Comunità autonoma, Caner presenta una mozione in Regione

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Comunità autonome in cui le risorse finanziarie destinate al territorio non possano essere inferiori ai tre quarti del gettito tributario complessivo prodotto dagli Enti interessati, per una autonomia concreta a tutela del Nord, delle famiglie e delle imprese. Questo il “cuore” della mozione presentata oggi alle 11 dal capogruppo leghista Federico Caner e da tutto il Gruppo consiliare del Carroccio a palazzo Ferro Fini, per impegnare la Giunta regionale ad appoggiare il progetto di legge costituzionale di iniziativa popolare che prevede le cosiddette Comunità Autonome.

“Si tratta – spiega Caner – di accordi federativi tra Regioni, cui vengono attribuite condizioni particolari di autonomia per favorirne lo sviluppo attraverso progetti strategici e pianificazioni competitive. Oggi queste ‘federazioni’ esistono di fatto già, perché frequenti sono le istanze comuni delle Regioni nelle diverse sedi istituzionali. Faccio l’esempio delle infrastrutture, per cui già sussiste l’obbligo di coordinare le decisioni regionali su un ambito sovraterritoriale omogeneo. Per questo, ed anche per razionalizzare le risorse esistenti, è necessario istituire nuove ed innovative forme di cooperazione tra Regioni, con un coordinamento che comunque non comporterà alcun costo alla casse pubbliche ma consentirà di ottimizzare progetti, pianificazioni, sviluppo e problematiche associate anche alle risorse finanziarie”.

“Oggi – prosegue Caner – noi diciamo che la vera equità si ottiene garantendo alle Regioni l’autonomia necessaria al proprio sviluppo. Diciamo che chi ha in essere progetti di crescita non deve venire frenato da chi ‘tira indietro’. Diciamo che è sacrosanto il principio di una Europa delle Regioni così come definita da Miglio, rispondendo all’esigenza di forme innovative di cooperazione laddove l’ambito economico ed imprenditoriale è già omogeneo. Per questo la nostra mozione, comune a tutti i Consigli regionali del Nord, impegna la Giunta a sostenere l’iniziativa legislativa popolare, promuovendola e favorendola in ogni sede. Credo che in questo l’unità del Nord, locomotiva del Paese, sarà determinante per l’iter normativo che porterà, finalmente, a maggiori risorse per un territorio che produce, sviluppa, lavora e vuol crescere”.

Ufficio Stampa- Lega Nord-Veneto

QUI LA MOZIONE: Mozione Comunità Autonome

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Caner, ma PERCHE’ NON VI UNITE TRA VOI ATTORNO AD UN TAVOLO E FATE UNA UNICA PROPOSTA..?

    AVREBBE PIU’ PESO..!

    FATE UNO SFORZO…

    WSM

    • luigi bandiera says:

      Ah, si. Concordo con Peto sul fatto che le tasse rimarebbero taliquali per i soliti.

      Meno stato, regione, comune e meno TASSE… altrimenti non serve a nulla.

      Quegli enti la’ devono pagare di meno i loro dirigenti e avere il numero giusto dei dipendenti. Altrimenti e’ tutto inutile..! Ma so che tanti dipendenti sono politici e quindi..??
      Nessuno vuole rimetterci la quotaparte di paga e pagheranno sempre i soliti MONE.

      Il costo GONFIATO lo fanno quei dipendenti la’. Comprese le varie corti… che non intendono diminuirsi le paghe.

      E mi penso al CALZINO DA RIVOLTARE…

      Preghiamo

  2. Trasea Peto says:

    E’ meglio lo sviluppo delle Regioni o lo sviluppo dei cittadini che appartengono alle Regioni?
    Togliere a me in egual modo per dare di più all’Ente Regione Veneto invece che dar soldi all’Ente Stato italia a me cosa cambia? A me niente. Per Federico Caner probabilmente creerà più vantaggi.

    Se Federico Caner pretende che arrivino più soldi in Regione perché vuole ottimizzare progetti, pianificazioni, sviluppo e problematiche associate anche alle risorse finanziarie, perché non crea una sua ditta e fa tutte queste belle cose con i suoi soldi?

    Le porte della Camera di Commercio sono aperte a tutti, anche a Federico Caner…

    A Federico Caner è mai passata per la testa l’idea che trattenendo in Regione i 3/4 del gettito fiscale si potrebbe abbassare le tasse ai cittadini veneti? Se con la proposta di Caner per me la pressione fiscale rimarrà al 68,5% perché io dovrei festeggiare?

    Meno soldi al Governo italiano, di più alla Giunta Regionale veneta e per me la tassazione sempre al 68,5%? No grazie.

    …e comunque preferisco l’indipendenza dallo Stato italiano e dai suoi vassalli…compreso Caner.

Leave a Comment