Capolavoro 5Stelle smaschera vitalizi: Parlamento difende la pensione dopo 4 anni. “Cancellano diritti acquisiti con Fornero, mantengono i loro privilegi. Dopo oggi, arriviamo al governo!”

di maio

La proposta M5S “per parificare le pensioni dei parlamentari e’ stata bocciata”. Lo afferma il vice presidente della Camera Luigi Di Maio che ha lasciato l’ufficio di Presidenza della Camera per protesta mentre i parlamentari pentastellati presidiavano l’ingresso. “A me sembra un clima da fine della Seconda Repubblica, siamo alla fine dell’impero dei partiti”.

“So che c’è molta rabbia, ma io non sono venuto qui a dirvi che dovete arrabbiarvi ancora di più. So che dopo questo atto politico di oggi noi arriveremo al governo. E vi prometto che tra i primi atti che faremo sarà tagliargli tutto lo schifo di privilegi”. Così Luigi Di Maio (M5S) prendendo la parola di fronte ai manifestanti in piazza a Montecitorio che gridano in coro “Onestà”.

“Il 15 settembre, quando questi signori matureranno la pensione – ha aggiunto Di Maio – noi celebreremo pacificamente la fine dei vecchi partiti in Italia e vi promettiamo una cosa: se doveste mandarci al governo, tra i primi atti ci sara’ quello di tagliargli tutto lo schifo di privilegi. Noi con la nostra proposta – ha spiegato ancora entrando nel merito della questione – non gli avevamo chiesto di tagliarsi la pensione ma solo di avere lo stesso trattamento di tutti gli altri cittadini italiani. Un cittadino, normalmente, ha bisogno di 43 anni per andare in pensione. E’ indecente che un parlamentare ci possa andare dopo 4 anni e mezzo.. E l’hanno bocciato, con motivazioni indecenti: c’e’ chi ha detto ‘ma io non so se trovero’ lavoro dopo il mio mandato’ e chi ‘io ho versato i contributi'”. Poi, parlando con numerosi giornalisti, Di Maio ha insistito sul fatto che “con questa scelta politica hanno deciso di restare nel Medioevo politico. Neanche la pensione hanno avuto il coraggio di tagliarsi”.

Anche la Lega aveva presentato  la proposta di tagliare i vitalizi ma ormai la bandiera mediatica è in mano ai grillini. “E’ vergognoso che alla nostra proposta di eliminare totalmente i vitalizi ai parlamentari, equiparandoli quindi agli altri lavoratori, la maggioranza abbia votato contro. Anche la nostra proposta di cancellare i baby vitalizi e’ stata sonoramente bocciata”. Lo dice il deputato della Lega Nord Davide Caparini al termine delle votazioni della delibera sui vitalizi dei parlamentari. “Unico dato positivo – aggiunge – e’ che e’ stato affermato il principio che e’ possibile chiedere un contributo a chi, come gli ex parlamentari, ha goduto dei privilegi della Prima Repubblica”.

Ma quella che un tempo era la battaglia anticasta del Carroccio, è appannaggio dei 5Stelle. La Lega ha spostato il baricentro su immigrati e uscita dall’euro.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment