Bundesbank: patrimoniale per i paesi dell’Eurozona che rischiano default

di REDAZIONE

Una imposta patrimoniale una tantum per i Paesi dell’Eurozona che rischiano un default. È l’«opzione» individuata dalla Bundesbank, per affrontare in prima battuta il «caso eccezionale di uno Stato che rischia l’insolvenza». La Banca centrale tedesca spiega – nel Bollettino mensile – che il coinvolgimento dei contribuenti con un prelievo straordinario sui capitali privati, «è preferibile ai salvataggi», anche se – riconosce la Buba – questo tipo di misura «non è priva di rischi e dovrebbe essere adottata solo in ultima istanza».

In Germania piace l«opzionè, individuata dalla Bundesbank, di una tassa patrimoniale una tantum per i Paesi dell’eurozona che rischiano un default. »Sostengo le dichiarazioni di Bundesbank a proposito di una partecipazione maggiore dei capitali privati al consolidamento delle finanze pubbliche«, ha detto oggi Carsten Schneider, vicecapogruppo della Spd, uno dei tre partiti che sostengono il governo di grande coalizione guidato da Angela Merkel. Per Schneider sia una tassa sulle transazioni finanziarie che una patrimoniale sono strumenti adeguati per far partecipare ai costi chi si è approfittato degli aiuti di Stato e chi ha causato la crisi. In Germania la tassa patrimoniale è stata cancellata alla fine del 1996. Nell’ultimo anno aveva portato nelle casse pubbliche l’equivalente di 4,6 miliardi di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Diego Tagliabue says:

    “Piccola precisazione”: la Bundesbank ha semplicemente detto, che ogni Paese deve PRIMA cercare di CAVARSELA con le PROPRIE risorse e, poi, chiedere aiuto agli altri Paesi.

    Io appoggio la proposta e sarebbe ora di attuarla anche in Fallitaglia, tolgiendo il vaglia al Sud.

  2. Albert Nextein says:

    Tutte le imposte patrimoniali dovrebbero essere eliminate per prime.

  3. FRANCO says:

    D’accordo con Dan e aggiungerei ai banchieri politici ,sindacalisti e burocrati.

  4. Dan says:

    Facciamo invece che queste banche ladre portano i libri in tribunale ed i loro responsabili pagano tutto fino alla settima generazione ?
    Anche quella sarebbe una tantum ma sarebbe anche d’esempio

Leave a Comment