Bossi: non posso dividere la Lega, deve solo funzionare meglio

di REDAZIONE

”La Lega c’e’, io non posso dividerla e dobbiamo solo farla funzionare meglio’‘. Lo ha detto questa sera il presidente federale della Lega Nord, Umberto Bossi, dal palco della festa padana di Sommacampagna. ”La vera Lega e’ questa, non possiamo litigare tra noi, dobbiamo restare compatti sino alla liberta’ della Padania”. Rivolgendosi alla platea di circa due mila persone che affollavano la piazza, Bossi ha invitato i fedelissimi del Carroccio ”ad avere ben chiaro che la Lega restera’ unita. Di tutto quello che e’ stato detto su di noi – ha osservato Bossi – molto era inventato, perche’ c’erano le amministrative e volevano farci fuori. Anche la societa’ internazionale chiamata a controllare i nostri bilanci mi ha garantito che i miei figli non c’entravano”. Secondo Bossi l’attacco alla Lega e’ arrivato perche’ ”non ci siamo inginocchiati sotto i colpi della magistratura, che e’ uno degli strumenti dello Stato. Ci siamo ancora, non scapperemo e saremo qui a festeggiare la grande vittoria della battaglia per la liberta’. Solo se non saremo compatti Roma ne potra’ approfittare”.

Per il presidente federale della Lega ”il governo Monti ha fallito in pieno, completamente”.Bossi ha poi ribadito che l’attuale premier ”e’ stato messo li’ di forza dal presidente della Repubblica, che lo ha prima nominato senatore a vita e poi primo ministro”. Stilando un breve bilancio dell’attivita’ del governo guidato da Monti, Bossi ha spiegato che ”qualsiasi capitolo abbia affrontato, ha fallito: era stato chiamato per rilanciare lo sviluppo e stabilizzare la politica ma ha solo favorito Grillo e i suoi. Ora Monti deve andarsene presto fuori dalle scatole”. Bossi ha ammesso di non sapere quando si andra’ alle elezioni ma ha annunciato che ”la Padania e’ pronta a ripartire grazie agli accordi che sta sottoscrivendo con i popoli a lei vicini. Svizzera, Baviera, regioni del Sud della Francia, Slovenia e Carinzia – ha proseguito il Senatur – la pensano esattamente come Piemonte, Veneto, Lombardia. E’ un gruppo di regioni che si e’ reso conto che l’area piu’ produttiva d’Europa e’ quella alpina, che Roma con i suoi giochi paramafiosi sta distruggendo questa economia fertile”.

A Sommacampagna è intervenuto anche Roberto Calderoli, che ha detto “‘Uno che ha messo li’ Monti, deve andare a casa”. Parlando del lavoro svolto dalla Lega in tema di federalismo, Calderoli ha osservato che i parlamentari leghisti ”sono dei testardi; siamo riusciti a far riapprovare da un Parlamento che per due terzi e’ composto da ‘teroni’ il bicameralismo, la riduzione del numero dei parlamentari, la fine del centralismo e visto come si e’ comportato anche l’elezione diretta del presidente della Repubblica”. Pur senza mai nominare Giorgio Napolitano, Calderoli ha aggiunto che ”fino a un certo punto e’ andato in una determinata maniera ma ora sbanda, e sbanda alla grande. E dopo che ha messo li’ Monti, a casa deve andare, perche’ il popolo non lo voterebbe mai”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. Arcadico says:

    Dopo 25 anni di … ‘battaglie’ … chiedo anticipatamente venia ma dico …

    … TROPPO POCO!!

    Grazie abbiamo scherzato!!!

    Ovviamente la crisi … la sentiamo … solo noi!!!

    Ovviamente i problemi … li abbiamo … solo noi!!

    Ovviamente … il Turate il naso … e rimaniamo uniti … è … NEGOT!

    Ovviamente … il dobbiamo … farla funzionare meglio …

    è … un pò tardivo e utopico!!!

    (Mai visti … opportunisti e carrieristi … porsi dei problemi etico/morali!!)

    E finale … prendersela con Monti (lasciato col cerino in mano) è … infantile e controproducente!!!

    Infantile … lo spiegato prima … controproducente … perchè i voti propositivi … arrivano … non per negatività ma … per obbiettivi …da RAGGIUNGERE!!!

    P.s. ho fatto solo la seconda notturna e se qualcuno … vuole ancora … il mio voto … deve … pedalare!!!

    Non si firmano più cambiali in bianco!!!

  2. migotto sandro marco says:

    dividere un Partito anti Nord denominato Lega nord…che fa ad oggi il 4%…ma va a fare in culo Bossi e Maroni….. avete perso. siete solo dei nemici e quanto tali vi calcoleremo. Con o senza scorta.

  3. giovanni says:

    l’unica cosa che devono fare bossi e maroni e’ sciogliere la lega nord e poi con tutti quelli che ci stanno ripartire da zero e con un segretario confederale nuovo

  4. claudio says:

    Calderoli quanto Bossi esortava un “falli studiare”, avrebbe dovuto ascoltarlo e investire sulle persone meritevoli e lasciare da parte i baciapile nella Lega. Oggi ci ritroviamo con Bossi che pare dire cose assurde quando parla di accordi tra Lombardia e altre regioni europee (e altre realtà regionali come Israele), mentre tali accordi sono stati sottoscritti da svizzeri tedeschi, sudtirolesi,austriaci ancor prima che dai governatori padani. Una conoscenza che tutti i leghisti dovrebbero avere e che renderebbe comprensibile il capo quando parla loro di macroregione alpina. Una realtà capace di cambiare lo scenario geopolitico nei prossimi 10-15 anni. Bravo Bossi, anche se francamente ho una spiccata simpatia per la pratica quotidiana del Sindaco di Verona Tosi.

    • eric says:

      Amico mio, fai una maledetta confusione tra Regione Lombardia e Padania, Formigoni e Bossi/Maroni (Imodium !), tra accordi e camarille, tra “Giochi senza frontiere” e “Portobello” !!!
      La macroregione alpina con Bossi & C. sarebbe una immensa bovazza sulla quale svolazzerebbero le mosche bellerie !

      Chiamare Israele una realtà regionale mi fa risparmiare mezza bottiglia di guttalax !
      Grazie !

  5. Rob Roy says:

    E il barbaro radical-chic Maroni dov’era..? In Costa Smeralda con la Votino tra una barca ed ristorante a studiare le strategie della nuova Lega 2.0…..

  6. Alessio Mantovani says:

    Bossi smettila di prendere per i fondelli le persone, ma quanti culi hai in faccia?
    Sempre le solite robe trite e ritrite, parli addirittura di “giochi paramafiosi romani” quando tutto il tuo partito verde, solo pochi mesi fa, ha votato compatto contro l’arresto del parlamentare camorrista Nicola Cosentino e del senatore mafioso Sergio De Gregorio.

    Tornerai a fare quello che hai sempre fatto negli ultimi 25 anni, il servo del nano mafioso di Arcore.

  7. eric says:

    Sono entusiasta! Mi sento rinvigorito! Vede finalmente la luce ! L’adrenalina mi scorre a manetta!

    Che gioia immensa sentire il “capo” che elenca la sottoscrizione di accordi con la Svizzera, la Baviera, la Francia, la Slovenia e la Carinzia !

    E’ stupendo ringiovanire di vent’anni ! E’ commovente risentire i racconti e le promesse che hanno tonificato la mia mezza età! Mi mancano solo gli embrasson-nous con Gheddafi e Milosevic…!

    “”” La vittoria è vicina! Se restiamo uniti nessuno potrà fermarci!

    Votate, votate, votate!

    TENGO FAMIGGHIA ! “””

    Se vi piace prenderlo nel dio Po…pò, avanti marsch: l’Agenzia delle Entrate vi fornuirà la vasellina!

    Quousque tandem abutere….

  8. lucafly says:

    Gianni e Pinotto…ottima copia.

Leave a Comment