Caner: “La sanità è coperta al 48% dai veneti”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Monti pensa già a una nuova tassa sulla sanità perché ritiene che non sarà più possibile finanziarla. Ma la nostra Regione riesce a finanziare in maniera autonoma quasi il 50% delle prestazioni sanitarie, pertanto i veneti non possono continuare a pagare per gli sprechi di altri, servono i costi standard in sanità”. Così il capogruppo leghista in Consiglio regionale Federico Caner commenta la stangata di Monti sulla Sanità.

“In Veneto – spiega Caner -, le entrate proprie della Regione rappresentano il 48% delle risorse destinate alla sanità: mediamente, negli ultimi tre anni (2009-2011) il gettito dell’Irap, dell’addizionale regionale IRPEF, dei ticket e dei ricavi propri delle ASL ammonta infatti a 4.271 milioni di euro, a fronte di entrate complessive pari a 8.899 milioni di euro. La nostra Regione si piazza ben 9 punti sopra la media nazionale (39%) (si veda la tabella qui sotto) ed è al quarto posto, dietro solo a Lombardia (58,1%) e Lazio (52,4%) e praticamente alla pari con l’Emilia Romagna (48,6%). Oltretutto, le performance di Lombardia e Lazio sono in parte imputabili al consistente gettito IRAP legato all’elevata concentrazione di imprese a Milano e a Roma”.

“Sono dati che confermano la realtà duale della sanità italiana – conclude Caner -: accanto a Regioni che riescono a finanziare in maniera autonoma circa il 50% delle prestazioni sanitarie, ve ne sono altre che non arrivano al 20% (la Puglia con il 19,9%, il Molise con il 15%, la Basilicata con il 12,5% e la Calabria con il 9,9%). Perché dobbiamo continuare a pagare per chi non è virtuoso? Il Veneto non può più accettare l’imposizione di nuove tasse”.

Il grado di copertura sanitaria con entrate proprie – media 2009-2011 (milioni di euro)

 

Entrate
proprie*

Totale
ricavi
sanitari

Copertura
sanità con
entrate
proprie (%)

LOMBARDIA

10.255

17.638

58,1

LAZIO

5.415

10.327

52,4

EMILIA ROMAGNA

4.020

8.277

48,6

VENETO

4.271

8.899

 

48,0

P.A. BOLZANO

502

1.134

44,3

TOSCANA

3.062

7.253

42,2

FRIULI-V.G.

1.055

2.501

42,2

PIEMONTE

3.581

8.618

41,6

VALLE D’AOSTA

120

293

41,1

P.A. TRENTO

423

1.132

37,3

MARCHE

1.026

2.864

35,8

LIGURIA

1.122

3.253

34,5

UMBRIA

530

1.664

31,9

ABRUZZO

698

2.454

28,4

SARDEGNA

833

3.026

27,5

SICILIA

2.107

8.742

24,1

CAMPANIA

2.056

9.954

20,7

PUGLIA

1.432

7.179

19,9

MOLISE

88

586

15,0

BASILICATA

133

1.064

12,5

CALABRIA

353

3.575

9,9

ITALIA

43.080

110.432

 

39,0

(*) Irap, addizionale Irpef, ticket, altre entrate proprie

Elaborazioni Plancia – Strumento di management politico su dati Ministero della Salute

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment