Catalogna, il volere del popolo non è mai illegale!

catadi RICCARDO POZZI –  Le tumultuose vicende catalane hanno avuto il merito di portare all’attenzione, di chi commenta e di ch ascolta i commenti, i semplici ed elementari concetti  di  legalità democratica e di diritto all’autodeterminazione. Tutti quanti, dopo aver condannato il maldestro ricorso al manganello, si sono affrettati a ricordare che, comunque, il referendum secessionista della Catalogna è e rimane illegale.

Timidi e rari sono stati i commentatori che si sono permessi di mettere in dubbio questa ovvietà e di porsi qualche domanda in merito ai diritti dei popoli. Quando la polizia arriva a pestare chi vuole solo votare significa che qualcosa non quadra e la patente di illegalità nasconde una miopia storica di preoccupanti dimensioni.

Nessuna nazione al mondo prevede la possibilità d secessione di una parte di sé stessa, nessuna Costituzione considera legale il proprio superamento nei principi di base, nessuno Stato permette che una parte dei propri cittadini ne creino un altro al suo interno.

L’impero austriaco considerava illegale il distacco del  lombardo-veneto,  il Regno Unito  considerava illegale l’aspirazione di indipendenza dell’India, la dissoluzione dell’Unione Sovietica si è svolta contro le leggi della stessa, le colonie africane non hanno chiesto il permesso costituzionale per staccarsi da Olanda, Belgio, Inghilterra, Portogallo, Francia.

Tutte le rivoluzioni sono illegali, così come, ipocritamente, tutti i popoli sono teoricamente autorizzati ad autodeterminarsi, purché non infrangano le leggi esistenti, cioè mai. Come può essere possibile che il volere del popolo diventi illegale? Che la sua volontà espressa con un voto diventi fuorilegge, invece che diventare legge?

Ma le pacate e correttissime analisi non hanno dubbi sulla illegittimità del popolo catalano a diventare nazione, rassicurando sulla distanza abissale che divide la vicenda spagnola dagli innocui e legalissimi referendum in Lombardia e Veneto (i cui residui fiscali  valgono 10 Catalogne).

Come spesso succede, quando si dice che è per principio, vuol dire che è per soldi.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Sono d’accordo con Riccardo Pozzi.
    Stiamo assistendo attoniti come i politici di tutta europa intendano la democrazia.
    Ma allora i diritti dell’uomo, l’autodeterminazione dei Popoli…..tutte carte inutili. Solo le costituzioni vessatorie ed illiberali in determinati articoli valgono??!
    Ma gli stati nazionali nati nell’800 e sappiamo come sono nati, devono rimanere così come sono in eterno ??
    Non c’è nulla che duri in eterno e questi politici pretenderebbero di imporre, obbligare, i Popoli a sottostare ai loro voleri, desideri, sopraffazioni…?! La libertà a questo punto dove l’hanno nascosta ?I
    Il potere è del Popolo…….come mai in Svizzera lo fanno funzionare molto bene questo concetto ??
    Politici dateci una risposta che sia esaustiva e non politichese della malora !!!
    Continuano a menarla con la parola illegalità…..ma dove sta il confine tra legalità ed illegalità ?
    Per loro la legalità è quella che si sono costruiti loro stessi, magari in periodi storici difficili con carte costituzionali dove esistono più divieti ed obblighi che diritti.
    Pensiamo alla costituzione europea bocciata da Francesi e Olandesi….e poi rientrata dalla finestra con il trattato di Lisbona. Questo sarebbe il modo in cui l’europa intende proseguire il suo cammino ?
    Che dire dell’atteggiamento ostile dell’Europa nei confronti della Catalogna ?
    E’ vero sia Madrid che Barcelona hanno commesso diversi errori sul come impostare e risolvere la cosa, ma ciò non toglie che abbiamo assistito ad un paese europeo che ha messo in campo una vera e propria rappresaglia armata ed indiscriminata contro la Popolazione Catalana. Come pensano di rimediare a quanto abbiamo assistito ? Sembrava di rivedere certe immagini dei Russi quando entravano in Ungheria o Rep. Ceca ai tempi dell’e URSS.
    Oggi fatti del genere non sono più digeribili da parte degli europei. Ne sono più che certo !!!
    Gli Spagnoli farebbero bene a capire prima i Catalani e poi pensare e riflettere e poi vedere il da farsi o no ????
    La figura dell’europa è stata Pilatesca , ma io direi di più, vigliacca !!!
    Questa storia della Catalogna rimarrà, storicamente , una macchia incancellabile nei Popoli Europei.

    WSM

Leave a Comment