Caro presidente Boeri, lei ha scritto che al Nord vivere costa di più. Ora ci alza le pensioni?

di ROBERTO BERNARDELLIsalari a picco

Un milanese all’Inps. E che farà mai un economista bocconiano con i conti della previdenza? Noi non abbiamo molto da aggiungere rispetto a quello che proprio il presidente scrisse con altri illustri economisti a  fine 2014, evidenziando le sperequazioni in busta paga, e quindi di conseguenza negli assegni previdenziali, tra Nord e Sud.

Ricorda o no, presidente, che… nel recente confronto tra Nord e Sud, e di cui abbiamo già scritto su questo giornale, secondo gli economisti Tito Boeri (Bocconi, è lei caro prof presidente!), Andrea Ichino (European University Institute) ed Enrico Moretti (Berkeley), il Sud sta meglio? Nel  lavoro che avete redatto e mandato in libreria, “Costo della casa e differenze salariali in Italia”, emerge con gravità la diversa velocità di spesa in particolare per la prima voce nel bilancio delle famiglie, la casa, che influenza e cambia radicalmente il costo della vita in una specifica area geografica, generando un “effetto trascinamento” per tutti gli altri acquisti (sia di beni che di servizi).

Lei, con Ichino e Moretti, scrivete che, a parità di salari, alcune province del Sud hanno più potere d’acquisto. E chissà che dire con le pensioni, caro presidente.

I salari reali di Ragusa sono più alti di quelli di Milano del 38%, per via del minore costo della vita. Se volessimo metterci al pari, spiegano i professori, per avere lo stesso potere d’acquisto, le retribuzioni a Milano dovrebbero crescere del 37% per un bancario e del 48% per un insegnante.

Fatti due conti, dove si guadagna di più in termini di potere d’acquisto? Dove vivere costa meno. Ovvero Caltanissetta, Crotone, Enna; mentre le ultime si concentrano al Nord: Sassari, Aosta e Milano.

“L’uguaglianza dei salari nominali – ha commentato Andrea Ichino – anche se è preferibile, vista la preferenza collettiva per l’equità, genera di fatto ineguaglianze, rendite, sconfitti e vincitori”. 

Bene, presidente, adesso o lei si rimangia tutto oppure ci spiega come sistemare salari e, prima ancora, pensioni del Nord, sperequate dal costo della vita che avete riconosciuto essere da strangolo. Fino a 67 anni e qualche mese, per ora, poi con l’aspettativa di vita che sale, anche di più.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. giancarlo says:

    Aggiungo un’altra cosa.
    Io ho sempre pagato i contributi anche sulla quattordicesima…….perché caro BOERI non mi viene corrisposta la 14^ anche sulla mia pensione ????
    Qui continuano a dire che la spesa pensionistica è troppo alta…ma dopo se andiamo a vedere cosa prendono i pensionati risulta tutta un’altra cosa.
    Ah dimenticavo che i pensionati ricchi qui in italia sono quelli che prendono 1.000 euro al mese, mentre i poveri privilegiati quelli che prendono oltre 5-6-8-10.000 euro al mese.
    E’ ora di cambiare. Altrimenti mi rimborsino tutti i soldi da me versati così mi arrangio io e l’INPS non mi paga più la pensione.
    Ma i soldi versati all’INPS da me e dalle ditte in cui ho lavorato dove sono andati a finire ????
    Faccio questa domanda perché mi dicono che sono gli immigrati che mi pagano la pensione !!
    Le parolacce e gli insulti a costoro si sprecano.
    Nella vita di paga tutto e anche coloro che hanno portato l’INPS al disastro pagheranno prima o poi il prezzo di una vita ( la loro) a tutelare chi non andava tutelato e chi invece doveva essere tutelato.
    Amen
    MA PER FAVORE……………………….!!!
    WSM

  2. FIL DE FER says:

    E vogliamo dire anche che come il signor AMATO che prende oltre 30.000 euro al mese o qualche altro che arriva anche a 90.000 euro al mese non ci sarà mai giustizia sociale ma solo privilegiati e disgraziati ?!
    Mi auguro che M5S e LEGA facciano un governo forte e vicendevolmente altruista e traghettino questo paese verso un federalismo paritario al fine di salvare il salvabile.
    Caso contrario siamo avviati senza rimedio al DEFAULT nonostante l’europa e la BCE in particolare ci stia “aiutando”, aiuto che prima o poi ci faranno pagare con gli interessi e con imposizioni draconiane tipo quelle della Grecia. I paesi del Nord europa non vorranno mai pagare il nostro debito pubblico, piuttosto escono loro dall’europa o ci costringono a svendere l’italia al minor offerente.
    Gente meditiamo e cerchiamo di vedere cosa ci stanno preparando i partiti come il PD o F.I., due faccie della stessa medaglia !!!!!!!
    W SAN MARCO SEMPRE

  3. giancarlo says:

    Sulle pensioni ci sarebbe molto da dire ma personalmente mi sta a cuore rimarcare a tutti che le tasse sulle pensioni italiane sono una vera e propria vergogna.
    https://www.leoniblog.it/2014/08/20/tre-grafici-sulle-pensioni/
    ———–
    http://www.ilnord.it/c-1919_PENSIONI_ITALIANE_LE_PIU_TASSATE_DEUROPA_1000_PIU_DELLA_GERMANIA_400_PIU_DELLA_FRANCIA_200_PIU_DELLA_SPAGNA
    ———–
    Continuo a sostenere che le pensioni non sono dei redditi da lavoro ma semplicemente una rendita dopo accumulo di capitale per decenni e quindi non può essere tassata alla pari di un reddito da lavoro.
    Se l’INPS è stata letteralmente svuotata e portata al deficit tutti i capitali versati in oltre 50 anni da quando ho iniziato a lavorare dove sono andati a finire ???
    Tornando a noi come è possibile che un mio collega tedesco a parità di stipendio e di versamenti negli anni paghi circa 100 euro all’anno quando io arrivo quasi a pagarne oltre 6.000.?????
    E’ sperabile che con la flat tax di SALVINI al 15% si calmieri questo vergognoso divario.
    Siamo in europa ? Ma quale europa se le tasse sono diverse, i beni costano diversamente, le pensioni sono facidiate in italia e nel resto d’europa sono favorite per ovvi motivi.
    Ricordo il prode Prodi che nel farci entrare nell’euro ci diceva che saremmo stati tutti ” uguali” nel pagare le tasse, la benzina le macchine etc..etc..etc.. alla faccia del cambiamento. Qui non cambia mai nulla e si va sempre in peggio. Ci dicono che uscire dall’europa sarebbe un disastro……..ma non ci accorgiamo che restare dentro l’europa il disastro è già iniziato e prosegue tranquillamente…!!!!!!!!!
    WSM

Leave a Comment