Canone in bolletta. Ma le società elettriche diventate esattori di imposte, hanno cambiato la loro ragione sociale?

hera canone raiÈ in corso una raccolta firme, promossa dalla nostra Associazione (Popular Assembly Project) presso la cittadinanza triestina, per ottenere dalle Società del Gruppo Hera una risposta al quesito “A seguito dell’entrata in vigore della legge 208/15, della Repubblica Italiana segnatamente dove, all’art.153-lett. C, il canone Rai viene addebitato a rate mediante vs. bollette di fornitore di energia elettrica, avete modificato l’oggetto sociale del vs. Statuto, introducendo il mestiere di esattore di imposte per conto terzi anche ai fini dell’aggio per la riscossione?”.

Una prima tranche, di 565 firme, è stata portata a mano in data 3 luglio 2017 nella sede della Società Hera, in via del Teatro 5. “Alla legittima richiesta che la consegna dei fogli con le firme originali dei cittadini venisse protocollata, è stata posta una sorta di resistenza, adducendo motivi del tipo che l’ufficio protocollo non esistesse, e solo dopo ripetute sollecitazioni è stato concessa la timbratura, peraltro senza siglatura del funzionario responsabile, come da noi sollecitato. Spiace constatare la mancanza di rispetto per i rappresentanti dei cittadini firmatari, che esercitano il loro diritto ad ottenere chiarimenti da una Società nata come fornitrice di servizi e divenuta esattore per conto del Governo italiano”. La raccolta delle firme continuerà nei prossimi mesi: per le modalità, potrete trovare le informazioni sul sito web www.assemblyproject.org. A darne notizia, è stata Paola Rocco segretaria P.A.P.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Ric says:

    Scusate , ma davvero la vostra iniziativa ha come finalità di ottenere risposte da chicchessia , oppure è una strategia per far conoscere ai tartassati la vera natura della connivenza di sistema ?
    Sono saltate le garanzie minime perché non esiste etica nel sopruso e tutti hanno la rogna .
    Armatevi e preparatevi a cacciare L’invasore parassita ; è l’unico modo di ripristinare diritto e libertà individuale .
    Non è possibile il linguaggio liberale e l’impianto condiviso di garanzie minime nonché di principi riconoscenti del diritto universale del rispetto umano e conseguente educazione di atteggiamento ed empatia di servizio in un clima psicotico degenere ! È come una partita di pallanuoto tra ragazzini contro caimani .
    È in atto il tempo delle conseguenze , e le care anime belle sono ad una scelta obbligata : lottare duro per forse vivere o non lottare per sicuramente perire ; quando dico lottare intendo tra vita e morte , fuor di metafora . Chiaro ?

Leave a Comment