Bossi torna secessionista: non possiamo più restare in Italia

di REDAZIONE

Di fronte a quello che considera il «fallimento» dello Stato italiano, il presidente della Lega Umberto Bossi è convinto che «il punto di non ritorno è già passato, non possiamo restare in Italia: c’è solo una strada, la secessione». Bossi lo ha detto intervenendo a una festa del Carroccio in provincia di Varese. Bossi ha preso spunto dal discorso pronunciato prima di lui dal presidente della Provincia di Varese, Dario Galli, che aveva invocato uno sforzo per «padanizzare il resto d’Italia» al più presto.
LA PADANIZZAZIONE – «Non dobbiamo padanizzare l’Italia – ha attaccato Bossi – dobbiamo mandarla a fanculo». E questo soprattutto perchè, secondo l’ex ministro delle riforme, «non è possibile pensare che Roma possa cambiare: Roma vuole solo il nostro portafoglio». A questo punto Bossi ha ripreso il discorso sulla macroregione alpina, avviata con un patto firmato di recente in Svizzera, che ricorda ormai ad ogni comizio e che è «un passo già fatto» verso l’indipendenza della Padania. «Ho lasciato la segreteria federale della Lega – ha detto ai militanti di Golasecca – con grandi progetti, uno è l’euroregione padana-alpina». In questo contesto a suo giudizio si inserisce infatti il futuro del Nord Italia. Del resto, ha concluso il presidente della Lega, l’unità d’Italia «l’hanno fatta all’estero, quindi così come l’han fatta possiamo anche disfarla»: e «la nostra bandiera è una sola, il Sole delle Alpi, non il tricolore».

Fonte: www.corriere.it

Print Friendly, PDF & Email

20 Comments

  1. Come spessissimo, ecco di ritorno l’Arabo Mentitore di migliana memoria…
    Con tutto il rispetto: lasciamolo parlare, magari diamogli una pacca sulla spalla (non troppo forte, magari si rompe del tutto) incoraggiandolo: “Umberto, questa è davvero buona!”.
    Ma nulla di più.
    Da SOM, lo dico chiaramente: spero che venga presto… dispensato.
    Senza di lui, la secessione forse sarebbe ora realtà.

    • Da SOM, dovresti comprendere che secessione e/o federalismo, in uno stato granitico-centralista come quello in cui ci ritroviamo, non sono certo facili da ottenere. Per di piu’ dal 2004, Bossi non è piu’ stato lo stesso e si è anche allontanato -o fatto allontanare –
      dal suo “popolo”.
      Purtroppo resterà di lui solo un ricordo: quello di aver portato la gente a desiderare e cercare di perseguire l’indipendenza da Roma….

  2. Ma cosa ha fatto Bossi e i suoi per cambiare l’Italia come aveva promesso nel 1996 andando in Parlamento con tutti quei parlamentari? Poi, si è alleato con Berlusconi e i “siciliani” di Lombardo ed invece di cambiare l’Italia è cambiata la Lega Nord (cambiata oppure è sempre stata a servizio di chi diceva di voler combattere?).

  3. Raccogliamo le sue quotidiane esternazioni verdi, ormai le barzellette sui carabinieri sono finite e noi, malgrado tutto, abbiamo anche bisogno di ridere, fa buon sangue…
    Saluti
    Dario Catti

  4. Che la facciano finita una volta per tutte: Indicano un referendum e poi vediamo quanti staranno con la macroregione….che avremo da spartire con austriaci e croati, questo rimane un mistero.

  5. Avevi solo da non allearti con Berlusconi nel 1994, a quest’ora eravamo indipendenti da un pezzo e con ancora tutti i nostri soldi in tasca. Ci hai fatto perdere 18 anni per una poltrona a Roma….

  6. Ecco spiegato il mistero dei soldi in Tanzania… voleva andare di là a dichiarare la Padania… in Tanzania?

    LOL

    Manica di buffoni tutti quanti!!!

    Fuori da Parlamento e ripristino della democrazia, quella vera!!!

  7. IL problema è che è la Padania che si è italianizzata o meglio terronizzata (intendo come modo di comportarsi e fottere gli altri per i propri interessi)
    Cosa ha fatto per cambiare le cose questo signore intanto che era ministro delle riforme?….

  8. … dice una kosa e ne fa un’altra ke non aveva detto nè pensato…

    solito imbroglione ciarlatano …

    le sue konvinzioni sono antisecessioniste pseudo federaliste, alleato del sikulo_meneghino kol suo nord pensa ai propri tornakonti e del suo referente … bossi è il traditore di padania e la lega (oggi kome ieri) la “patakka_oggetto” della truffa a tutti i cisalpini ke alla propria indipendenze ci kredono…

  9. Il vecchio ha fiutato il varco e attacca..molte cose riguardano telepadania e rischia di venir fuori un bel pieno. Non tutto è roseo nell’aurora già si vede un tramonto…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

I tedeschi preferirebbero fare a meno dell'euro. E vedono la Grecia già fuori

Articolo successivo

Le agenzie di rating motore della crisi dell'Euro? Gli svizzeri dicono di sì