Brescia, conferenza col candidato sindaco di Unione Padana

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Prosegue in questi giorni, la presenza del candidato sindaco di Unione Padana, Vittore Vantini, insieme ai rappresentanti provinciali ed ai candidati in consiglio comunale, ai mercati settimanali della città. “E’ questo il momento di coinvolgere i cittadini bresciani nella costruzione della città del futuro attraverso l’incontro ed il confronto con chi si propone alla guida di Brescia per i prossimi cinque anni” afferma il segretario provinciale Fabio Toffa “non è più tempo di programmi elettorali scritti a tavolino nelle sedi dei partiti e poveri di reali contenuti. I bresciani oggi chiedono interventi decisi sui fronti della sicurezza, della tutela ambientale e soprattutto della difesa del proprio tenore di vita messo a durissima prova dal governo centrale e centralista massonico di Monti e dei partiti che lo sostengono. I mercati rionali sono lo specchio della città, luogo di aggregazione e socializzazione per le fasce più deboli e baluardo contro il caro-vita.

I bresciani oggi, e tutto il popolo lombardo, hanno il problema di arrivare serenamente a fine mese, stretti tra la morsa di disoccupazione, CIG e aumento di tasse e balzelli ed assistono a scene a dir poco imbarazzanti di risorse pubbliche sperperate anche per il pagamento di sanzioni amministrative cominate al Sindaco Paroli ed alla sua giunta.

Il desiderio di Paroli di emulare nel peggior modo i suoi ex colleghi parlamentari romani, costerà ai bresciani circa 50 mila euro che finiranno nelle casse di Equitalia a discapito di interventi che potevano essere realizzati a favore delle fasce più deboli della cittadinanza. Il sindaco invece di rimbalzare le responsabilità su fantomatici cospiratori di palazzo Loggia, chieda scusa ai bresciani, ripaghi il danno cagionato e magari come gesto riparatore doni lo stesso importo alle associazioni locali che si occupano di seguire ed accudire gli anziani più bisognosi e le famiglie bresciane in difficoltà. Non dovrebbe essere troppo oneroso visto il lauto stipendio da sindaco, unito, per quasi tutta la legislatura a quello di parlamentare italiano che il Nostro ha percepito fin qui.”

Il prossimo appuntamento, dopo quello della settimana scorsa al villaggio Sereno e di quella precedente al quartiere Casazza, è per sabato 01 dicembre a San Polo al mercato di via Allegri dalle ore 8,30 con la presenza del segretario nazionale e consigliere Provinciale Giulio Arrighini. Alle ore 10,30 è indetta inoltre una conferenza stampa tra i banchi del mercato sui temi legati alle criticità della zona di San Polo e limitrofe.

UNIONE PADANA  – Segreteria Provinciale di Brescia

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Vittore Vantini says:

    Caro Federico, innanzitutto non ci interessa scrivere poesie, magari a rima baciata. Poi il problema dei problemi a Brescia è la vera e propria bomba ecologica che continua a deflagrare in terra, acqua e aria e non certo un tombini affaire. Se lei conoscesse i dati, converrebbe con me che ci sarebbe da schiaffare in galera una non piccola lista di responsabili e di personaggi volutamente ciechi.
    Secondo lei l’indipendenza dovrebbe cominciare dall’istituto della presidenza della repubblica e giù giù fino al cittadino o non è meglio conquistare progressivamente parti di province e regione per comporre dal basso presidi?

    • Unione Cisalpina says:

      … non è meglio conquistare progressivamente parti di province e regione per comporre dal basso presidi? …

      lo ciarlatanava anke la lekka nodde … guarda dove sono approdati ! 😀 … si potrebbe dire :”grazie… abbiamo già dato !” … ripeto ankòra: nulla kontro la tua Persona… vista la tua ferma volontà, vai avanti… ti auguro suerte …

      ank’io xò, kome FL penso ke servano azioni konkrete di protesta fiskale kapeggiate da nostri koncittadini “valorosi e kapaci” ke le impulsino, organizzandole a dovere, piuttosto ke inseguire le solite poiltrone …

    • presidi ecologici?
      gliela canto nel terronico
      “ma mi faccia il piacere!”

  2. Strade, tombini, bus, asili, ecc.
    non fanno rima con INDIPENDENZA,
    la vostra è fatica sprecata, per il comune basta un Corsini o un Paroli qualunque…
    Usate le vostre energie per obiettivi più ambiziosi.

Leave a Comment