Il Profumo dei soldi all’Abi, l’uomo da 40 milioni di buonuscita

banche italianeLa CICALA

Con la nomina del cavaliere del lavoro, Alessandro Profumo a responsabile delle relazioni sindacali dell’ABI (l’associazione che raggruppa le banche italiane) si è conclusa l’esperienza di un’altra persona che per molti anni tra le banche e i sindacati (Francesco Micheli) ne è stato il protagonista assoluto. Micheli era laureato in Sociologia, mentre il Profumo, ora Presidente del Monte dei Paschi di Siena è laureato alla Bocconi ed è balzato alla cronaca nel 2010 per i 40 milioni di euro (di cui 2 dati in beneficenza) ma comunque parliamo di ben 38 milioni di euro che UNICREDIT gli ha corrisposto anche come buonauscita, visto il rapporto fiduciario che si era incrinato per il “caso LIBIA”. E’ legittimo ora aspettarsi da questa persona, dotata di grande esperienza manageriale,  un approccio diverso…

Al primo incontro nella nuova veste di Presidente del terzo gruppo bancario italiano, e capo delle relazioni sindacali, nonchè di componente del comitato di Presidenza dell’ABI, riponga le armi e inizi a trattare sul serio. Glielo chiedono i 310 mila bancari rappresentati dalle 8 sigle sindacali.
Certo che con un’inchiesta per presunta frode fiscale e il rinvio a giudizio (insieme a lui altri 19 a tenergli compagnia) oltre all’inchiesta della procura di TRANI per il presunto reato di usura, non è il massimo, ma ormai ci siamo abituati e comunque sino alla condanna definitiva si è innocenti e pertanto mi auguro che egli possa dimostrare di essere innocente.
Una delle assolute capacità di Profumo è quella di saper tessere rapporti e lo ha dimostrato nel corso degli anni anche in quella che era il tempio della finanza italiana (Mediobanca).
Bene, sono convinta che nei prossimi mesi ne vedremo delle belle, ma spero nonci sia  uno sciopero generale come quello dello scorso anno che ha fatto imbufalire centinaia di migliaia di clienti per la chiusura pressochè totale degli sportelli in tutto il Paese.

“L’economia sa tutto di te e tu non sai niente dell’economia. La tua banca sa tutto di te, di quanti soldi hai, e quando li spendi; ma tu non sai niente di cosa fa la banca dei tuoi soldi e dove li mette, e se ce li ha!”
Beppe Grillo

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment