CASTA: 26 RICORSI CONTRO I TAGLI. 15 SONO LEGHISTI

di REDAZIONE

Alla casta, c’era da aspettarselo, i tagli agli stipendi (che in realtà sono solo mancati aumenti) non piacciono. Da qui, una pioggia di ricorsi.

Sono in tutto 26 i ricorsi presentati alla Camera contro i tagli ai vitalizi dei parlamentari. Di questi, tre sono stati presentati da deputati in carica, un quarto si è dimesso a gennaio. Spiccano per numero i leghisti: 15 ricorrenti vengono dal partito di Bossi, 7 dal Pdl (inclusi ex Fi e ex An), tre dall’Ulivo, uno dal Prc.

Fonte: Ansa

HANNO PRESENTATO IL RICORSO:

Hanno presentato ricorso 26 tra deputati ed ex deputati: della Lega il parlamentare in carica Daniele Molgora e gli ex soprattutto della XII legislatura cioè Elisabetta Castellazzi (nata a Milano nel 1966), Franca Valenti (nata a Milano nel 1959), Roberta Pizzicara (nata a Milano nel 1955), Diana Battaggia (nata a Venezia nel 1966), Enrico Cavaliere (nato a Venezia nel 1958, deputato sia nella XII che nella XIII), Oreste Rossi (nato ad Alessandria nel 1964, deputato nell’XI, XII e XIII legislatura), Alberto Bosisio (nato a Lecco nel 1953), Francesco Stroili (nato a Venezia nel 1954), Edouard Ballaman (nato a Vallenried nel 1962), Flavio Bonafini (nato a Brescia nel 1953), Fabio Padovan (nato a Conegliano nel 1955, deputato nell’XI legislatura), Salvatore Bellomi (nato a Robecco D’Oglio nel 1952), Roberto Asquini (XII e XII legilsatura, nato a Udine nel 1964), Giulio Arrighini (XI e XII legislatura, nato a Brescia nel 1962).

Hanno presentato ricorso anche due ex Fi, cioè Emanuela Cabrini (XII legislatura nata a Piacenza nel 1961) e Paola Martinelli (XII legislatura, nata a Parma nel 1955); due ex deputati dell’Ulivo Michele Cappella (XIII legislatura, nato in provincia di Catania nel 1953), Antonio Borrometi (XIII legislatura, nato a Modica nel 1953), Ugo Malagnino (XIII legislatura nato a Manduria nel 1952); due ex di An Domenico Basile (XIII legislatura, nato a Vibo Valentia nel 1952) e Daniele Franz (XIII e XIV legislatura, nato a Udine nel 1963); uno di Rifondazione comunista, Martino Dorigo (XI e XIII legislatura, nato a Venezia nel 1961).

Ha presentato ricorso anche Adriano Paroli (classe ’62, eletto dalla XIII all’attuale legislatura), deputato del Pdl che soltanto quindici giorni fa ha optato per la carica di sindaco di Brescia.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. Marco S says:

    Dorigo ha lasciato il PRC nel giugno “95 per confluire con i Comunisti Unitari al gruppo misto. fino ad allora aveva presentato 95 proposte di legge, dopo di allora 4.

  2. Nicola says:

    Notare Arrighini che gioca a fare l’indipendentista con il vitalizio dello stato italiano. Levatevi dalle palle, largo ai giovani indipendentisti!

  3. ermetino says:

    insomma…la maggioranza sono del Nord!

  4. Nero Venexian says:

    PORSEI.

    Senza offesa per i maiali.

  5. Gigi says:

    Pubblicate l’elenco, è sul sito di TGCom. C’è anche Arrighini (Unione Padana).

  6. raiola says:

    Diciamolo a Casarin che farà subito dei servizi sulla cosa!!!!

  7. lino says:

    Scriviamo tutti a Rai Parlamento…… che faccia un bel servizio su queste facce da c….

  8. Giacomo says:

    Sempre in prima fila nella difesa a oltranza della casta romana.
    Forza leganodde.

Leave a Comment