Brigantaggio, va in scena “la Storia bandita” in Basilicata

di REDAZIONE

Quattrocento figuranti per ripercorrere dal 5 luglio al 14 settembre la ”Storia bandita”, lo spettacolo sulle vicende del brigantaggio in Basilicata, nel parco della Grancia, a Brindisi di Montagna (Potenza), con le voci di Michele Placido, Orso Maria Guerrini, Paolo Ferrara e Lina Sastri, e le musiche di Lucio Dalla e Antonello Venditti, che fanno da sottofondo agli scontri tra l’esercito regio e il generale dei briganti, Carmine Crocco.

Per brigantaggio si suole definire – da parte del pensiero mainstream – una forma di banditismo caratterizzata da azioni violente a scopo di rapina ed estorsione, ma che ha avuto, in altre circostanze, risvolti insurrezionalisti a sfondo politico e sociale.

Sebbene il fenomeno abbia origini remote ed abbia interessato periodi storici e territori diversi, nella storiografia italiana, con questo termine, ci si riferisce, generalmente, alle bande armate presenti nel Mezzogiorno fra la fine del XVIII secolo e il primo decennio successivo alla proclamazione del Regno d’Italia, che si dimostrò nemico delle genti del Sud. In particolare, l’attività brigantesca assunse connotati politici e religiosi con le sollevazioni sanfediste antifrancesi, fu duramente repressa in epoca napoleonica, borbonica e risorgimentale, allorquando, dopo essersi sviluppata ulteriormente, si contrappose alle truppe del neonato Stato italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. Unione Cisalpina says:

    ma andate tutti a kagare ! …

    il brigantaggio era allora ciò ke la mafia e kamorra sono ankor oggi … stessa violenza, politika, appoggio popolare e metodi usati kontro kiunkue alteri o tenti, il retrogrado status kuò, dei potentati lokali e loro fammiglie mafiose dim merda … kome in kosovo ed albania pure …

    SVEGLIA BAUKKI POLENTONI !

    • Lucano says:

      loro combattevano contro l’invasione e l’annessione piemontese, senza nascondersi dietro una tastiera e senza digitare KKKKK come fai tu ma rischiando la vita (la mafia e kamorra sono di oggi non centrano nulla)

      • Unione Cisalpina says:

        —————————–
        ma va lah, Lukano …
        le insorgenze veronesi anti francesi
        erano guerra vera a Napoleone… solo k’era guidata e gestita dal klero reazionario, ieri kome sempre sostenitore di ogni regime dittatoriale e retrogrado …

        da voi solo banditismo e malavita, maskerata, al solito, oggi, dai soliti furbi in rivendikazione d’uno stato ke non volete xkè vi va bene di kannibalizzare noi padani, vittime vostre e della vostra vigliakkeria al bene sociale komune..

        basta italia… Padania libera dal levantinismo italiko degenere e sua amministrazione borbonika ed oppressiva, oltrekè koloniale e razzista…

  2. valter ottello says:

    quando i * SAVOIA …. ** andarono a rompere i coglioni in MERIDIONE …… ISOLE comprese …..

  3. Tivo says:

    Cavolo interessante davvero… xò bisogna dir ke combattevano contro l’oppressione dei rikki del tempo ke usarono il SUD x farsi rikki loro, visto ke il Regno delle 2 Sicilie era potentissimo al tempo x moneta ed Esercito allo stesso tempo!!!

  4. luigi bandiera says:

    D’ACCORDO SUI BRIGANTI MERIDIONALI.
    MAGARI AVERNE AVUTO ANCHE AL NORD..!!!

    Ma noi del NODDE NON ABBIAMO NULLA DA PRESENTARE AI MONE SPETTATORI E DEL SUDDE E DEL NODDE..?

    NO..!!!

    SE GLI PRESENTI I BRIGANTI SUDDISTI COME EROI COSA PENSERANNO DEI MONE (VERI) NORDISTI..?

    CHE NON ABBIAMO FATTO NULLA PER IMPEDIRE LA FORMAZIONE DELLO STATO DI MERDA ITALIANO..??

    ED E’ LOGICO SE CE L’HANNO SU CON I NORDISTI DI MERDA..!!

    PIU’ SCEMI DI COSI’ SI MUORE O NO..?
    E DOVE TE LI TROVI SE NON AL NORD E CIOE’ NELL’EX SERENISSIMA REPUBBLICA VENETHA..?

    MONE..!!!?????????????????????????????????

    BASTAaaa…!!!!!!!!!!!!!!!!

Leave a Comment