BTP Italia, da oggi via alla quarta emissione di titoli

di REDAZIONE

Scatta da oggi l’emissione del quarto Btp Italia, titolo a 4 anni indicizzato all’inflazione italiana, con godimento 22 aprile 2013 e scadenza 22 aprile 2017. Il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito è pari a 2,25%. L’emissione – come spiegato nei giorni scorsi dal Tesoro – avrà luogo mediante la raccolta di ordini d’acquisto degli investitori sul Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato attraverso Banca Imi e UniCredit dal 15 al 18 aprile, salvo chiusura anticipata.

Il tasso cedolare (reale) annuo definitivo sarà fissato al termine del periodo di raccolta degli ordini e non potrà essere inferiore al tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito. La nuova emissione, ha spiegato nei giorni scorsi il direttore generale del Debito Pubblico Maria Cannata, non sarà illimitata e il Tesoro si riserverà di decidere se interrompere gli ordini prima dei quattro giorni previsti. Dopo ”il successo eclatante” registrato a ottobre ora la nuova emissione, ha spiegato, ”è da tenere sotto controllo” e ”i primi 2 giorni saranno garantiti” e poi in base alla richiesta ” valuteremo se interrompere gli ordini”.

Quanto alla possibilità di chiudere l’emissione anticipatamente Cannata aveva spiegato in occasione della presentazione della nuova emissione, che l’anno di scadenza del titolo, ovvero il 2017 ”sarà un anno pesantuccio dunque meglio non aggiungere scadenze”. In ogni caso, ”se chiudiamo prima verrà data ampia comunicazione ai risparmiatori”. I Btp Italia, lanciati per la prima volta a marzo 2012 per il pubblico retail, hanno raccolto nelle tre emissioni precedenti oltre 27 miliardi di euro. Per quest’anno sono previste due emissioni: dopo questa di meta’ aprile, la seconda e’ attesa per meta’ anno.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    Scadenza a 4 anni ? Sì sì, sottoscrivo subito… ma neanche mi garantissero sull’anima del fantasma formaggino il 20% d’interessi

  2. oppio49 says:

    ma ci sono ancora coglioni padani che sottoscrivono il debito pubblico italiota? è come dire al ladro che mi deruba quotidianamente do anche i miei risparmi e questo, con i miei soldi, mi garantisce un misero tasso d’interesse. avanti così coglioni padani…..

Leave a Comment