Bruxelles 4/ Quando la rivista dei Servizi scrisse: i terroristi avvantaggiati dalle leggi europee

di REDAZIONEislamlondra

Una interessante e ampia rivista, Gnosis, rivista di intelligence e cultura professionale al tempo cui facciamo riferimento emanazione del Sisde (oggi Agenzia informazioni e sicurezza interna) conserva un piccolo ritaglio di saggezza, scritto e firmato a suo tempo dal gesuita Giuseppe De Rosa, di “Civiltà Cattolica”, altra autorevole rivista di cultura.

Ebbene, sul numero 1/2005 vi si trova questo inciso di grande attualità che riproponiamo per la sua profetica portata ai lettori.

“Non si può non rilevare, inoltre, che il terrorismo trae enormi vantaggi anche dalle garanzie che le leggi dei paesi democratici offrono ai terroristi, permettendo loro di muoversi liberamente nel territorio dello Stato, di uscire e di rientrarvi senza difficoltà, di procurarsi e ricevere finanziamenti per inviarli alle organizzazioni terroristiche, di rifornirsi senza difficoltà di documenti falsi. Negli anni passati, ad esempio, qualche migliaio di aspiranti terroristi, residenti in Italia, è potuto andare ad addestrarsi in Afghanistan, per poi rientrare nel nostro paese, costituendo anche cellule terroristiche in stretto collegamento con omologhi gruppi in Francia e Germania”.

C’è altro da aggiungere? Il link per rileggere con attenzione il forum che fu aperto da Gnosis assieme a Lucio Caracciolo, allo stesso De Rosa e al giornalista Maurizio Molinari, che affermò: “L’islam radicale ha un disegno globale: (…) vendicare la caduta di Costantinopoli, riconquistando le terre europee che furono sotto il dominio dei Califfi (…). Trattandosi di un conflitto ideologico, lo scontro sarà di lunga durata”.

Rileggere per svegliarsi da sonno.

http://gnosis.aisi.gov.it/Gnosis/Rivista2.nsf/servnavig/57?Open&Highlight=2,giuseppe+de+rosa

 

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento