Campagne elettorali, i rendiconti con le pecette dei politici

giovanardidi OPENPOLIS – I rendiconti economici delle campagne elettorali sono una fonte vasta e variegata di stranezze. Gli omissis sono sempre molto abbondanti, e in alcuni casi anche molto fantasiosi. Mentre tra chi non copre i dettagli si trovano a volte incongruenze. Per esempio sulle date.

 

Dopo la versione quasi integralmente censurata di Valeria Valente e dopo i vari casi di pecette su parte e totale dei contributi ricevuti, osserviamo i casi delle stranezze sulle date dei contributi.

Il senatore di Gal Carlo Giovanardi oltre alle cifre copre anche alcune delle date dei contributi, ma solo alcune. Per l’esattezza degli ultimi 4 contributi incassati sono coperti tutti i dettagli: date, luoghi e importi; invece per 4 voci di entrata (dell’importo di 10mila euro ciascuno) sono censurati solo i nomi dei contribuenti.

Non sappiamo quindi né la provenienza né l’entità delle risorse con cui Giovanardi ha condotto l’attività di propaganda per la sua candidatura. Tant’è che nella sua scheda nel progetto patrimoni trasparenti, alla sezione della dichiarazione elettorale non è stato possibile inserire alcun dettaglio.pecette1

 

 

La mancanza di trasparenza alimenta le domande: come mai coprire le date? E come mai coprirne solo alcune? Come mai omettere alcuni dettagli e altri lasciarli visibili? E soprattutto: che senso ha pubblicare un rendiconto elettorale inservibile? L’unica ragione intuibile è l’intento di rispettare la legge nella forma e non nella sostanza (i documenti ci sono, ma non dicono niente) .

Tra chi invece le date non le copre c’è il deputato Pdl Ignazio Abrignani, che riduce la sua dichiarazione elettorale (che dovrebbe essere un rendiconto puntuale di entrate e uscite) alla pubblicazione di un solo contributo ricevuto: 10mila euro. Soldi incassati però a settembre 2013, sette mesi dopo la data del voto (le ultime elezioni politiche si sono tenute il 24 e 25 febbraio 2013). Abrignani non fa sapere da chi ha ricevuto i 10mila euro, e non dichiara spese.pecette2

 

 

fonte: http://blog.openpolis.it/

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment