Bossi: “Maroni non va da nessuna parte. Tosi via dalla Lega”

di REDAZIONE

Roberto Maroni ”vuol fare la macroregione ma non andra’ da nessuna parte. Doveva fare una catena umana da Torino a Venezia: allora si’ che avrebbe fatto tutte le macroregioni che voleva. Era un modo per parlare con la gente. Le cose non si possono fare a tavolino”.

Lo afferma Umberto BossI in un’intervista a La Stampa aggiungendo di essere pronto a riprendersi il partito. ”Penso di si’ – risponde alla domanda se stia pensando di candidarsi alla segreteria al prossimo congresso del Carroccio – a meno che non riescano a trovare un candidato di mediazione”.

Una battuta infine su Flavio Tosi, il sindaco leghista di Verona. ”Ho visto che ha esaltato il matrimonio fra omosessuali – dice Bossi – sono cose contrarie al sentimento della gente. Meno male che va via dalla Lega. Vada a fare danni altrove. Ha rovinato il Veneto”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. Nazione Toscana says:

    Infamare e’ stata la nostra rovina.
    È una pratica seguita da molti.
    In questo (quei molti) sono molto simili a quelli (gli italiani) da cui si vorrebbero staccare.
    Senza Bossi manca l’anima.
    Basta senza Bossi!

  2. Riccardo Pozzi says:

    Sempre più marginali…

  3. el noddego says:

    Quando gli funzionava ancora il cervello qualche intuizione buona l’aveva; che però non riusciva a compensare il peso della volgarità, delle banalità e del non essere un leader moderno. Voleva essere attorniato da “yes-men”, la qual cosa lo portò a porre tutti sullo stesso piano: Gianfranco Miglio ed i lecchini. Ora nemmeno nei momenti di lucidità riesce più a rendersi conto della realtà. Se n’è creato una sua.

  4. Veritas says:

    Se non ci fosse stato Maroni, la Lega sarebbe già sparita,
    Se interviene di nuovo Bossi, sparirà dopo una piu’ prolungata agonia….

    • L'incensurato says:

      Sparirà qualche zecca mandata dal regno duosiciliano,e francamente comincio a pensare che un bel repulisti su modello Balcanico sia la sola soluzione per questo stato; fortemente tenuto insieme dai “valori” della massoneria
      Con Bossi. SEMPRE

  5. ALTEREGO says:

    MARONI, con tre regioni in mano, in una situazione come questa non sei riuscito a fare NULLA di NULLA.

    BOSSI, ormai anche tu non sei + credibile, se eri sincero dovevi agire negli anni buoni, quando la lega aveva voce in capitolo, invece ti sei accodato al berluska con quali risultati. NULLA di NULLA

    Per la lega è finita, purtroppo avete sbagliato avete commesso troppi errori e oggi la gente non vi crede più.

    • Gianfrancesco says:

      analisi impietosa, ma francamente faccio fatica a definirla sbagliata. L’unica perplessità riguarda la Lega: ha ancora un enorme patrimonio di militanti e tesserati e mi fa rabbia pensare a quanto di buono potrebbero fare se fossero ben diretti da un segretario veramente indipendentista.

    • eugenio ceroni says:

      Aggiungo che l’ignoranza, circa la storia d’Italia, di Bossi e di coloro che lo circondano, non li fa riflettere su casi analoghi come Mussolini e la repubblica di Salò sul padrone Hitler e sulla loro fine.Per le condizioni di salute Bossi non rischia un piazzale Loreto ma una scarica di cazzotti da qualche leghista brianzolo incazzato e tradito.
      Come liquidatore della lega comunque Bossi è il meglio che fornisce il mercato, anche per l’alta qualità dei collaboratori che lo circondano

  6. Valerio Carli says:

    Lega fatta apposta per bloccare ogni tentativo di ribellione . Bossi contro Tosi , Maroni vs Bossi, Zaia non pervenuto , ulteriori tentativi di fare confusione e di allontanare la gente dal capire la situazione politica creatasi. Insomma le baruffe leghiste e l avvicinamento al mondo indipendentista è un piano strategico italiano . Farà allontanare la gente già schifata da questi signori. Sveglia,!

  7. LUIGI says:

    Il “vecio” ruggisce e grafia ancora.

Leave a Comment