CASA: NOI PAGHIAMO TUTTO. E QUALCUN ALTRO NIENTE

di MASSIMO DEVECCHI

Cari lettori de L’INDIPENDENZA,
viste l’imminente data del versamento IMU e la protesta montante di molti comuni, circa 600, nei confronti di questa tassa odiosa, la preannunciata rivolta della Lega Nord prevista per domani a Zanica (Bg) da Maroni nasconde l’evasione da parte del sud di tutte le imposte che sono legate agli immobili, catasto, acqua, tarsu ecc…: ebbene, ricordatevi che sono solo luoghi comuni!
La regione Campania detiene il triste primato (dati 2009) per il più alto numero di enti COMMISSARIATI. Nel territorio del fiume Sarno, zona ampiamente colpita da disastri alluvionali, oltre 27.000 persone sono state denunciate negli ultimi vent’anni per ABUSIVISMO EDILIZIO, 3500 ordinanze di demolizione dal 2001 ad oggi in cinque di questi comuni dell’area di Sarno, ne risultano abbattute 42. Abitanti circa 30000, faccia Lei i conti in percentuale, è UN LOGORO LUOGO COMUNE? Bene vado avanti MESSINA, PALERMO, NAPOLI, ISCHIA, il filo conduttore che lega queste città (per altro bellissime) è uno solo l’ABUSIVISMO EDILIZIO, cavoli ma chi lo dice, è il solito LOGORO LUOGO COMUNE, to ma è il sostituto PROCURATORE DI NAPOLI COORDINATORE DEL SETTORE ANTI-ABUSIVISMO” che informa i suoi concittadini che il tessuto locale è caratterizzato dalla forte presenza di Opere illegali edilizie,oltre a verande e balconi (si ricorda ISCHIA), ecco questo ridente paesello ha 17000 abitazioni abusive, ma le richieste di sanatoria sono 19000, sarà il SOLITO LOGORO LUOGO COMUNE.
Sembra che nemmeno la legge 47/del 1985 sia servita, ne varie sanatorie e condoni a contrastare le opere abusive in campo edilizio negli ultimi 25 anni in queste zone, addirittura nella zona del VESUVIO che è considerata ZONA ROSSA, gli amministratori non sanno nemmeno quante sono le case abusive, pensano tutte,andrebbero abbattute, perchè essendo in una zona ad altissimo rischio non possono essere sanate, il SOLITO LOGORO LUOGO COMUNE.
Vado avanti, Napoli continua ad essere la patria dell’evasione fiscale, su 100 contribuenti accertati dall’amministrazione,ben 98 risultano non in regola con il fisco statale o locale.Questi sono dati dello SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE, che aggiunge, a Napoli l’evasione fiscale è aumentata con punte record a SCAMPIA (tanto cara a SAVIANO) dove l’evasione ha raggiunto il 98% di mancati introiti. Anche il resto della REGIONE CAMPANIA non vuole sfigurare,ed allora risultano tasse non pagate per 2,5 miliardi di euro!!! ma è IL SOLITO LOGORO LUOGO COMUNE SUL SUD, accipicchia che cattivoni questi del nord sempre a farci i conti.
Ecco perchè la spazzatura sta in strada e non nei termovalorizzatori, e il resto nelle piazzole ecologiche come nel resto d’Italia o quasi, perché non pagano una beata mazza, e sono loro stessi che ce lo dicono sul muso.
Subito un esempio, per essere più chiari, un articolo del 14/10/2010, dell CORRIERE del MEZZOGIORNO che nessuno di noi legge, dove ho trovato questo splendido articolo
Ici, tarsu e cosap: sara’ esternalizzata la riscossione dei tributi” a Napoli . “Il comune di Napoli ha deciso di affidarsi ai privati per riscuotere i tributi locali. Quelli cioe’, che spessissimo i napoletani evadono. Riassumo per non essere pedante: cercano un concessionario privato che incassi per palazzo san Giacomo l’ici, la cosap cioè l’occupazione di spazi e aree pubbliche, e della riscossione coattiva della tarsu, le somme di chi evade la tassa dei rifiuti. Pensi che questa ideona che e’ venuta al comune di Napoli, segue un accordo di tre anni con la guardia di finanza, (perche’ tutti i tentativi fatti si sono dimostrati inefficienti), che controllando con accertamenti fiscali i contribuenti,avrebbe chiesto anche la situazione dei pagamenti dei tributi locali,risultato zero assoluto. L’articolo termina con un paradosso “chi vincera’ la gara d’appalto indetta dal comune di Napoli, per riscuotere i tributi locali,dovra’ a sua volta dimostrare di essere a norma con gli stessi tributi!!!!”. Cavoli, ma e’ il solito logoro luogo comune sul sud.
Carissimi, potrei continuare riempiendo le colonne di questo giornale, di questi luoghi comuni, perche’ ho tralasciato: pensioni di invalidita’, non uso del casco-cinture-telefono-assicurazioni-bollo auto-lavoro nero-traffico di stupefacenti-abbandono della scuola dell’obbligo ecc…, ma l’argomento sono le tasse legate agli immobili. La beffa per i coglioni del nord che il governo Berlusconi-Monti senza nemmeno troppa arguzia ha preparato ovviamente pro-sud, riguardo all’imu sta proprio nelle detrazioni che potranno arrivare a 400euro: secondo voi dove potranno essere messe in pratica se non nelle solite regioni. Infatti, il governo parla di riforma del catasto e di rendite catastali adeguate ai prezzi di mercato, non subito ma più avanti e, cavoli, ci credo non hanno nessun dato o quasi disponibile, e noi paghiamo senza fiatare. Sappiamo come finirà, ci saranno i soliti appelli di Napolitano alla solidarietà per i suoi concittadini, e il governo sborserà come avvenne per Catania. Carissimi, questa è la realtà il resto è aria fritta.

Grazie per l’ospitalita’

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment