Cameron spacca il dogma dell’Ue dei trattati. Il Nord non ne approfitta?

bruxellesdi MARIO DI MAIO – È una vera fortuna per tutti che Cameron non abbia portato fuori adesso la Gran Bretagna dall’U.E., lasciando aperta la possibilità che resti all’interno ma alle sue condizioni. In sostanza ha ottenuto uno “statuto speciale ” che apre indirettamente la strada a soluzioni analoghe per altri popoli. Cade il tabù dell’immodificabilita’ dei trattati europei e si profila la possibilità di realizzazione di un’Europa “a geometria variabile ” sul modello del federalismo in salsa spagnola, come a suo tempo auspicato per noi con la “devolution”. La Gran Bretagna è stata sicuramente facilitata dalla propria situazione (aveva mantenuto la sterlina) ma la breccia sul monolitismo di Bruxelles è stata praticata. Adesso bisogna attivare e mobilitare l’euroregione alpina. Non c’è molto tempo da perdere.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment