BOSSI: “ERRORE ANDARE A ROMA”. PANICO TRA I LEGHISTI

di ARTURO DOILO

L’inchiesta che sta coinvolgendo la Lega Nord, e che ogni giorno si allarga scoperchiando fatti nuovi, obbliga Umberto Bossi a calcare il piede sull’acceleratore delle boutade: “A posteriori andare a Roma è stato un errore e adesso bisogna fare la guerra, la battaglia per la libertà del nord che dopo tanti anni d’Italia e di Roma ne ha piene le scatole, vuole l’indipendenza”. Lo ha detto “il capo” in un comizio elettorale a Como, pensando probabilmente di essere ancora a Ponte di Legno, da dove per anni ha lanciato anatemi e promesse senza alcun risultato. A Bossi è anche stato chiesto se corrispondano al vero le voci secondo cui Flavio Tosi, una volta rieletto sindaco a Verona, ambisca a fare il parlamentare. Ecco la risposta: “Spero sempre – ha risposto il presidente della Lega – che nessuno vada più a fare il deputato a Roma, me compreso. Andare a Roma è stato un errore. Quando siamo andati sul Po e a Venezia dovevamo lanciare la lotta di liberazione, perchè se gli dai tempo lo Stato si organizza e ti mette i mafiosi”.

Già, “dovevamo, pensavamo, credevamo…”. Promesse da marinaio, che oggi non hanno alcun peso ed alcuna credibilità, considerato che il gioco della “Lega di lotta, Lega di governo” è stato ampiamente smascherato, ancor prima che le vicende che han coinvolto Belsito, Rosi Mauro e “the family” finissero sotto l’occhiuta sorveglianza dei pubblici ministeri di una sfilza di procure.

Tra una domanda e l’altra, Bossi ha insistito con la tesi del complotto, secondo cui “le inchieste puzzano, considerato che a Reggio Calabria – con tutta la mafia che hanno – hanno tempo per cercare i rapporti fra la Lega e la ‘ndrangheta”. E, per completare l’opera ha definito l’Italia “Un paese di merda”, dimenticando che da vent’anni in quel lodo ci ha sguazzato alla grande, trasformando il Carroccio in un arnese della peggio partitocrazia italiana.

In vista della tornata elettorale, seppur limitata alle amministrazioni locali, Bossi e Maroni sanno che i sondaggi danno un sensibile calo di voti per la Lega Nord. Non è un caso che a Treviso Bossi passi quasi in incognito onde evitare troppe contestazioni. Sarà per queste ragioni che l’idea del presidente del partito è quella di rilanciare lo slogan “Basta Roma, via da Roma”? A parte il fatto che le bugie hanno le gambe cortissime, dopo l’idea di abbandonare la capitale in Lega si è sparso il panico. Sta a vedere, han pensato decine di parlamentari e clientes padani, che adesso ci tocca davvero andare a lavorare…

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

15 Comments

  1. Pankaj says:

    So che in Italia ci sono centri di pronuziode di energia che utilizzano gli specchi di Archimede, utili a catturare l’energia del sole.Ma so anche come le automobili ad acqua siano gie0 state inventate ma siano sparite in breve tempo dal mercato perche9 intaccavano enormi interessi.Finche9 non cambia la mentalite0 e la coscienza di una buona parte degli abitanti del pianeta, possiamo solo scherzare sulle energie pulite.Perf2 diffonderne la conoscenza puf2 servire al cambiamento.Renata

  2. diego says:

    1996, 11,7% 2001 3,7% il consenso elettorale. pontida 95 ,” lo giurate voi a costo della galera, ….. un boato, lo giuro, gridarono i 100.000e passa cittadini della che fu serenissima del leone di s,marco, dopo miserie e miserabili. 800 anni prima dopo il giuramento andarono a combattere e morire in prima linea “morte o libertà” sulla piana di legnano, chi ha un minimo di sentimento umano, ha la facoltà di capire, per il resto, è solo miseria.

  3. Mauro Cella says:

    Semplicemente senza parole. Non tanto per le sparate di Bossi, quanto perché i sondaggi che i quotidiani pubblicano in questo periodo danno la Lega sì in forte flessione, ma non al tracollo come ci si poteva aspettare.
    Si potrà magari dire che i milioni gettati dalla finestra (parole di Bossi) sono poca roba rispetto a quindici anni di imbrogli, menzogne e accordi con le peggiori canaglie centraliste e stataliste, ma era un’occasione d’oro perché tanta brava gente che ancora vota Lega aprisse finalmente gli occhi.
    Invece no. E sono sicuro che ci sarà anche qualche anima beata che crederà nel ritorno alla “Lega di lotta” che è estinta come il dodo. Basta vedere la “feroce” opposizione al governo Monti, tanto feroce che nessuno se ne è accorto. Dove sono i parlamentari con gli striscioni e i fischietti? Dove è Calderoli, che ha sempre la battuta (a sproposito) pronta?

    Inoltre vorrei parlare viso a viso a Bossi per dirgli che anche se la Lega non va a Roma, i disastri li fa comunque. La Provincia di Brescia, a guida leghista, ha un debito fuori controllo, non ha i soldi per eseguire le più indispensabili manutenzioni stradali ed è stata portata in tribunale dai fornitori a cui non paga le fatture. Eppure l’ineffabile fedelissimo Molgora ora vuole fare la metropolitana provinciale… con che soldi lo sa appena lui. Forse pensa di chiederli all’autista di Renzo Bossi.

  4. Dan says:

    Adesso che l’hanno beccato con le mani nella marmellata torna di moda roma ladrona ?

  5. Lucafly says:

    Sparare su Bossi e come sparare sulla croce rossa.
    speriamo che qualcuno pensi al suo ricovero ora mai è un “uomo” totalmente RINCOGLIONITO PER 3/4 lo è sempre stato, comunque a la faccia come il culo,o se preferite una faccia da culo.

    lo defini molto bene il Prof. Miglio, IMBROGLIONE,IGNORANTE,MENTITORE. era il 1994.
    AMEN

  6. Adriano says:

    C’ è tanta vogli di indipendenza nell’ aria! Se solo i lombardi e i veneti si unissero e non ci fosse la Lega…

  7. Pao says:

    Ma ve li vedete i “nostri eroi rivoluzionari indipendentisti e/o secessionisti, anzi devolutisti, ma un po’ autonomisti e molto quello che volete voi…” rinunciare alle poltrone romane in nome della “sacra battaglia”? Ma hanno poco da ridere perché i voti scarseggierenno talmente che le poltrone volente o nolente le vedranno con il binocolo… il grande inganno sta per finire…

  8. Rodolfo says:

    Ma lavatevi la bocca quando parlate di Bossi parassiti del cazzo

  9. Domenico says:

    stultum est dicere putabam…. Too late mr Bossi

  10. gigi ragagnin says:

    la dignità non l’ha mai avuta.

  11. vanoli says:

    Vabbè anche voi però…come si fa a prendersela con un demente totale…un poco di umanità, lo sapete che i suoi discorsi li scrive Carcano…

  12. pironti says:

    Ma ci pensa la dottoressa Lei Lorenza, la più gran federalista di tutti i tempi a sistemare le cose! Lei è la vera ideologa della Lega, Lei ha concepito il federalismo televisivo…padani se vi brucia la supposta sapete chi ringraziare

  13. Franco says:

    Ha sempre mentito sapendo di mentire !Non ha imparato niente continua a farlo come se niente fosse.
    FUORI DAI PIEDI,LUI E LA LEGA(CHE NON E’ PIU’ NORD) SONO IL VERO OSTACOLO VERSO L’INDIPENDENZA !
    Non incanta più nessuno,si tenga i suoi inutili sindaci,consiglieri,parlamentari e quant’altro,fra poco non avrà più niente,nemmeno la dignità !

Leave a Comment