo nel non dare nulla al popolo schiavo di Roma e o di Bruxelles.
    Sara’ lunga e dura davvero a meno che non ci sia un buon Mose’ con i suoi poteri divini che semini le piaghe necessarie a smuovere dal cuore duro dei faraoni l’idea di continuare a vivere per merito degli schiavi o ILOTI che dir si voglia.
    Preghiamo.

  3. caterina says:

    La lotta si fa dura… ma ora si e’ spostata sul piano del diritto per fortuna e incrociamo le dita’… vediamo cosa si inventa Rajoy… Ma e’ sempre piu’ evidente che l’Europa e’ il nulla nel suo empireo d’oro, di quelli che ce l’hanno ovviamente… il diritto dei popoli non conta niente… teniamolo presente anche noi! non facciamoci infinocchiare da discorsi paludati…

Leave a Comment