Casa: dal 2007 al 2012 il fatturato del settore è dimezzato

di REDAZIONE

Crisi, aumento delle tasse e riduzione dei mutui sono le componenti di una miscela esplosiva che ha fatto crollare il settore immobiliare: dal 2007 al 2012 il fatturato si e’ quasi dimezzato passando da 127,1 mld a 74,6 mld. Si tratta di una diminuzione di 52,5 mld, che corrisponde al -48,7%. I dati elaborati sulla base delle tabelle dell’osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate, mostrano che la stessa sorte e’ toccata al valore di scambio: dal 2007 al 2012 si e’ registrata una contrazione del 44,4%. Analizzando piu’ nel dettaglio l’andamento del mercato negli ultimi anni si scopre che la prima forte contrazione del giro d’affari si e’ registrata all’inizio della crisi: nel 2008 la perdita di fatturato era stata del 13,4% mentre nel 2009 c’era stato un altro -9,3%. Nel biennio successivo la situazione sembrava aver raggiunto un equilibrio, con il mercato sostanzialmente fermo; ma lo scorso anno, con la raffica di rincari fiscali che hanno colpito gli immobili, si e’ registrato un crollo del 26%. Anche i dati relativi al valore di scambio mostrano un andamento analogo, con una forte riduzione fino al 2009, poi due anni di stallo e un altro crollo lo scorso anno. L’analisi territoriale evidenzia che la meta’ del fatturato, lo scorso anno, e’ stato realizzato al nord (37,3 mld); il dato, che all’apparenza potrebbe sembrare positivo per il settentrione, se messo a confronto che l’andamento del 2007 risulta in netto calo. La riduzione, rispetto alla fetta di mercato che 5 anni prima era pari al 66,7% del fatturato complessivo, e’ stata di 16,7 punti percentuali.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. francesco says:

    HANNO APPROFITTATO IN MOLTI DELLA POVERA GENTE CHE VOLEVA COMPRARE CASA, DALLE BANCHE ALLE AGENZIE IMMOBILIARI, ADESSO E’ GIUSTO CHE TUTTO IL SISTEMA FALLISCA ADESSO E CHE LE PERSONE CHE LAVORAVANO NEI DUE SETTORI VADANO A DORMIRE SOTTO I PONTI………..AMEN

Leave a Comment