Bullismo sul prof? “Figlio” del ministero che distrugge il merito e umilia i docenti

scuolaDai social

 

di GIUSEPPE REGUZZONI – Sì, è vero: (lo studente che ha minacciato in classe l’insegnante, ndr) ha umiliato pesantemente un docente e, quindi, merita di essere punito severamente. Lo faranno? o finirà col giudizio di assoluzione del solito psicologo condiscendente, come in molti altri casi? Per il resto, tutto questo non è che 1) il punto di arrivo della pedagogia postsessantottina 2) un atteggiamento coerente con il Ministero, che da anni ormai umilia i docenti con stipendi da fame, progetti elaborati da agenzie interessate e da tecnici che hanno messo piede in un’aula forse solo da alunni, cancellazione sistematica della libertà di educazione, protezione degli incapaci e distruzione del merito. 3) conseguenza dell’autolesionismo dei docenti, incapaci di fare barriera al sistema.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Ero contro i docenti anch’io quando fui studente. Contro certi docenti.

    Ma ho amato davvero altri docenti… che erano il mio Totem.

    Avevano una figura da cavaliere e poi erano davvero SAPIENS.

    Ora non entro nel merito di oggi se sono o no sapiens, poi anche dopo la mia esperienza di rappresentante e dei genitori e del mio comune in qualita’ di consigliere comunale ne ho viste… Ma oggi appunto sono davvero lontano da quel pianeta.

    Il mondo e’ cambiato… e sta cambiando perche’ la politica e’ entrata, come un cancro, nelle scuole.
    Dove entra la politica la vita cambia e poi fa marcire tutto. E’ un cancro che si sviluppa nella dottrina komunista… Forse mi spiego male… cercate di capirmi.

    Quando mi informavano che mio figlio o figlia erano cosi’ o cola’, io mettevo il mandato nelle mani degli insegnanti: loro hanno il mandato e sono loro sono i maestri e non i genitori. L’ingranggio ha tot denti e devono entrare uno nell’altro.Stop.

    In caso devono collaborare per unire le due esperienze.

    Ma la politica deve stare fuori dalla scuola. Ma gira cosi’ da sempre purtroppo.

    Pero’ ed invece e’ sotto occupazione specie “religiosa”… kattokomunista per farmi capire meglio. (kapitribu’ e stregoni sempre presenti sin dal tempo di Adamo ed Eva da sempre pericolosa sin dalla prima: ha troppo miele…).

    Stabiliamo che qua si vive con delle regole basate sul cristianesimo-komunistesimo.

    Se tutti accettassero sicuramente la vita sarebbe serena.

    Se invece, facciamo si che il cristianesimo si opponga al komunistesimo (parola inventata tout court) e viceversa: che kax di societa’ avremmo..?

    Sara’ un ring e non una famiglia del genere umano.

    Bon, basta cosi’ per oggi…

Leave a Comment