CARO MARONI, SE QUESTO E’ IL “MODELLO VERONA”!!!

LETTERA APERTA*

Su tutti i quotidiani e televisioni nazionali non passa giorno senza che l’ex ministro degli Interni Maroni non parli ed esalti il cosiddetto “modello Verona” recentemente plasmatosi dopo le elezioni amministrative. Vorrei fare, da vecchio simpatizzante (voto Lega Nord da circa 15 anni) alcune considerazioni che forse sono sfuggite al futuro leader (così sembrerebbe…) del partito. Innanzitutto non capisco cosa ci sia da esultare dopo un misero 10% ottenuto dalla Lega a Verona, appena 3 assessori e 5 consiglieri comunali eletti (di cui la sorella del sindaco sarà per l’ennesima volta capogruppo…). Nelle circoscrizioni cittadine i presidenti e consiglieri leghisti sono praticamente scomparsi a scapito dei candidati della Lista Tosi (anche in questo caso uno dei pochi leghisti eletti, casualità, è il papà di Tosi). In provincia scaligera la Lega Nord ha perso ovunque, anche in comuni importanti amministrati per decenni. La Lega Nord, fuori Verona, praticamente non esiste più. Proprio il segretario provinciale, commentando i risultati (non dovrebbe essere proprio lui il principale responsabile delle sonore batoste raccolte?) non ha trovato di meglio che dichiarare: “Basta con slogan, basta con la Padania, Po e ampolle…”. Tosi invece: “Pontida? Roba da Fantozzi, o piove o fa troppo caldo, meglio annullarla…”. Alla faccia della storia e dei simboli del partito.

Ciò premesso, ritornando alla futura amministrazione-modello, vorrei far notare a Maroni che la giunta veronese appena insediata è formata in stragrande maggioranza da meridionali (senza offesa, ovviamente), vecchi democristiani della prima Repubblica, ex assessori di precedenti amministrazioni targati Udc (!!), Forza Italia, qualche aennino, senza dimenticare il coordinatore della famosa lista Tosi, quel tale Miglioranzi, Fiamma Tricolore, i suoi trascorsi estremisti sono stati raccontati da tutti i giornali nazionali. Tutti i sopracitati (ve ne fosse uno laureato, alla faccia della competenza tanto invocata da Maroni…) recordman di preferenze, vivono di politica da oltre 10 anni, tra consigli comunali, giunte, consigli di amministrazione, enti vari, etc…

E questo sarebbe il nuovo corso, la nuova Lega 2.0, il futuro, i rottamatori?? Vorrei inoltre che l’ex ministro ci spiegasse qual è il nesso e il credo politico comune tra la Lega Nord e le diverse anime e sensibilità democristiane-fasciste-casiniane-forziste che collaboreranno con Tosi. In Giunta siederanno la “bellezza” di 3 soli rappresentanti della Lega Nord: uno è un ex esponente fino a pochi anni fa di Forza Italia, mai visto in 15 anni una volta ad una manifestazione, ad una cena, ad una festa, ad un dibattito politico del partito. Il secondo viene etichettato come “tecnico”, tale Toffali (anche per lui vale il discorso precedente circa la sua partecipazione attiva all’interno della Lega) divenuto famoso per una prima pagina del Corriere della Sera, dove il noto giornalista Rizzo ne ha esaltato le virtù “affaristiche” in operazioni e gare d’appalto ritenute poco chiare…

Ultima considerazione: sembrerebbe che i delfini designati dal nuovo Bobo-leader siano appunto il primo cittadino di Verona e Matteo  Salvini che tutti ricorderanno per i “simpatici” cori sui napoletani e il colera (i filmati girano ancora in rete), venne spedito a Bruxelles per evitare altri danni, e qualche anno prima per la proposta su autobus differenziati per gli extracomunitari. Come conciliare le posizioni di Salvini con quelle di Tosi che da tempo dichiara ormai di essere il sindaco di tutti anche degli stranieri?? “Modello Verona”???? Mah…

*un vecchio leghista non 2.0

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

26 Comments

  1. sandro boccali - roma says:

    Strano ma sono un leghista (ex) romano dal 1991. Vorrei dire : Bossi ha creato la SUA Lega e ha distrutto la SUA Lega. Come Mussolini, Hitler ed altri forti leaders hanno fatto. Voi che criticate tanto cosa avete fatto?? Avete preso a pugni i comunisti che vi strappavano i manifesti come ha fatto Bossi da giovane??……..Avete solo pagato come pecore le tasse ai ladri che ci troviamo a Roma. Cosi tutti i mafiosi d,italia sono venuti a Roma a mangiare. Tenete i vostri soldi a casa vostra per favore e fate meno chiacchiere e piu fatti.

  2. ben says:

    non si può recriminare sull’ operato da sindaco, non mi interessa, quello che per me conta è se sta gente, amroni, tosi, salvini, zaia ecc. vogliono continuare il progetto (mai partito tra l’ altro perchè bossi era un filoromanocentrico di prima riga e in più dittatore nel movimento) di liberare il nord dal giogo di roma ladrona, slogan tanto usati dai leghisti che poi si sono fatti la cuccia fissa nei vari consigli…ora che sono arrivati RINNEGANO ogni slogan e ci vogliono sudditi di roma più di prima…A ME NON INTERESSA CHE SAPPIANO GOVERNARE UNA CITTà O UN PAESE…LORO HANNO AVUTO QUEI RUOLI PER FARE BEN ALTRO…

  3. glauco says:

    eccoli qui, i cosiddetti autonomisti, del veneto, del nord….litigate come i capponi dell’azzeccagarbugli ed intanto roma , come sempre, vince. Voi litigate sulla poca carne attaccata all’osso ma siete solo lo specchio della societa’ che vi ha prodotto, una societa’ di persone piccole, senza ideali che non vadano al di la’ della propria pagnotta. Tutti volete la perfezione, pensando di essere i migliori. Non si trovera’ mai un accordo, al nord non e’ mai finito il tempo delle divisioni, al sud “JE BASTA DE MAGNA’ COI SORDI VOOSTRI”. Andate avanti cosi’, bravi, tosi, bossi , maroni eccc…bravi.

    un patriota padano o veneto, tanto non cambia.

  4. Veritas says:

    Nella lettera due inesattezze: 1) Non è affatto vero che Maroni parli tutti i giorni di Verona sui giornali; 2) non è affatrto vero che Salvini sia stato mandato in Europa per quel canto…. e chi scrive dovrebbe ben sapere il vero motivo, quello è stato, sì, su tutti i giornali.

  5. Berry says:

    Scusate, ma che differenza c’è tra il Trota e la sorella e il padre di Tosi?? Tutti hanno preso i voti, il Trota 10 volte quelli dei Tosi-family…. Qualcuno me lo spieghi… Grazie

  6. Diego Tagliabue says:

    Patetici tentativi di free climbing sugli specchi.

  7. Matteo Incerti says:

    Presto ci sarà non la Lega 2.0 ma la Lega 2%

  8. Ferruccio says:

    Per Roberto Maroni il modello Verona non esiste…

    Per il Bobo Nazionale esistONO solamente il MODELLO ITALIA il modello DEMOCRISTIANO

    MARONI come BOSSI è solo un venduto I due frà qualche anno verranno ricortdati come i GRANDI TRADITORI del POPOLO DEL NORD…..

  9. Berry says:

    E il suo portavoce che prende 200 mila euro l’anno…???? Pagato con soldi dei veronesi…..

  10. Trasea Peto says:

    italiano [i-ta-lià-no] = 1: chi adatta il suo comportamento alle situazioni, cercando sempre di ottenere vantaggi per sé; chi cerca di approfittare delle occasioni. 2: persona falsa e opportunista che fa il doppio gioco. 3: persona volubile, che cambia facilmente opinione. 4: che, chi lusinga. 5: chi loda qualcuno in modo non sincero, per interesse. 6: si dice di una cosa o di una persona che inganna, imbroglia o fa sbagliare. 7: Che, chi è solito imbrogliare la gente per ottenere un vantaggio personale. 8: chi cerca di ingannare gli altri sfruttando la loro buona fede.

  11. marcopolo says:

    La Lega è morta e sepolta, ma è inutile infierire su Tosi o Maroni, il killer ha un nome e un cognome, si chiama Umberto Bossi.
    Spero che il buon Dio gli chieda conto – in un giorno molto lontano – dei suoi tanti peccati, tra i quali, cristianamente, il più insopportabile è stato il “culto della personalità”.
    Lì c’erano già, fin dall’inizio, i germi del disfacimento del “movimento”.

  12. grùtli 1291 says:

    C’è chi ha avuto il coraggio di partire da zero, sulla propria pelle, senza risparmiarsi e senza arricchirsi. Dopo più di 20 anni e avendo rischiato anche la vita, ci si trova con una massa di chiacchieroni ed irriconoscenti, gente irreprensibile e perfetta che non ha mai sbagliato un colpo nella vita. Errori, inevitabilmente ne sono stati commessi, si è chiesto scusa pubblicamente, si risarcirà e se ne stanno pagando le conseguenze; ma il coraggio di mettersi in prima persona subendo più di 100 processi ideologici, lo contrappongo a quello di chi non riesce nemmeno a firmarsi, ma si nasconde dietro una critica anonima.Che padania vogliamo fare? e con chi?

    • Daniele Roscia says:

      Tosi e’ un neofascista camuffato, sostenitore dell’italiotismo piu’ becero, della missione della Lega non ha nessun interesse, e’ un replicante del dispotismo bossiano, il familismo amorale lo caratterizza da sempre, lo sanno anche i sassi, i suoi sostenitori lo applaudono perché sono gratificati dai favori ai fedelissimi. Gli eventuali avversari sono stati messi alla porta od espulsi, questo e’ lo stile di democrazia interna alla Lega Nord, nessuno osa contraddire le scelte, il dibattito interno non esiste, solo denigrazione da massaie, poi silenzio. Flavio non perdona, meglio stare zitti. Questo il modello Tosi, ma non c’e da stupirsi, e’ il modello imperante con l’unica variante: le altre formazioni politiche a Verona, sono peggio della Lega.

    • Veritas says:

      Bravo rutli 1291. E la questione settentrionale va risolta,
      prima che sia troppo tardi….

  13. mara says:

    …si, se la Lega ha preso il 10% ma Tosi ha stravinto come sindaco, forse qualche riflessione la dovrebbe fare chi non voleva che presentasse la sua civica…la gente è stufa di slogan, vuole amministratori concreti, soprattutto in un momento di crisi come questo, dove di certezze non se ne hanno….

  14. Berry says:

    Analisi azzeccatissima

  15. liugi says:

    Flavio Tosi dixit: “L’Italia è una sola. Coma fa la Lega a parlare di secessione dopo essere stata tre anni e mezzo al governo? Quale credibilita’ puo’ avere un ex ministro della Repubblica italiana che all’improvviso viene a propormi di smembrarla? Siamo seri”.

    Statuto della Lega Nord, Articolo 1: Il Movimento politico denominato “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania”, costituito da Associazioni Politiche, ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale Repubblica Federale indipendente e sovrana.

    Che bel rinnovamento. Che affidabilità può avere un leader che ha rinnegato persino il primo articolo dello Statuto del suo partito.
    La Lega Nord è finita.

  16. Sante says:

    “vecchio leghista” ke “concedi” tuttora il tuo voto….
    ….e nnSOLO…quello alla LN….da 15 anni
    …….XKé ti lamenti e piangi come un vitello ????….
    se l’hai “preso a bottega” sino ad oggi….
    …..NNguaire e NNagitarti…..
    ======”fai solo il giuoco del “nemico” “”
    SerenissimiSaluti

    • Gian says:

      tu sei peggio di lui… sai solo aggiungere l’aggettivo serenissimo ad ogni parola che ti piace e italianissimo ad ogni parola che non ti piace.

  17. Johann Gossner says:

    TUTTI QUANTI TENIAMO FAMIGLIA E NON AMIAMO IL LAVORO: ECCO LA LEGA 2.0.
    LA PAROLA LEGA HA IL SOLO SIGNIFICATO DI PATTO TRA TRANSFUGHI DEGLI EX ORMAI DEFUNTI ELETTORALMENTE PARTITI:
    LEGA 2.0 UN NUOVO TENTATIVO DI RICICLAGGIO SUL MODELLO DI FORZA ITALIA: RESTA IL GUSCIO DELLA LEGA MA NON NIENTE PIU’ DI UN PARAVENTO PER VECCHI POLITICI TROMBATI.

  18. Mi faccio grasse risate su Tosi, per non piangere.
    Quest’uomo nulla farà per l’autonomia di Verona, per non parlare del Veneto.
    La parola INDIPENDENZA non ha mai fatto parte del suo vocabolario.
    Che volete aspettarvi da costui?

    PS mai percorso le strade di Verona in auto? beh, neanche le buche sa aggiustare!

  19. Ferruccio says:

    Tosi ,la sorella , il padre……

    Dalla famiglia Bossi….. alla famiglia Tosi….

Leave a Comment