Bossi e Salvini alla Festa della zucca a Piacenza il 31 ottobre

zucche-di-halloween-buffe

Si rinnova il 31 ottobre, in occasione di Halloween, una tradizione della Lega Nord di Piacenza: la Festa della Zucca, che si svolgera’ all’ex cinema di Ziano Piacentino (comune della Valtidone) dalle 19.30 ed alla quale hanno gia’ assicurato la loro partecipazione il segretario federale del Carroccio, Matteo Salvini, il presidente federale Umberto Bossi, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, gli europarlamentari Lorenzo Fontana ed Angelo Ciocca, il senatore Roberto Mura, il consigliere regionale lombardo Pietro Foroni, il segretario della Lega Emilia, Gianluca Vinci. “L’evento, giunto all’undicesima edizione, nacque nel 2005 per celebrare il ritorno di Umberto Bossi – ricorda il segretario provinciale della Lega, Pietro Pisani – ma anche per rinvigorire una festa sempre appartenuta alla nostra tradizione. Cosi’ come i nostri avi, nella notte in cui il buio prevale sulla luce, si radunavano per tirare le somme sull’annata agricola, anche noi ci troviamo il 31 ottobre per analizzare la situazione politica. Speriamo che questa sia l’ultima occasione in cui alla festa discutiamo di argomenti spiacevoli, perche’ il voto del 4 dicembre dovra’ segnare una svolta finalmente positiva”.

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. Ric says:

    A bè , allora cambia tutto !
    Non esiste vento favorevole per il marinaio che ignori la rotta .
    Il tempo delle conseguenze in atto impone chiarezza e visione necessari per delineare lo spartiacque tra i valori ed il nulla .
    Le palle dei chiacchiericci da novella 2000 stile cicisbei alla corte del re sole sono la prova provata che le conseguenze sono in arrivo e che le rivoluzioni plurime non faranno prigionieri .
    Già da ora, non saper definire sostanzialità tra lavoro e parassitismo , è come omogeneizzare virtù e vizio cercando di trovarne un punto di equilibrio .
    È la vestizione del vuoto di ogni iniziativa , nominalmente pretestuosa , implicitamente presuntuosa , sostanzialmente capziosa ; manca il pathos reale di simbiosi mutualistica , l’idem sentire per sviluppare concretezze .
    Così tra un simulacro d’esistenza ed un ululato al cielo per capire se sono al mondo , i nostri bravi “anti sistema” calendarizzano incontri alla stregua d’occasioni per aggirare la routine ed il surmenage scongiurante noia di coppia e o matrimoniale .
    A parte il romanticismo impersonificato in Bossi , provare a spiegarmi concretamente cosa è tutto il resto ! Giuro che non capisco !
    Con tutto il rispetto , cosa ci sia di diverso da una riunione di alpini ,da una cena della classe , da una partita di calcetto , da una pre abbuffata di qualcosa previo doverne giustificare aprioristicamente attraverso “alte causalitá di forza maggiore “ , non mi è dato d’intendere , fatto salvo sintonizzarmi alle sgamate esperienze goliardiche di specialisti del ludico epicureo .
    Di serio vedo poco , se mi parlate poi di zucche per costruirci congiunzioni di spessore , al massimo , con un po’ di fantasia , posso arrivare ad immaginare il tortello alla zucca di mantovana leccornia. È una rappresentazione virtuale di un dramma reale , che affidiamo , fingendo di crederci agli “attori “ interpreti alla meno peggio , cavalcanti nostre profonde frustrazioni , pari pari come la maestria contorta delle nostre debolezze e paure ; in definitiva una resa incondizionata delle pecorelle che tornano all’ovile dopo una scappatella ma raccontata come un’impresa eroica per impressionare le stanziali” boccalone” , anime belle pronte a fruire illusioni e balle con lo stesso discrimine razionale di scelta di prodotti al supermercato o delle telenovelas in TV .
    Questi siamo noi , all’ultima spiaggia , tra una Lega senza nord ed una religiositá farlocca con Papa “normale” , un’ identitá antropologica tra razza Chianina , Fassona Piemontese , o Bruno Alpina.
    Siamo alla consacrazione della banalitá , del mezzo formale moderno che fagocita la sostanza che è disperazione per deteriore esistere ; e vai con lo storytelling !
    Presidente repubblica in prossima trasferta 4 giorni + Lectio Magistralis domenica pomeriggio …Huau !! che figata !
    TRUMP e PUTIN sono i cattivoni , il male da scongiurare perchè non rispettano le donne ! sic.
    Alla festa di Piacenza …………..basta fare feste ! Per festeggiare cosa ?
    Siamo al massimo del minimo , e comprendere che ci vuole ben altro , significa almeno polarizzare per capire tra un senso compiuto e la barzelletta che non fa ridere .

Lascia un Commento