Buzzetti (costruttori): l’Italia è un Paese che cade a pezzi

di REDAZIONE

“L’Italia e’ un paese che cade a pezzi”: e’ la fotografia del Paese fatta da Paolo Buzzetti, presidente dell’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) al convegno inaugurale del Saie di Bologna “Better Buildings & Smart Cities”. Un paese da risistemare sui piani della manutenzione antisismica e del risparmio energetico, dove il 62% delle abitazioni residenziali e’ stata costruita prima del 74 e delle normative antisismiche; idem per il 60% delle scuole, con 10.000 edifici da abbattere e ricostruire. Un paese dove 21 milioni di italiani vivono in zone sismiche, e che ha il 30% del territorio disastrato. Per il presidente dell’Ance, servono idee strategiche d’ interventi mentre il ‘piano citta” va concretizzato, dando nuove opportunita’ per la casa in un momento di crisi a chi sta cercando di acquistarla o semplicemente di trovarla in affitto. “Bisogna che ogni sindaco dica qual’e’ il piano della propria citta’ -ha concluso Buzzetti, che ha parlato al convegno mentre in videoconferenza il ministro del lavoro Enrico Giovannini – e far partire la qualificazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. lory says:

    per fare questo ci vogliono i soldi.

Leave a Comment