Bossi non lascia e raddoppia: pronto a ricandidarmi come segretario

di GIANMARCO LUCCHI

Il Senatur proprio non vuole fare il pensionato e rilancia. Umberto Bossi e’ determinato a presentarsi come candidato segretario al prossimo congresso federale della Lega Nord. “Bisogna mantenere assieme la Lega e io sono un fattore di unione, se non mi ripresento, divido la Lega”, sostiene il presidente del Carroccio, in un libro-intervista a cura del giornalista di ‘Libero’ Matteo Pandini e pubblicato nella collana digitale de ‘Linkiesta.it’ dal titolo ‘La Versione di Bossi’. Il riferimento del senatur e’ all’assise che Roberto Maroni, capo dei ‘lumbard’ dal congresso del 1 luglio, ha detto di voler tenere “nell’autunno prossimo o al massimo nella primavera del 2014” per eleggere il nuovo segretario. L’ex ministro dell’Interno ha, infatti, chiarito che lascera’ il posto se sara’ eletto governatore lombardo, ma anche in caso di sconfitta alle regionali del 24-25 febbraio.

“Ho buone possibilita’ di vincere al congresso”, sostiene Bossi. Il libro di Pandini e’ frutto di un lungo colloquio in cui il fondatore della Lega affronta diversi argomenti: Maroni, Berlusconi, i rapporti con la sinistra, il futuro della Lega, la sua famiglia e lo scandalo sui rimborsi elettorali del movimento che ha portato alle sue dimissioni, nell’aprile scorso. A poche settimane dal voto, Bossi rivendica di avere ancora voce in capitolo in via Bellerio: “Le decisioni le prendiamo sempre assieme. Mi sono sfilato da tutti quelli che volevano far casino. Non ci sono piu’ io ma e’ lo stesso…”. “Do un giudizio negativo” su chi ha lasciato la Lega, dice, anche se “sono stati fatti errori” come alcune espulsioni. Il presidente della Lega rivela di voler riesaminare alcuni casi, per esempio quello di Rosi Mauro con cui si vede spesso a cena, ma solo dopo le elezioni. Parole positive per Maroni, che “ha gestito una situazione di merda” e che scagiona quando parla dello scandalo che ha travolto la Lega: non fu il Viminale ma qualcuno a Palazzo Chigi, accusa Bossi, a usare i servizi segreti e a nascondere al partito di via Bellerio i movimenti dell’ex tesoriere Francesco Belsito. L’anziano capo padano spiega chi e perche’ aveva portato Belsito nella Lega, e rivela che suo figlio Renzo se ne e’ andato “lontano” dopo le polemiche e gli scandali, rimborsi regionali compresi. Buono il giudizio sul segretario del Pd Pier Luigi Bersani (“E’ intelligente”), mentre verso il candidato governatore in Lombardia, Umberto Ambrosoli, usa parole taglienti: “Fuori Milano non lo conosce nessuno”. E Berlusconi? Secondo il senatur ha sempre mantenuto le promesse ma ha sbagliato a gestire il Pdl: “Ha interrotto la comunicazione tra la base e i vertici”. Sulle elezioni, sia regionali lombarde che politiche, Bossi e’ infine convinto che il centrodestra riuscira’ a vincere. A quel punto, a Palazzo Chigi (e anche all’Economia) vedrebbe “bene” Giulio Tremonti, che difende dalle critiche di alcuni leghisti.

L’ebook “La Versione di Bossi” costa 0,99 euro e si può scaricare da domani sul sito de Linkiesta.it e sugli scaffali virtuali Book Republic, Amazon e Apple Store L’autore, Matteo Pandini, classe 1980, è nato a Lecco ma è cresciuto a Bergamo. Ha cominciato a lavorare nella redazione orobica de Il Giorno, per poi passare alla catena free press E Polis e quindi a Libero dove si trova tuttora. Ha collaborato anche con altri quotidiani locali e agenzie.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

24 Comments

  1. antonio paladini says:

    Leggendo certe cose devo dare atto al giornalista Facco che è stato il primo a denunciare certe cosucce poco chiare intorno alla figura di Bossi e a dire chiaramente che un’epoca era finita! E pur essendo critico ha sempre avuto finezza nel trattare il problema dell’uomo malato e del politico finito. Non così altri che adesso si disputano il cadavre e lo sbranano per i loro interessi di bottega, fingendo altrentivamente che sia vibo o morto! Che schifo! Che putridume nei mailai che lo usano. E poi Facco è stato il primo e finora l’unico a dire chiaramente che la Lega non vincerà e anzi si avvia ad una fine rapida. Complimenti per lo stile e l’acume politico e giornalistico.

  2. giavazzi says:

    Ho letto quella che viene definita intervista……Bossi tra le altre amenità e bestialità (ma chi fa le domande conosce un poco di storia e di funzionamento delle istituzioni giusto per non bere qualsiasi demenza?) dice che non sa dove sia suo figlio, forse in America….ma ci rendiamo conto di quale livello sia giunto il nostro modo di informare? E di quali livelli ha raggiunto uno che pure si presenta alle elezioni e vuole pure fare il segretario??? Ma in che paese viviamo? Questo mai ha saputo nulla dei figli? Lo diceva lui che lo hanno ingannato…, poi dice che li hanno fregati, poi vien fuori che adesso non sa dove è il figlio….Ma che incubo è? e poi qualcuno le scrive pure ste cose….Beati voi che ancora votate…

  3. liverani says:

    un poco di musica per alleggerire…

    http://www.youtube.com/watch?v=sOnqjkJTMaA

  4. elio says:

    votate unione padana, faremo opposizione col governo delle ombre

  5. lucaneri says:

    La Padania censura Bossi e gli fa dire solo quello che vuole lei! Tutto ciò è tremendo. Ma noi mangeremo il cuore dei traditori, l’aurora sarà un tramonto

  6. Rinaldo C. says:

    non ho parole! se succede questo vuol dire che invece di andare avanti si va indietro, purtroppo nella lega e ne ho veramete appurato anche dai commenti e da persone di mia conoscenza, c’è encora e ripeto molto credibilità e scusanti di quanto ha fatto questo uomo.
    Non mi interessa più quello che farà, sono passato ad un movimento molto più democratico e spero e mi auguro che la lega nord 2.0 perda le lezioni anche in Lombardia, pur dispiandemi perchè vincerà la sinistra o Grillo.
    posso solo dare un consiglio ai Lombardi votate Unione Padana è l’unico movimento indipendentista di una certa forza che non vincerà ma sarà all’opposizione e lotterà per avere l’indipendenza della Lombardia.
    Votate, Votate Unione Padana.

    Rinaldo

  7. Paulus Soncino says:

    Siiii torna Umberto! Siii ritorna l’armata delle ombre, si scoperchiano le tombe e avremo il vostro sangue! Pensavate di averci cacciati e distrutti ma noi siamo qui e nella notte vi guardiamo avidi del vostro sangue, traditori! Umberto è tornato, la battaglia finale è cominciata Armageddon è qui!!!! Evvai, succhiamo il sangue dei traditori! Vecchia Lega sempre sulla breccia!. Paulos (Soncino)

  8. radomir says:

    Trovo immondo che si utilizzi per fare politica quel che resta di un uomo, malato che dorme anche 16 ore al giorno (e tutti lo sanno…ipocriti!) e nelle restanti si informa di quel che accade da analfabeti e bugiardi che lo vogliono tenere buono. Ma che immondizia è mai questa. Tipica di un partito clan dove dominano i più dordidi familismi. Il medioevo stupido è tutto qui.

  9. giovanni says:

    gianluca, la soluzione la trovi nello statuto approvato 3 anni fa dalla “lega padana cremona” che e’ conosciuto da piu’ persone(ora in unione padana) ma che e’ “fastisioso” per chi vuole un movimento verticistico. saluti (LPCr)

  10. Luca Podesta' says:

    una sola parola: PATETICO… Ancora meno di una ventina di giorni e saranno spazzati via TUTTI…

  11. Giuseppe rossi says:

    Perchè siete sicuri che il Boss e Bobbo hanno litigato davvero? E siete così sicuri che gli attuali dirigenti sono uomini di Bobbo?? Per me chi comanda davvero in
    lega è uno che sembra uno scemo e si fa vedere poco. I militonti non lo capiranno mai chi è!!! ah ah ah ah ah ah ah, diavolo d’ un Bo…

  12. Albert Nextein says:

    Non mi interessa bossi.
    Come politico è già finito nel 1994.
    Sono, però, molto curioso di sapere da quale barbiere si serva.
    Da come risulta in foto il bossi pare venga tosato col falcione , e non con forbici e rasoio.

  13. airis says:

    Elio, Orso mannaro,
    datevi da fare, er cavaliere deve vince.
    Qui nun stamo mica a perde tempo..
    Dovete votà e fa votà Pdl o Lega.
    Dovemo da vince.
    Orso mannaro
    nun fa er finto tonto perchè sennò me finisce la pappatoia devi convince la gente a votà er Presidente Berlusca.
    Elio datte da fà pure te e nun fa scherzi….nun vorrei che sotto sotto voti i comunisti…
    Quelli nun deveno passà me raccomando…..

  14. pallino says:

    Ha un c… al posto della faccia….

  15. Miki says:

    Che bella foto! Chi l’ha scelta, bassolino?

  16. Miki says:

    Si ma bisognerà rivedere anche il meccanismo di nomina!

  17. Simone S. says:

    ma xkè non si estingue?

  18. Miki says:

    Si ma Maroni al congresso ha messo tutti i suoi uomini! (A parte la Goisis):bisognerà rivedere bene il meccanismo di nomina

  19. Alberto Pento says:

    Ke oror de omo!

    • Alberto Pento says:

      E Maroni lè ancora pexo parké el xe na so bruta copia.

      • gianluca says:

        Caro Pento, nessuno le sta dicendo di seguire l’esempio di Bracalini, ma almeno il collega fa un ragionamento e approda a una conclusione. Molti dei nostri lettori, continuando a rivolgere lo sguardo a quello che è successo nel recente passato e palesando fiele nei confronti della Lega, nel concreto non suggeriscono alcuna soluzione

Leave a Comment