CATALOGNA: APPROVATA LA DICHIARAZIONE DI SOVRANITA’

di REDAZIONE

Al suo esordio dopo le elezioni regionali dello scorso novembre, il Parlament della Catalogna ha oggi approvato con una maggioranza di 85 voti contro 44, l’annunciata dichiarazione sulla sovranità della Catalogna, proclamandola ”soggetto politico e giuridico sovrano”. Hanno votato a favore i centristi di CiU, Esquerra Republicana, Iniciativa e Cup. Contrari i socialisti del Psc (ma non tutti), i Popolari e i Ciutadans.

“La dichiarazione di sovranità approvata oggi dal Parlamento Catalano rappresenta un risultato storico che, di fatto, avvia l’iter per l’indipendenza della Catalogna. Dal Veneto e dal Nord Italia guardiamo con grande interesse e attenzione quanto sta avvenendo a Barcellona perché la ‘via catalana’ all’indipendenza, che culminerà con il referendum per il distacco dalla Spagna previsto nel 2014, rappresenta sempre più un modello da seguire ed esportare anche da noi”.  Con queste parole l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto, responsabile federale del dipartimento Europa della Lega Nord, commenta la Dichiarazione di sovranità approvata oggi dal Parlamento della Catalogna.

“Non siamo più in presenza di proclami propagandistici, ma di fatti concreti e seri che faranno da apripista per molti popoli e territori in tutta Europa – aggiunge l’on. Bizzotto – Da oggi, lo Stato catalano indipendente inizia concretamente a prendere forma: una maggioranza trasversale che va dal partito del Governatore Artur Mas alla sinistra repubblicana, ha messo a punto una road map chiara e dettagliata che consentirà di realizzare, in tempi relativamente brevi, la volontà della stragrande maggioranza dei catalani: l’indipendenza dalla Spagna”.

“Oggi è stato messo il primo mattone per la costruzione della nuova Europa dei Popoli – conclude l’eurodeputata Bizzotto – perché il modello catalano produrrà un effetto domino che si allargherà a molte aree d’Europa: anche nel Nord Italia, dove sta crescendo esponenzialmente la voglia di libertà e di autonomia da Roma”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. luigino says:

    i veneti di Veneto Stato esultano e si congratulano con il grande popolo catalano, e la grandezza dei loro rappresentanti politici.

  2. Giacu says:

    Con le lacrime agli occhi, dopo aver visto in TV la dichiarazione di sovranità del Parlamento Catalano, ho voluto sentire “Nanneddu meu”, ho voluto sentire launnedas…….Questo è il mio modo di salutare ed onorare il carìssimo popolo sardo. Che Dio vi benedica!

    • Daniele says:

      Speriamo si decidano anche in Sardegna, tanto non contiamo un emerito tubo… solo per pagare tasse e ricevere scorie e spazzatura varia ci cagano!

  3. catalana says:

    Tutto arriva. Forza Sicilia

  4. Linus F. Padró says:

    Mille grazie della Catalogna per i vostri articoli e commenti amichevoli 🙂
    Un grande abbraccio!

  5. francesco says:

    finalmente le coscienze umane iniziano a svegliarsi ed uscire dalla catalessi inculcataci da questi esseri mediocri,stanno colpendo al cuore i diritti umani , la dignità umana riscattata dopo 5000 anni di abbietta schiavitù in tutta europa, e quanto segue e terribilmente importante per chi sa valutare i fatti, appioppandoci governi di tecnocrati governanti senza nessuna autorizzazione del popolo sovrano, ma piazzati li da un colpo di stato silenzioso e fatto digerire agli italiani con l’inganno propagandando una crisi generata dalle banche in default, e dal debito pubblico farsa: ciò che tutti stiamo osservando come crisi dell’euro e la crescente disoccupazione tagli alla spesa sociale ,aumenti di tasse con conseguenti fallimenti a catena, mondante insicurezza economica crescente ed inaudita povertà perdita di sovranità dello stato del parlamento- austerità e recessione in altre parole- questo e stato il governo tecnocrate, presidente del consiglio mario Monti adottando per definizione una politica di carenza. La carenza e per definizione un mostro di gran lunga superiore al fascismo, perchè essa a compiuto il prodigio dell’essere supinamente accettata da 27 paesi sovrani e da milioni di europei senza necessitare l’uso delle armi o di squadre portatrici di morte, e i danni che sta portando sono incommensurabilmente superiori al fascismo, adottando tecniche strategiche di terrore, creando un problema per poi avere una reazione , porgendo una soluzione congrua solo per i pochi eletti (Elites) quindi tutta questa programmazione e stata adottata per sotto mettere intere popolazioni contro i loro reali interessi, portandoci verso un percorso di ritorno alla condizione di un tracollo economico da riportare milioni di persone all’imbruttimento e alla paura delle epoche feudali. La politica della carenza none più liberismo ma feudalesimo puro, perpetrato dai reinters, di cui si può considerare la Germania, che di fatto a costruito la sua fortuna con la gabbia dell’euro: La politica della carenza e oggi la forza dominante di tutto ciò che i popoli conoscono come Unione Europea con governi tecnici fatti insediare senza il volere del popolo sovrano come Grecia Italia Spagna ecc, che come risanamento propongono la devastazione che mira a portare centinaia di milioni di famiglie europee alla schiavizzazione economica. e allora Ben venga la votazione del governo della catalogna che a recepito quanto sopra scritto riappropiandosi della loro sovranità dello stato e conseguentemente monetaria, perche questa gentaglia non si ferma davanti a nulla, a meno che milioni di famiglie europee non rompono la maledizione dell’ignoranza su cui i reiters contano per distruggerle- ribellandosi ad esse

  6. Sikelander says:

    Bellissima notizia spero presto che anche la mia Sicilia che gia geograficamente non è Italia, possa liberarsi dalle sue catene! W la libertà dei Popoli quelli veri!

  7. Dan says:

    Continuo a non capire perchè attendere il 2014.

    Potremmo ritrovarci dentro una situazione completamente stravolta da qui a sei mesi e si fanno progetti a lunga scadenza (anche perchè se andasse in porto il referendum non sta scritto da nessuna parte che all’indomani sarebbe pronto l’effettivo cambio di guardia)

  8. Paolo says:

    Si e secondo voi gli americani/inglesi/spagnoli staranno a guardare una loro colonia che si smembra?

  9. Giacomo says:

    Grande notizia. Magnifici Catalani. Noi dobbiamo essere i prossimi. Los von Rom.

  10. Giacomo says:

    anche nel Nord Italia, dove sta crescendo esponenzialmente la voglia di libertà e di autonomia da Roma”. Nonostante la lega.

  11. gigi ragagnin says:

    … mentre la lega ufficiale tace, (anche la Liga)

  12. Luke says:

    Complimenti al popolo catalano e ai suoi rappresentanti.
    Noi lombardi non ci arriveremo mai, temo

  13. Barbara says:

    Finalmente una bella notizia. Scritta bene, leggibile a tutti.
    Brava l onorevole Bizzotto a riportare queste frasi di speranza di vita migliore e non in questa Europa schiavizzata dalle borse..un europa dei popoli… Speriamo i popoli si civilizzino in fretta e che collaborino per migliorare la qualità di servizi….notte

Leave a Comment